Sent Entertainment, chi c'è dietro la società anglo-indonesiana che possiede il Como - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Sent Entertainment, chi c’è dietro la società anglo-indonesiana che possiede il Como

La curva del Como

Dall’estate del 2017, dopo anni di delusioni e fallimenti, il calcio a Como batte bandiera britannica: la proprietà del glorioso club lombardo inizia l’iter per il passaggio a Sent Entertainment, società londinese di media e intrattenimento. Un’autentica rivoluzione per una squadra che nel suo periodo migliore – le stagioni dal 1983 al 1988 con la presidenza di Benito Gattei e allenatori come Tarcisio Burgnich, Ottavio Bianchi ed Emiliano Mondonico – ha fatto sognare in grande i suoi tifosi.

 

Chi c’è dietro Sent Entertainment e di cosa si occupa

Sent Entertainment Ltd

è un’azienda inglese del gruppo Djarum, il colosso indonesiano del tabacco (sono i produttori delle kretek, le sigarette aromatizzate ai chiodi di garofano) fondato da Oei Wie Gwan nel 1951 e oggi controllato dai figli Robert Budi e Michael Bambang Hartono, gli imprenditori più ricchi d’Indonesia con un patrimonio da oltre 40 miliardi di dollari. Tra le sussidiarie di Djarum spicca la Sent, realtà con un ampio portfolio che si occupa di sport e intrattenimento.

I marchi di Sent Entertainment sono tre: Mola Studio produce documentari e format televisivi; Mola Records è un’etichetta discografica che ha nel roster le popstar Maria Taktouk ed Eva Celia e la band alt-pop indonesiana Elephant Kind; Mola Chill Drinks è il brand di bevande a base di CBD, il cannabidiolo naturale della cannabis che non ha effetti psicoattivi e aiuta a rilassarsi e a contrastare l’ansia. Con il controllo del club biancoblù, Sent ha lanciato anche Galleria Como, uno store in Piazza del Duomo dov’è possibile acquistare una linea di abbigliamento e accessori ispirata al lago e realizzata dallo stilista indonesiano Didit Hediprasetyo.

 

Da dove viene il patrimonio della società

Sent fa parte dell’ecosistema Djarum di Robert Budi e Michael Bambang Hartono, figli del fondatore Oei Wie Gwan. I due fratelli hanno fatto crescere l’attività di famiglia fino a trasformarla in un enorme conglomerato industriale che comprende Bank Central Asia (BCA è nella loro sfera d’influenza dal 1997-1998, periodo della crisi economica asiatica), l’azienda di elettronica di consumo Polytron, la piattaforma di streaming e video on-demand Mola (main sponsor del Como con l’acqua San Bernardo e streamer delle partite di A e B in Indonesia) e quella di e-commerce e biglietti Blibli Tiket, società agricole, catene di supermercati, produzioni di cibi e bevande e numerose proprietà immobiliari di lusso.

Nella classifica globale dei miliardari 2023 stilata da Forbes, gli anziani Robert e Michael Hartono (hanno entrambi più di 80 anni) sono rispettivamente al 61° e al 65° posto: il primo con un patrimonio da 24,2 miliardi di dollari, il secondo da 23,1. I fratelli sono le due persone più ricche d’Indonesia, più di Low Tuck Kwong e della famiglia Widjaja: si calcola che il loro patrimonio raggiunga complessivamente i 47,7 miliardi di dollari. Senza mezzi termini, una delle più ricche (se non la più ricca) proprietà straniere nel calcio italiano.

 

Da quanto tempo gravita nel calcio

Dopo aver collaborato con il Borussia Dortmund e l’Inter (nel periodo di gestione Erick Thohir) e con la Uefa per i format di Euro 2020 destinati al mercato indonesiano, Sent Entertainment entra ufficialmente nel calcio italiano il 4 aprile 2019: in questa data l’azienda inglese completa l’acquisizione del Como 1907, la società nata dalle ceneri del fallimento grazie all’impegno degli imprenditori Massimo Nicastro, Roberto Renzi, Enzo Angiuoni e dei dirigenti Roberto Bellotti e Roberto Pruzzo.

In passato, Sent non ha mai fatto calcio. Discorso diverso per Djarum: oltre ad aver sponsorizzato la Liga 1, ovvero il massimo campionato dell’Indonesia, il gruppo ha un club di badminton, il PB Djarum di Kudus. Inizialmente la nuova dirigenza del Como nomina amministratore unico del club Michael Gandler, manager statunitense già responsabile di marketing e ricavi dell’Inter ai tempi di Thohir. Nel febbraio del 2021 la carica di CEO passa all’ex calciatore (e consulente tecnico) Dennis Wise, storica bandiera e colonna portante del Chelsea degli anni Novanta, con Carlalberto Ludi nella doppia veste di direttore generale e sportivo.

 

Quanto ha investito nel Como

La cifra per rilevare il rifondato Como 1907 da Nicastro è di circa 200mila euro, ma nei suoi primi quattro anni di gestione l’investimento complessivo di Sent ammonta a oltre 40 milioni di euro. La visione della proprietà è di lungo periodo: la dirigenza anglo-indonesiana punta ad un mix di sostenibilità finanziaria e investimenti mirati. Sul campo gli acquisti di livello – su tutti l’ingaggio di Cesc Fàbregas, uno dei centrocampisti più forti degli ultimi vent’anni – si alternano a quelli di giovani promesse, cercando di essere sin da subito competitivi e al tempo stesso di attirare verso il progetto azionisti illustri come Thierry Henry, compagno dello spagnolo all’Arsenal. Stando ai dati di Transfermarkt, l’acquisto più costoso targato Sent Entertainment è quello di Alberto Cerri, centravanti pagato 2 milioni di euro al Cagliari.

Per garantire allo staff tecnico un impianto al passo con i tempi ed espandere il brand Como nei mercati internazionali, Sent spende un milione di euro per l’acquisto del centro sportivo di Mozzate che attrezzato con due campi, palestra, pista d’atletica e uffici, diventa la casa degli allenamenti della prima squadra. Sono numerosi in tal senso gli aumenti di capitale e i versamenti in conto capitale. Le linee-guida dell’attività sono le nuove infrastrutture sportive, l’attenzione al settore giovanile e il rinnovamento dello stadio, il vecchio Giuseppe Sinigaglia. Dopo aver rifatto il manto erboso, i seggiolini e le panchine, la società ha affidato gli studi di fattibilità per il restyling completo dell’impianto a tre colossi mondiali della progettazione sportiva: Elevate, Legends e Img Arena. Il progetto è da 40 milioni di euro.

 

I risultati sportivi da quando sono proprietari

Con un basso profilo e senza spese folli, Robert e Michael Hartono riportano a galla i lariani nel giro di quattro anni: dalla D alla Serie A. Dopo il ritorno tra i professionisti nel 2019 e un primo campionato anonimo in C, complice la pandemia, la stagione 2020-2021 è quella della promozione in B. La squadra allenata da Giacomo Gattuso, comasco di nascita che prende il posto di Marco Banchini a stagione in corso, chiude il campionato al primo posto nel girone A con 75 punti in classifica, 7 di vantaggio sull’Alessandria seconda.

I campionati 2021-2022 e 2022-2023 sono di assestamento in B, chiusi entrambi al 13° posto (fuori sia dalla zona play-off che da quella play-out) e con la novità tecnica di Moreno Longo in panchina al posto di Gattuso. La promozione in Serie A, ad oggi il miglior risultato della gestione Sent, arriva nella stagione 2023-2024 con la guida tecnica di Cesc Fàbregas. In riva al lago il massimo campionato non si vedeva dal lontano 2003, quando il presidente era ancora Enrico Preziosi. Il direttore Ludi, in un’intervista rilasciata a La Provincia, sottolinea che “a noi non piace fare aste al rialzo o buttare i soldi, abbiamo degli obiettivi e li inseguiamo con i nostri tempi”.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *