Meteoriti: ecco il nuovo asset amato dagli investitori in criptovalute
Cerca
Close this search box.

Meteoriti: ecco il nuovo asset amato dagli investitori in criptovalute

Meteoriti: ecco il nuovo asset amato dagli investitori in criptovalute

Negli ultimi tempi si sta sviluppando un grande mercato che ha ad oggetto i meteoriti presso Christie’s, la casa d’asta più grande del mondo. Offerenti di tutto il mondo sono letteralmente scatenati in un gioco al rialzo per oggetti che ritengono essere di una preziosità unica. La maggior parte degli acquirenti provengono dagli Stati Uniti, perché gli americani sono sempre stati grandi collezionisti di oggetti extraterrestri, però il fenomeno sta diventando globale, con 23 Paesi che l’anno scorso hanno vantato fior di investitori.

Soprattutto vi è la partecipazione da parte degli investitori che si sono arricchiti con le criptovalute e che dispongono di risorse abbondanti per poter fare le loro puntate. James Hyslop, capo di Science e Storia Naturale da Christie’s, ha affermato che i cripto-ricchi sono per lo più persone giovani e che si sono cimentate in questo mercato con grande entusiasmo. Ha riferito ad esempio che un offerente che è stato superato all’asta ha detto di “dover incassare un pò di Bitcoin per partecipare alla prossima.”

L’aspetto interessante di queste aste è che la maggior parte delle offerte avviene senza riserva, ciò significa che l’investitore potrebbe aggiudicarsi l’oggetto anche con poche centinaia di dollari in teoria, se il prezzo non dovesse raggiungere un limite minimo stabilito.

 

Asta meteoriti: che cosa si vende

Ma cosa realmente si vende su Christie’s? Quest’anno sono stati presentati 66 lotti da una sezione trasversale di un meteorite. Tra questi vi è ad esempio il terzo pezzo più grande di Marte sulla Terra, spostato dalla superficie del pianeta rosso da un altro meteorite. Il valore stimato va da 500 mila a 800 mila dollari.

Hyslop puntualizza che il prezzo dipende da 4 fattori: la dimensione, la forma, la scienza e la storia. A parità di condizioni un meteorite di dimensioni doppie varrà il doppio, ma bisogna anche considerare l’ingombro, perché il vantaggio di un oggetto di forma più ampia viene a decadere nel momento in cui occupa troppo spazio. Vi sono meteoriti che pesano un’enormità al riguardo, ad esempio l’Hoba in Namibia che è di circa 60 tonnellate, mentre il Willamette nell’American Museum of Natural History di New York pesa 15,5 tonnellate.

Secondo l’esperto inoltre esistono meteoriti che hanno la forma di un sassolino e non sono proprio belli da vedere, ma alcuni di essi hanno veramente qualcosa di magico, tipo un pezzo di ferro di 4,5 miliardi di anni fa all’interno del nucleo fuso di un asteroide, il cui valore è stimato da 200 mila a 300 mila dollari.

Il pezzo più pregiato che potrà arrivare all’asta però è una fetta di luna, sostiene Hyslop. A suo avviso sarebbe “invariabilmente più prezioso di qualcosa che proviene da un’enorme cintura di asteroidi, che è almeno in parte il motivo per cui il pezzo di Marte all’asta è così costoso.”

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *