Semiconduttori, prospettive per il settore e i big Nvidia e Amd - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Semiconduttori, prospettive per il settore e i big Nvidia e Amd

Un semiconduttore di Amd

Il settore dei semiconduttori ha fatto bene in Borsa nel 2023 ma la sua crescita dovrebbe continuare anche nei prossimi anni trascinato dalla richiesta di componenti da auto elettriche, intelligenza artificiale, cloud. Quali le opportunità per due big del settore come Nvidia e Amd? Se ne è parlato nella newsletter Market Weekly di Vontobel (QUI per iscriversi).

 

Con la parte peggiore della crisi dei semiconduttori che ha caratterizzato il post-pandemia alle spalle, il comparto dei microchip risulta tonico in Borsa. Dall’inizio dell’anno, il Philadelphia Semiconductor Index è avanzato di oltre il 20%, anche se i massimi registrati a fine 2021 distano circa il 24,5%. Nei prossimi anni la richiesta di queste componenti risulterà verosimilmente sempre alta: si pensi alle attese di diffusione sempre maggiore di auto elettriche, di un’economia sempre più tecnologica e il rapidissimo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale. Quelli appena elencati sono solo alcuni fattori che potrebbero sostenere la richiesta dei microchip.  Secondo le stime di DataM, il comparto dovrebbe ingrandirsi a un tasso di crescita composto annuo del 15% tra il 2023 e il 2030.

Guardiamo ora alle stime delle due società USA più importanti del comparto dei semiconduttori: NVIDIA e AMD, rispettivamente prima e sesta società al mondo per capitalizzazione di questo mercato secondo CompaniesMarketCap. NVIDIA rilascerà i dati del 1° trimestre 2024 fiscale il prossimo 24 maggio. Gli analisti censiti da Bloomberg si attendono ricavi a 6,503 miliardi di dollari ed EPS a 0,92 dollari, rispettivamente il -21,53% e il -35,52% a/a. Per i prossimi anni le stime sono comunque positive, dal 2024 al 2026 (fiscali) il fatturato dovrebbe crescere da 29,878 a 45,112 miliardi di dollari, mentre gli EPS da 4,53 a 7,46 dollari. Nello stesso periodo, AMD potrebbe vedere un aumento dei ricavi da 23,176 a 30,409 miliardi di dollari e degli EPS da 2,82 a 4,90 dollari. Il target medio degli esperti censiti da Bloomberg su NVIDIA è a 287,84 dollari, mentre quello su AMD è a 98,78 dollari, il -4,6% e il -4,8% rispetto alle quotazioni attuali.

AUTORE

Picture of Alessandro Piu

Alessandro Piu

Giornalista, scrive di economia, finanza e risparmio dal 2004. Laureato in economia, ha lavorato dapprima per il sito Spystocks.com, poi per i portali del gruppo Brown Editore (finanza.com; finanzaonline.com; borse.it e wallstreetitalia.com). È stato caporedattore del mensile Wall Street Italia. Da giugno 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *