Schema Ponzi: cos’è e quanto può durare
Cerca
Close this search box.

Schema Ponzi: cos’è e quando può crollare

Schema Ponzi: cos’è e quanto può durare

Come funziona lo schema Ponzi? E come vengono truffati gli ignari investitori? Alla luce delle truffe finanziarie che colpiscono un numero sempre maggiore di persone, sono in molti a chiedersi come funzioni questo modello. E soprattutto come evitare di cadere in una spiacevole trappola.

Lo schema Ponzi, in un certo senso, è tornato alla ribalta nel corso degli ultimi anni, soprattutto dopo la morte del banchiere Bernie Madoff, che ha ideato uno dei più grandi schemi mai passati alla storia. Madoff, nel 2009, si era dichiarato colpevole di truffa. Nella sua rete erano cadute qualcosa come 37.000 persone distribuite in 136 paesi diversi. La sua attività è durata quarant’anni. Madoff è riuscito ad incassare qualcosa come 60 miliardi di dollari grazie al più grande schema Ponzi della storia: per alcuni decenni, nessuno si rese conto di cosa stava accadendo.

Come è possibile riuscire a mettere in cantiere una truffa del genere? Ma soprattutto come funziona lo schema Ponzi? Come è riuscito Madoff ad eludere ogni tipo di controllo e a truffare così tanti investitori per molto tempo?

 

Come funziona e come riconoscere uno Schema Ponzi

Sintetizzando al massimo, lo schema Ponzi può essere definito come un vero e proprio modello economico. Attraverso questo modello è possibile ottenere una quantità ingente di denaro dalle persone che si vogliono truffare. Negli anni il sistema si è evoluto ed è diventato sempre più complicato, ma la base della truffa rimane sempre uguale. Alle prime persone che vengono coinvolte, si garantiscono degli importanti ritorni economici in tempi relativamente brevi. Per riuscire ad ottenere questi guadagni, però, devono portare sempre nuovi clienti, che, a loro volta, siano disposti a pagare nuove quote dell’investimento.

I guadagni arrivano da un solo fattore: le quote che vengono versate dai nuovi investitori. A riuscire a portare a casa un guadagno, in estrema sintesi, sono solo le prime persone coinvolte. Man mano che si va avanti, lo schema Ponzi è destinato a svelarsi per quello che è: una truffa. Non esistono, infatti, degli investimenti in grado di generare dei profitti.

Questo particolare schema, ha preso il nome da Charles Ponzi, un immigrato italiano negli Stati Uniti, che era riuscito ad organizzare una truffa utilizzando questo sistema, tanto da legare il proprio nome alla pratica. Grazie a questo schema, Ponzi truffò 45mila persone, raccogliendo qualcosa come 15 milioni di dollari, partendo da due dollari.

 

È legale o meno?

Lo schema Ponzi è illegale, rispondiamo immediatamente alla domanda. Per capire il motivo per il quale lo sia, dobbiamo fare un esempio pratico. Poniamo il caso che il Charles Ponzi di turno si rivolga ad un risparmiatore e gli proponga un investimento a breve termine a dal guadagno facile, senza, però, entrare troppo nei dettagli. Con un po’ di abilità oratoria, il truffatore di turno confonde le idee all’investitore e lo convince della validità dell’affare. Per avere la garanzia di questo guadagno deve fare una cosa, però: portare altri investitori, in modo che il sistema diventi più solido. La scelta sembra logica, ma in realtà lo sprovveduto risparmiatore sta solo convincendo amici e parenti a consegnare dei soldi, che pagheranno il suo guadagno.

Sì, perché il guadagno dell’investitore A arriva dai versamenti degli investitori B e C, ai quali il Ponzi di turno pagherà i guadagni con i versamenti degli investitori D, E e F. Ovviamente si arriverà ad un punto in cui non ci saranno soldi né capitale per pagare i guadagni dell’investitore Z.

 

Alcuni esempi di Schema Ponzi

Come facciamo a capire se l’investimento che ci stanno proponendo segue lo schema Ponzi? La truffa lavora per fasi ed ha una struttura piramidale. Ma soprattutto si muove seguendo i alcuni punti fermi:

 

  • promette guadagni elevati;
  • ottiene la fiducia degli investitori;
  • estende la rete di vittime.

 

Il caso più famoso, in tempi recenti, di truffa con lo schema Ponzi è quello che abbiamo citato: Bernie Madoff. Altro caso particolarmente eclatante è stato quello di Joseph Meli e Steven Simmons, i quali avevano truffato svariati clienti convinti di investire in diversi show.

In tempi più recenti si è nuovamente parlato di questo tipo di truffa collegata al fondo speculativo Uefa Football: senza dubbio un nome rassicurante, con il quale erano stati promessi dei guadagni crescenti. Fortunatamente è intervenuta la CONSOB, che sospeso in via cautelativa l’attività della piattaforma.

 

AUTORE

Picture of Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo, giornalista, ha una laurea in materie letterarie ed ha iniziato ad occuparsi di economia fin dal 2002, concentrandosi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i suoi interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrive di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *