Lufthansa assume 20.000 persone, cosa fare con il titolo in Borsa?

Lufthansa assume 20.000 persone, cosa fare con il titolo in Borsa?

Un aereo Lufthansa in fase di atterraggio

Guarda al futuro con ottimismo per volare ancora più in alto Lufthansa, la compagnia aerea di bandiera tedesca, che ha lanciato un piano di assunzioni ambizioso: ventimila dipendenti tra tecnici, specialisti It, avvocati, piloti e assistenti di volo, da destinare alle sedi di Francoforte, Monaco, Zurigo, Vienna e Bruxelles, presso la base tecnologica di Amburgo e le sedi del gruppo Eurowings. “Stiamo chiaramente dimostrando che il gruppo Lufthansa è pieno di ambizioni per il futuro” è stato il commento del responsabile delle Risorse umane Michael Niggermann che ha sottolineato la necessità di dipendenti impegnati e motivati che permettano alla compagnia di affrontare i compiti e le sfide del futuro per rimanere all’avanguardia nel settore aereo. “Connettere persone, culture ed economie in modo sostenibile è ciò che ci spinge” ha aggiunto.

 

L’ottimismo nelle previsioni per l’intero 2022

L’ottimismo sul futuro di Lufthansa traspare anche dai suoi conti trimestrali e in particolare dalla guidance per l’intero 2022, rivista al rialzo in occasione dell’ultima trimestrale. A fine anno il vettore tedesco prevede un risultato operativo adjusted di oltre 1 miliardo di euro e un free cash flow superiore ai 2 miliardi. Lufthansa arriva da un raddoppio del fatturato nel terzo trimestre del 2022, a 10,1 miliardi di euro, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con un ebit adjusted in crescita a 1,1 miliardi di euro, tenuto conto dell’impatto degli scioperi 70 milioni di euro).

 

Ita Airways, dossier in piazzale di sosta

Nessuna novità per quanto riguarda il dossier Ita Airways che sembra ormai essersi raffreddato. Il piano di rafforzamento annunciato da Lufthansa non fa che confermare la capacità e l’intenzione di fare da soli. L’amministratore delegato Carsten Spohr non ha intenzione di sborsare più di 500-600 milioni per il 60% della compagnia di bandiera italiana (ex-Alitalia) mentre non si è visto nulla di concreto sul fronte dei diversi partner da affiancare dell’operazione. Si è parlato di Ferrovie dello Stato, Atlantia, Cassa Depositi e Prestiti ma per un motivo o per l’altro nessuna delle opzioni ha assunto forme concrete. Anche Msc Crociere dell’armatore Gianluigi Aponte è una pista che si è raffreddata dopo l’addio di Alfredo Altavilla alla presidenza del vettore italiano.

 

Azioni Lufthansa: rally accelera, difficile trovare livello di ingresso conveniente

Quotato sul mercato tedesco Xetra, il titolo Lufthansa è decisamente impostato al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance positiva registrata nella seduta di ieri (+0,86%). Dopo un’apertura al di sopra della chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno dapprima intrapreso un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 7,565, per poi invertire drasticamente la rotta fino a raggiungere (con un canale ascendente intraday) un massimo a quota 7,647, praticamente in linea con il prezzo di chiusura.

Il rally che sta caratterizzando l’azione da fine settembre (area 5,600) è davvero straordinario. È avvenuto in modo costante e lineare, con pochissime giornate negative. Una forza incredibile e rara da trovarsi analizzando altre società.
Ma ora la domanda da porsi riguarda la convenienza o meno di entrare sul mercato con queste quotazioni così alte. Per i trader più aggressivi la risposta è sicuramente affermativa: si tratta di un titolo che possiede una spiccata forza relativa e finché “the trend is your friend” il rialzo potrebbe continuare. Non vi sono, infatti, indizi che facciano pensare a un imminente ritracciamento, ovviamente, sempre impostando uno stop loss piuttosto vicino.
Per gli investitori più prudenti, invece, meglio attendere uno storno, quando capiterà, e comperare a prezzi più bassi. L’attuale trend rialzista persiste da troppo tempo senza mai aver riscontrato fisiologiche e significative prese di beneficio. Non può durare ancora per molto.

L’impostazione algoritmica, in definitiva, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati rialzisti a inizio ottobre. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “ipercomprato” vicino al livello 76. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 7,666 con target nell’intorno dei 7,919 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 7,565 con obiettivo molto vicino al livello 7,210.

 


L’andamento di breve termine del titolo LUFTHANSA

AUTORE

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *