Piazz Affari, per Juventus è retrocessione... in Serie B

PIAZZA AFFARI, IL TITOLO JUVENTUS SCIVOLA… IN SERIE B

juventus

Dal 23 marzo Juventus sarà collocata nel MidCap, indice delle società a media capitalizzazione. Solo a marzo il titolo ha perso il 10%. Pesanti rossi anche per Lazio e Roma

 

E’ ancora in corsa per lo scudetto, la Juventus. E può ancora ribaltare il risultato negativo (0-1) di Lione nel ritorno degli ottavi di Champions League. Tuttavia, a Piazza Affari, il titolo della società bianconera sta per subire una vera e propria retrocessione. Perché Juventus, dal 23 marzo, uscirà dal paniere principale del Ftse Mib, terminando così un’esperienza durata all’incirca 15 mesi, e avviata il 27 dicembre 2018.


Grafico Juventus by TradingView

 

Juventus in… Serie B ?

Juventus in Serie B, potrebbe dire qualcuno. Dove per Serie B si intende il MidCap, indice delle società a media capitalizzazione. E al suo posto entrerà Banca Mediolanum, mentre a fare compagnia al titolo della società bianconera ci sarà anche Sanlorenzo, che subentra a Banca Generali e Cir. 

 

Bilancio 2019 negativo e mancati introiti causa coronavirus

La seduta complicata dell’indice milanese contribuisce alla giornataccia dei titoli calcistici. Juventus registra una forte flessione, pari quasi al 5%. Un crollo, l’ennesimo dopo il -11% del 24 febbraio, il -6% del 27 febbraio e il -5 del 2 marzo scorso, che fa registrare dieci punti percentuali di rosso solo nel mese di marzo, e dovuto al bilancio presentato dalla società della famiglia Agnelli, dove si segnalano debiti per circa 50 milioni. I mancati introiti per gli appuntamenti allo Stadium rinviati causa coronavirus hanno fatto il resto. Introiti importanti, in considerazione del fatto che le partite annullate sono contro l‘Inter e il Milan, mentre la fida con il Lione, in programma il 17 marzo, si giocherà a porte chiuse, e dunque senza la possibilità di incasso dei biglietti.


Grafico Lazio by TradingView

 

Seduta complicata anche per Roma e Lazio

Introiti che verranno a mancare fino al 3 aprile a tutte le squadre di calcio, e infatti l’intero settore calcistico di Piazza Affari ne sta risentendo. Roma perde il 6%, a 0,5 ad azione, minimo da novembre. Lazio invece arretra del 4,68%, a 1,58: è  il minimo dal 7 febbraio scorso.

Post correlati

Vodafone: balza l’utile netto, azioni pronte a volare?

Azioni value: ecco come hanno preso il sopravvento sui titoli growth

DiaSorin: analisti apprezzano accordo con Brahms, cosa fare con azioni?

Junk bond Asia: in 18 mesi bruciati 100 miliardi bruciati, ecco perché

Coinbase: Cathie Wood non perde la fiducia e accumula azioni

Lascia un commento