Sciuker Frames: vinti altri due appalti, cosa fare in Borsa con le azioni?

Sciuker Frames: vinti altri due appalti, cosa fare in Borsa con le azioni?

Sciuker Frames: vinti altri due appalti, cosa fare in Borsa con le azioni?

Sciuker Frames, gruppo attivo nella progettazione e produzione di finestre ecosostenibili, infissi e schermature solari, ha firmato due contratti di appalto, attraverso la controllata Ecospace, per un valore complessivo lordo di 16,5 milioni di euro. Il numero di accordi sottoscritti dalla società raggiunge così quota 110. Un passo in avanti per le energie rinnovabili. “Siamo particolarmente entusiasti delle performance di Ecospace, sia per l’efficacia nell’esecuzione degli appalti, sia per come ha dimostrato di saper assestare il modello di business in questo caotico contesto di mercato”, ha commentato Marco Cipriano, amministratore delegato di Sciuker Frames. Dall’inizio dell’anno la controllata ha potuto accelerare sulla sottoscrizione di nuovi appalti e raggiungere un totale di 96 milioni di euro, grazie ai solidi accordi di fornitura e finanziamento. “Abbiamo i plafond bancari e ne stiamo anche sottoscrivendo di nuovi extra bancari”, ha dichiarato Cipriano, “abbiamo avviato le produzioni estere con partnership che ci hanno consentito di azzerare qualsiasi correlazione con la parte industriale del gruppo Sciuker, in quanto produciamo all’estero tutti gli infissi per Ecospace, trattenendo le produzioni industriali dirette per i nostri canali commerciali tradizionali”.

 

Sciuker Frames: quotazioni stanno attraversando fase laterale

Il titolo Sciuker Frames sembra essere impostato al rialzo nel breve termine, nonostante la performance negativa registrata nella seduta di ieri (-1,03%). Dopo un’apertura in gap down (subito ricoperto nell’intraday), però, le quotazioni hanno intrapreso un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 5,78, andando a chiudere non lontano a quota 5,74.

Giornata molto strana quella di ieri: chiusura inferiore a quella di mercoledì ma movimento decisamente positivo nell’intraday. Tale comportamento può avere una sola spiegazione ed è riconducibile al fatto che i corsi “sentono” il supporto presente in area 5,62, livello che continuano a toccare da sei sedute senza riuscire a violarlo ma, al contrario, sul quale rimbalzano ogni volta. Ecco spiegata, quindi, anche la lateralità di quest’ultimo periodo. In pratica si tratta di una congestione che può essere interpretata anche come fase di accumulazione in attesa di un prossimo (lento) rialzo delle quotazioni.

L’impostazione grafica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Parabolic Sar mentre sia l’indicatore Supertrend che la media mobile a 25 sono ribassisti da metà giugno. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 39. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 5,78 con target nell’intorno dei 5,97 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 5,62 con obiettivo molto vicino al livello 5,43.

 


L’andamento di breve termine del titolo SCIUKER

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.