Microsoft: via libera all'acquisizione di Activision Blizzard - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Microsoft: via libera all’acquisizione di Activision Blizzard

Microsoft: la CMA approva l'acquisizione di Activision Blizzard da $ 69 miliardi

Microsoft ha superato l’ultimo ostacolo normativo per l’acquisizione di Activision Blizzard da 69 miliardi di dollari. La Competition and Markets Authority (CMA) del Regno Unito ha autorizzato oggi la fusione dopo la “ristrutturazione” dell’accordo di inizio 2022. “Il nuovo accordo impedirà a Microsoft di bloccare la concorrenza nel cloud gaming mentre questo mercato sta decollando, preservando prezzi e servizi competitivi per i clienti del cloud gaming nel Regno Unito”, ha scritto nel comunicato l’autorità antitrust britannica. Il Nasdaq ha bloccato le contrattazioni delle azioni Activision Blizzard in attesa del completamento dell’operazione. Mentre la reazione riguardo il titolo Microsoft è stata fiacca nel pre-market di Wall Street, con un calo dello 0,2%.

 

Il passo decisivo

Il via libera della CMA era atteso da molto tempo, dopo che l’authority si era messa di traverso sull’accordo ad aprile per le preoccupazioni che sulla limitazione della concorrenza nel mercato nascente del cloud gaming. Questa estate però è arrivata la mossa decisiva da parte dei due player che hanno rimosso i dubbi del regolatore. Activision ha venduto i diritti di streaming alla multinazionale francese Ubisoft Entertainment, con il benestare di Microsoft. Ciò ha significato che uno dei principali concorrenti del gigante informatico ha acquisito una posizione sui giochi per i prossimi 15 anni, sollevando le perplessità dell’autorità britannica.

“Con la vendita dei diritti di streaming cloud di Activision a Ubisoft, ci siamo assicurati che Microsoft non possa avere una stretta mortale su questo mercato importante e in rapido sviluppo” ha dichiarato in un’intervista Sarah Cardell, Chief Executive della CMA. “Con la crescita del cloud gaming, questo intervento garantirà alle persone prezzi più competitivi, servizi migliori e una scelta più ampia. Siamo l’unica agenzia garante della concorrenza a livello globale ad aver raggiunto questo risultato”.

Il gigante di Redmond ha espresso soddisfazione per la decisione della CMA. “Abbiamo ora superato l’ultimo ostacolo normativo per chiudere questa acquisizione, che crediamo porterà benefici ai player e all’industria del gioco in tutto il mondo”, ha detto il vicepresidente Brad Smith.

 

Microsoft: ecco quando avverrà la fusione con Activision Blizzard

L’attesa adesso è per la data ufficiale del completamento dell’acquisizione. L’operazione dovrebbe essere ultimata entro mercoledì 18 ottobre, ma secondo alcune indiscrezioni già domani 14 ottobre le due aziende potrebbero mettere definitivamente la parola fine a una questione che si trascina da oltre un anno e mezzo. In questi giorni sono girate voci che l’Unione Europea avrebbe potuto ordinare una nuova indagine dopo le modifiche all’accordo originario. Ricordiamo che le autorità europee avevano concesso il disco verde a maggio, ma poi le novità introdotte per compiacere la CMA britannica hanno avanzato qualche dubbio sul fatto che l’UE avrebbe potuto rivedere qualcosa. Nelle ultime ore però è emerso che Bruxelles non sembri intenzionata a passare per un altro processo di approvazione, sebbene si sia al momento rifiutata di rilasciare una dichiarazione ufficiale attraverso un portavoce.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *