Opzioni zero-day: cosa sono e come funzionano - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Opzioni zero-day: cosa sono e come funzionano

Opzioni zero-day: cosa sono e come funzionano

Negli ultimi anni le opzioni zero-day hanno avuto una grande ascesa nel mercato dei derivati. In particolare, ciò è avvenuto all’inizio del 2021 quando è esplosa la mania dei meme-stock, continuando a marzo del 2022 allorché la Federal Reserve ha iniziato ad aumentare i tassi d’interesse facendo impennare la volatilità. E proprio la volatilità rappresenta un punto di riferimento su cui si appoggia la costruzione delle opzioni zero-day. I trader insomma cercano di sfruttare le grandi oscillazioni dei mercati per trarre profitto da questa tipologia di strumenti finanziari.

 

Opzioni: cosa sono e come funzionano

Prima di parlare delle opzioni zero-day, è bene avere chiaro il concetto di cosa sia un’opzione. Siamo di fronte a un contratto con cui un soggetto assume il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare o vendere un asset sottostante – che può essere un’azione, un indice, una materia prima, una valuta, un ETF, ecc – a un prezzo predeterminato (strike price) e a una certa scadenza, dietro versamento di una somma di denaro (premio). Se il diritto è ad acquistare si parla di opzioni call; nel caso in cui il diritto è a vendere si è davanti a opzioni put. Il valore di questi strumenti finanziari derivati è influenzati da alcuni fattori come:

 

  • la volatilità implicita del sottostante, che si differenzia da quella storica perché è prospettica e non basata sul passato;
  • il decadimento temporale, ovvero il tempo che manca alla scadenza dell’opzione;
  • il movimento del sottostante.

 

Solitamente, un’opzione assume un valore tanto maggiore quanto più il sottostante è volatile e il tempo che manca alla scadenza è ampio.

Opzioni zero-day: cosa sono e perché vengono utilizzate

Le opzioni zero-day sono opzioni che scadono entro 24 ore. Si tratta quindi di contratti utilizzati per fare operazioni di brevissimo termine puntando sulla direzione del sottostante. Soprattutto, si fa leva sull’effetto volatilità, perché quanto più un’attività è volatile, tanto maggiore è la possibilità che passi velocemente da un valore all’altro. In pochissimo tempo il trader deve decidere se esercitare l’opzione alla scadenza (o entro la scadenza) oppure se venderla sul mercato una volta acquistata. Ad esempio, il compratore di un’opzione call zero-day spera che il sottostante cresca velocemente di prezzo sul mercato entro 24 ore – magari a seguito di una trimestrale, di una notizia macroeconomica importante o che riguarda una società – per poi rivenderla incamerando un profitto.

Le opzioni zero-day possono essere sfruttate anche da un venditore di opzioni, che incassa il premio, puntando sulla diminuzione di valore dopo una certa notizia conseguente a un calo di volatilità e sul decadimento temporale. Si ipotizzi ad esempio di vendere una call zero-day su un’azione che è cresciuta molto alla vigilia di una trimestrale che si attende entusiasmante. In questo caso, l’effetto volatilità attesa ha reso molto alto il valore dell’opzione. Una volta pubblicati i conti societari, la volatilità crolla per via del vecchio adagio “compra all’attesa e vendi alla notizia”. Questo, insieme al tempo minore che rimane alla scadenza, fa calare il valore dell’opzione. Quindi, si riacquista l’opzione zero-day a un prezzo più basso chiudendo l’operazione in guadagno.

In genere, le opzioni zero-day contribuiscono ad aumentare la volatilità del sottostante. Se non altro perché chi vende tali opzioni ricorre a strumenti di copertura soprattutto se l’asset assume andamenti contrari a quelli sperati. Ad esempio, se vengono vendute opzioni call a scadenza 1 giorno, è frequente il ricorso all’acquisto del sottostante per cautelarsi dal rischio di salita del prezzo. Quanto più quest’ultimo cresce, tanto più il venditore delle opzioni zero-day intensifica l’attività di copertura.

 

Opzioni zero-day: vantaggi e rischi

Come tutti gli strumenti finanziari, le opzioni zero-day presentano diversi punti a favore, ma anche elementi di rischio. Gli investitori istituzionali hanno la possibilità di coprire il rischio a breve termine, perseguendo strategie che sfruttano i picchi di volatilità. Mentre gli investitori retail possono attuare strategie che movimentano grandi somme di denaro con pochi soldi.

Proprio il basso costo è uno dei principali vantaggi, essendo che i contratti più brevi nel mercato delle opzioni tendono ad avere un valore inferiore. Ciò avviene in quanto l’effetto tempo (molto breve fino alla scadenza) gioca un ruolo decisivo, ossia aggiunge poco valore al premio che viene pagato. Per questo, chi compra un’opzione zero-day scommette tutto sul fattore volatilità dell’attività sottostante. Secondo uno studio realizzato da JPMorgan Chase, circa due terzi dei profitti ottenuti con le opzioni zero-day sono scaturiti da acquisti e rivendite nell’arco di un minuto. Questo vuol dire che il trader deve essere tempestivo a sfruttare il salto di prezzo prima che esso torni indietro.

Chiaramente tutto ciò comporta dei rischi, legati alle variazioni repentine del sottostante. Le opzioni zero-day sono molto sensibili a tali oscillazioni e, come possono salire di prezzo in poco tempo, possono perdere tutto il loro valore altrettanto rapidamente. Una volta che ciò accade è difficile poi recuperare, proprio perché l’effetto tempo gioca a proprio svantaggio.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *