Scrum Master: chi è, cosa fa e quanto guadagna - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Scrum Master: chi è, cosa fa e quanto guadagna

Uno Scrum Master al lavoro

Tra i lavori più richiesti (e meglio pagati) con l’avvento della digitalizzazione e dell’e-commerce spicca la figura dello Scrum Master, un professionista in ascesa e la cui impennata di richieste si sta rivelando notevole. Ma qual è la sua formazione e quali sono le sue mansioni, che cos’è il framework Agile Scrum e perché è adottato sempre di più in azienda per valorizzare e migliorare il lavoro di squadra?

 

Scrum Master: significato e ruolo

Per massimizzare i risultati del proprio business e riuscire a ridurre le incertezze e i cambiamenti legati a progetti caratterizzati da una forte imprevedibilità, un gruppo di sviluppatori statunitensi ha dato vita a Scrum, una struttura codificata (ci sono dodici principi e cinque valori di base) che aiuta i team di prodotto, progettazione e sviluppo software (ma non solo) a lavorare in squadra per risolvere problemi complessi.

Scrum è strutturato in backlog (l’elenco delle attività), sprint (le sessioni di lavoro), riunioni stand-up giornaliere, incremento di prodotto, revisioni e “fatto”, ovvero quando il prodotto è stato testato ed è pronto per essere presentato e lanciato. I principali ruoli Scrum sono tre e alle figure del team (chiunque partecipi allo sprint) e del product owner (il responsabile nello sviluppo del prodotto e il suo volto pubblico che fa da ponte con il cliente), si affianca lo Scrum Master.

Il significato di questa posizione è nella definizione stessa del suo ruolo: lo Scrum Master è la persona che fa da facilitatore gestendo i diversi eventi del framework con empatia e spirito di adattamento. Si differenzia dal project manager perché è un coach autorevole ma non autoritario e un motivatore piuttosto che un capo: pratica la cosiddetta servant leadership, uno stile di comando basato sull’etica che lo mette al servizio del team di sviluppo, rinunciando al controllo degli altri per stimolare l’autonomia gestionale e decisionale e migliorare l’ambiente lavorativo.

La servant leadership riconosce le esigenze e il benessere del team rispetto all’interesse personale della sua guida. Come servant leader lo Scrum Master sostiene la squadra, punta ad aiutare le persone con cui lavora, si adatta ai diversi tipi di personalità e implementa significativi cambiamenti a livello organizzativo. Questo approccio migliora la soddisfazione dei dipendenti e genera una cultura aziendale positiva e inclusiva, aumentando notevolmente la produttività e favorendo il raggiungimento degli obiettivi dell’organizzazione.

 

Cosa fa e che responsabilità ha

Grazie a una miscela di hard e soft skills, capacità organizzative e competenze trasversali, doti comunicative e relazionali, lo Scrum Master svolge numerosi compiti. Innanzitutto, assicura la corretta applicazione dei processi Scrum, assolve alla formazione delle persone della sua squadra sull’utilizzo del framework e opera per far rispettare i tempi di consegna e il budget. Alla sua figura si devono l’organizzazione e la facilitazione delle riunioni stand-up giornaliere, il coordinamento degli sprint e la conduzione degli incontri di pianificazione.

Essendo un mix tra un allenatore e un talent scout, lo Scrum Master deve possedere la capacità di far funzionare l’azienda e il progetto Agile. È il professionista che monitora le attività, risolve i problemi e i conflitti interni, riducendo al minimo le distrazioni e le interferenze nel team di sviluppo e al tempo stesso incentivando le dinamiche di squadra e coltivando un ambiente di lavoro positivo, che favorisca la creatività e alimenti il talento individuale. Il suo profilo è chiamato a valorizzare competenze e conoscenze, partecipazione e coesione dei membri del team.

Incaricato di far procedere con la massima efficacia il percorso verso il risultato finale, oltre che da coordinatore lo Scrum Master fa anche da collante e mediatore tra il product owner e il team. Con il primo si assicura la comprensione del backlog, comunica gli obiettivi raggiunti e gestisce la pianificazione degli sprint; con il secondo favorisce l’auto-organizzazione e si presta all’aiuto in ogni circostanza. In aggiunta, mosso da una forte passione per la metodologia, lo Scrum Master si interfaccia con il vertice dell’organizzazione e i dirigenti degli altri reparti per portare l’innovazione su più fronti in azienda.

Per diventare Scrum Master, in genere occorre avere una preparazione superiore di tipo scientifico o informatico, studiare all’università corsi di laurea ad indirizzo economico, ingegneristico o informatico, avere una conoscenza approfondita di marketing, economia ed innovazione, frequentare corsi specifici e ottenere almeno una certificazione di primo livello. Ma soprattutto, per occupare questo ruolo chiave bisogna conoscere a menadito il mindset Agile ed in particolare il framework Scrum.

 

La certificazione e lo stipendio

Lo Scrum Master è un professionista che nella maggior parte dei casi è in possesso di una certificazione: la qualifica di Scrum Master Certified (SMC) e Professional Scrum Master (PSM). I principali enti di accreditamento sono Scrum Inc. (con Registered Scrum Master e Registered Product Owner), International Scrum Institute (con Scrum Master), Scrum Alliance (con Certified Scrum Master, Certified Scrum Product Owner e Certified Scrum Developer), Scrum Org (con Professional Scrum Master, Professional Product Owner e Professional Scrum Developer) e SCRUMstudy con otto diversi livelli di certificazione.

Esistono numerosi corsi che concedono la certificazione: in Italia, per citare qualche esempio, ci sono l’SMC di Project Management Europa (online costa 260 euro, in aula e a distanza one-to-one 649 euro), il Professional Scrum Master (PSM, è a distanza e costa 1.395 euro), il corso di preparazione di ALTEN Italia (non legato ad uno specifico schema di certificazione: costa 990 euro ed è finanziabile tramite Fondimpresa) e tanti altri. Si tratta di organismi di certificazione indipendenti, quindi tutte le certificazioni rilasciate sono valide ed equivalenti.

Lo stipendio di uno Scrum Master varia a seconda di numerosi fattori, dal tipo di azienda al Paese in cui si lavora. In media, il compenso in Italia si aggira sui 40mila euro all’anno, con variazioni al rialzo fino a 60-70mila euro per chi occupa una posizione senior e per chi lavora in realtà imprenditoriali che si trovano a Milano, Roma e Bologna. Secondo il portale specializzato Glassdoor, uno dei più grandi siti di lavoro e di reclutamento al mondo, la figura del servant leader ha una paga base media tra i 34mila e i 45mila euro annui. Spesso e volentieri, infine, lo Scrum Master figura tra i lavori più cercati e richiesti in Italia secondo LinkedIn.

AUTORE

Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *