Pozzi Milano, +80% nel primo anno di Borsa - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Pozzi Milano, +80% nel primo anno di Borsa

Un set da viaggio in pelle di Pozzi Milano

La campanella di Borsa Italiana è suonata un anno fa per Pozzi Milano 1876 che festeggia i primi dodici mesi di quotazione (ha esordito lo scorso 19 luglio) con una performance dell’80% al rialzo. Ma i motivi per festeggiare non si fermano qui. Infatti, il gruppo attivo nel settore della produzione di stoviglie di alta gamma, ha siglato un accordo con la catena di negozi PensareCasa del gruppo IMAB, per la concessione in licenza d’uso del brand Pozzi e delle sue declinazioni, anche grafiche, nel settore arredo-casa.

Rinaldo Denti, amministratore delegato di Pozzi Brand, ed ex ad di Dmail e Frendy Energy, non nasconde la sua soddisfazione per l’ultima fatica: prendere un brand storico della moda non più attivo come Pozzi e un’azienda di piatti e bicchieri come Easy Life per farli diventare un gruppo da più di 20 milioni di euro di fatturato che dialoga con i big stranieri per la creazione di collezioni di tableware e fashion rigorosamente made in Italy.

“Sono sempre alla ricerca di modelli nuovi, che si ispirino a quelli lanciati da Pierre Cardin negli anni Settanta e che resero più democratica la moda, allora riservata solo a una elite. L’idea quindi è di produrre oggetti italiani, con un marchio evocativo, ma a prezzi accessibili. E siamo convinti di avere un grande potenziale in comparti come la ceramica, la pelletteria, gli occhiali, ma anche il vino, sempre attraverso accordi su licenza” ha spiegato Denti che, relativamente al core business del tableware ha aggiunto: “Nel comparto della tavola abbiamo raggiunto quota 2.500 negozi in 75 paesi, di cui 1.800 all’estero, con presenze eccellenti in grandi magazzini come Harrods, El Corte Ingles e Galerie Lafayette. Inoltre, abbiamo appena siglato un accordo con PensareCasa del gruppo IMAB: stanno per aprire 100 negozi in Italia e Pozzi sarà presente in tutti.

 

Azioni Pozzi Milano, quotazioni potrebbero verso il supporto in area 1,350

Quotato sull’Euronext Growth Milan, il titolo Pozzi Milano ha terminato invaiato la seduta di venerdì. Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni si sono mantenute per tutta la giornata all’interno di uno stretto trading range compreso tra i livelli 1,340 e 1,365, andando a chiudere sul finale proprio in corrispondenza del prezzo di apertura a quota 1,350.

Tale movimento intraday ha permesso all’azione di creare un pattern grafico di analisi candlestick denominato “Doji”, indicante una generalizzata indecisione da parte degli operatori. Incertezza derivante dal fatto che la discesa dei corsi verificatasi nel mese di giugno ha buone probabilità di essersi arrestata. Il già citato livello 1,350 euro, infatti, è un supporto molto forte, molto difficile da violare, dato che nei primi tre mesi di questo 2023 aveva sostenuto il titolo impedendogli di scendere e permettendogli di mantenersi alto per non perdere gli ottimi guadagni realizzati fin dall’Ipo di luglio 2022. Da qui l’indecisione dei trader, più propensi ad attendere l’evoluzione del grafico che a vendere. Una pausa di riflessione che potrebbe fare anche scattare qualche acquisto, ipotizzando un eventuale rimbalzo, magari solo di corto respiro.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 1,365 con target nell’intorno di 1,415 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 1,340 con obiettivo molto vicino al livello 1,290. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sotto dell’indicatore Supertrend (violato giovedì scorso) mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti a metà giugno. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 38.


L’andamento di breve termine del titolo POZZI MILANO

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *