Nasdaq 100 al record storico, l'AI torna protagonista - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Nasdaq 100 al record storico, l’AI torna protagonista

Chips and Science Act: come funziona il piano USA da 250 miliardi di dollari

L’indice Nasdaq 100 ha chiuso la settimana passata su nuovi record storici. A trainare la tecnologia torna il tema dell’intelligenza artificiale, e in particolare a beneficiarne è il settore dei chip, la cui domanda è attesa in crescita. Vediamo la view degli analisti di Vontobel Certificati nella loro Newsletter settimanale (Clicca QUI per iscriverti).

Nuovi massimi storici la scorsa ottava per il Nasdaq 100, con l’indice tecnologico americano capace di portarsi per la prima volta sopra i 17mila punti. A sostenere la nuova ondata di acquisti sono stati in particolar modo i titoli legati ai chip e all’intelligenza artificiale. Tre le variabili che maggiormente hanno impattato positivamente sul sentiment degli operatori: la trimestrale di TSMC, la preview sui conti di Super Micro Computer e un report sul settore diffuso da Barclays.

Secondo Danni Hewson, responsabile dell’analisi finanziaria di AJ Bell, anche in presenza di un’economia globale in rallentamento e di un consumatore in difficoltà a causa dei tassi elevati, le aziende stanno cercando modi per aumentare la produttività con l’AI (Artificial Intelligence). Si spiegano così anche le attese di crescita avanzate da TSMC nella sua trimestrale e l’innalzamento delle previsioni in vista dei conti da parte di Super Micro Computer. Prospettive peraltro condivise da Barclays.

Gli analisti della banca d’affari britannica ritengono che il 2024 sarà l’anno in cui l’intelligenza artificiale inizierà ad aprire l’ecosistema a più operatori. Dopo la corsa di NVIDIA, che negli ultimi giorni ha messo a segno nuovi record storici, per gli esperti i prossimi mesi vedranno la crescita delle quotazioni di altri player. Il dominio di NVIDIA potrebbe infatti portare alcuni clienti a diversificare i fornitori di componenti per l’AI per non essere eccessivamente dipendenti dall’attuale leader di mercato. Per Barclays il maggior beneficiario potrebbe essere AMD, su cui ha alzato il target price da 120 a 200 dollari. Oltre ad Advanced Micro Devices, per gli analisti ottime scelte possono essere rappresentate da Camtek, Coherent, Marvell Technology, NXP Semiconductors e Western Digital.

AUTORE

Picture of Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *