Monte dei Paschi di Siena: de-risking di 8 mld di sofferenze - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Monte dei Paschi di Siena: de-risking di 8 mld di sofferenze

Monte dei Paschi di Siena: de-risking di 8 mld di sofferenze

Monte dei Paschi di Siena cederà 8 miliardi di euro di crediti deteriorati e semi-deteriorati (coperti da 1 mld di patrimonio) ad Amco  (interamente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con un totale di asset under management pari a 24 mld frazionate in 110.000 controparti di cui 10 mld di utp e past due, per un totale di quasi 31.000 aziende italiane)  rappresenta una importante asset management company nel settore della gestione dei crediti deteriorati con una posizione di leadership nella gestione degli Utp.

Monte dei Paschi di Siena: i vincoli BCE

L’operazione ha diversi vincoli, il principale è il nulla osta da parte della Bce. La manovra comporterà emissione di ulteriori azioni Amco con assegnazione agli azionisti del Montepaschi. Gli azionisti Mps avranno la facoltà di scelta di non essere assegnatari delle suddette azioni Amco. L’operazione se andrà a buon fine migliorerà notevolmente il profilo di rischio del titolo, permettendogli un livello più sostenibile a livello dei costi per il funding e migliorando sensibilmente tutti i ratio patrimoniali e diverse voci del bilancio. Analizzando a livello fondamentale alcuni indicatori patrimoniali emergono come il Npe passerà da un 12,1% a un 4,1% (il valore di riduce di circa 3 volte), il ratio texas si riduce da circa un 80% ad un 40% (la metà), il Cet1 Phase da un 14,6% a un 13,2% e il Cet1 Fully dal 12,5% al 10,9%. L’operazione ha temporalmente i seguenti obiettivi: settembre 2020 delibera delle assemblee straordinarie, 15 novembre 2020 chiusura della operazione e de-risking completo al 1 dicembre 2020.

La reazione del titolo in Borsa

Il titolo dai minimi del 21 maggio a 0,995 ha iniziato un breve trend rialzista ed ora è in una fase di lateralità delimitata dal supporto a 1,500 e la resistenza a 1,700. Se la procedura andrà il buon fine i target rialzisti sono a 2,050 e 2,800. Mps chiude la giornata con segno rosso -2,41% a 1,577. La P sul grafico rappresenta il pattern dark cloud cover, che pone fine all’ impulso del 16 giugno.

 

 

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *