Metaverso: Zuckerberg punta ad attirare 1 miliardo di persone - Borsa e Finanza

Metaverso: Zuckerberg punta ad attirare 1 miliardo di persone

Metaverso: Zuckerberg punta ad attirare 1 miliardo di persone

Il metaverso attirerà 1 miliardo di persone. Almeno questa è la speranza di Mark Zuckerberg, che in un’intervista alla CNBC ha affermato di augurarsi una mole di pubblico così ampia in grado di dare centinaia di dollari nel commercio acquistando beni e contenuti digitali.

L’Amministratore Delegato di Meta Platforms ha ribadito che nel metaverso ognuno con il proprio avatar potrà comprare diversi beni digitali per la propria casa virtuale o cose per decorare la propria sala conferenze virtuale, nonché utilità per essere più produttivi nella realtà virtuale e aumentata, o anche abbigliamento per vestire il proprio avatar.

“Si ha la sensazione di stare insieme, anche se si è da un altra parte del Paese fisicamente. Questo avviene attraverso un contatto visivo e l’utilizzo di un audio spaziale che consente conversazioni laterali silenziose; cosa che non è possibile con le videochiamate”, ha detto Zuckerberg. Tutto ciò è permesso grazie alla tecnologia fondamentale e per questo l’economia intorno al metaverso sarà massiccia, ha aggiunto.

 

Meta Platforms: il metaverso una scelta inevitabile

Meta ormai si è indirizzata verso quella che il suo fondatore considera la prossima generazione di contenuti, come dimostra la netta trasformazione dell’azienda, che ha cambiato denominazione e simbolo in Borsa. Tuttavia, l’investimento della società nella realtà aumentata risale a 8 anni fa, quando è stato rilevato il produttore di visori Oculus VR. Ora Zuckerberg ha espresso ottimismo per l’attuale generazione di Meta Quest 2, che parte da un prezzo di 299 dollari. Il CEO si reputa soddisfatto finora del percorso compiuto, ma precisa che ci vorrà del tempo prima di arrivare a centinaia di milioni o addirittura a miliardi di persone nel metaverso, se non altro perché ogni cosa richiede una sua tempistica fisiologica.

La strada imboccata da Meta potrebbe anche considerarsi come inevitabile, dal momento che i suoi servizi tradizionali sono in declino. La crescita infatti è rallentata e il numero degli utenti giornalieri è diminuito bruscamente per la prima volta negli ultimi due trimestri. Ciò ha portato gli investitori ad allontanarsi dalle azioni in Borsa, che in questo 2022 hanno bruciato la metà della capitalizzazione societaria.

 

Meta: investire nell’intelligenza artificiale

Non vi è solo il metaverso negli obiettivi futuri di Meta, comunque. La big tech sta investendo anche nello sviluppo dell’intelligenza artificiale per rafforzare quella che è la sua quasi esclusiva fonte di entrata, ovvero la pubblicità che genera il 97% degli introiti aziendali. In questo, Meta cerca di seguire l’esempio di TikTok, che attraverso questo mezzo è riuscito ad accaparrarsi un miliardo di utenti mensili attivi.

Nel 2020, la società di Menlo Park ha introdotto la funzione Reels di Instagram, che consiste nella possibilità di aggiungere video in formato multi-clip dalla durata di 15 secondi con audio, testi ed effetti visivi in realtà aumentata. Zuckerberg ha affermato di aspettarsi che l’intelligenza artificiale possa rendere Reels più avvincente per gli utenti del social network. Gli investimenti sull’IA quindi procedono in maniera rapida, ma il 38enne newyorchese ha avvertito che potrebbero rallentare nel caso arrivasse una recessione.

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

NAVIGAZIONE ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

VIDEO

La seconda puntata della nuova settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo