Sorare: cos'è e come funziona il Fantacalcio NFT - Borsa e Finanza

Sorare: cos’è e come funziona il Fantacalcio NFT

Le card di Sorare

Addio all’asta tra amici al pub e al mercato di riparazione online, alla caccia al giovane talento sconosciuto da 20 gol a stagione, all’attesa spasmodica dell’assegnazione di voti e assist da parte della Gazzetta. Il fantacalcio tradizionale va in pensione, soppiantato sempre di più dal Global Fantasy Football di Sorare, la start-up di fantacalcio crypto che porta il pallone nel mondo della blockchain. Lanciata nel 2018 in Francia da Nicolas Julia e Adrien Montfort, la piattaforma di e-football si basa su card digitali da collezione e utilizza la blockchain di Ethereum.

La grande novità è che Sorare chiude accordi continui con i club a livello globale (ad oggi ne conta 248 di 43 campionati diversi) dai quali ottiene la licenza ufficiale per avere su sito e app le “figurine” digitali dei calciatori. La lista dei partner è lunga: si va dai danesi dell’Aalborg ai russi dello Zenit San Pietroburgo, passando per giganti blasonati come Real Madrid e Barcellona, Liverpool e Glasgow Rangers, Bayern Monaco e Borussia Dortmund, Milan e Inter. È proprio partendo da queste carte di calciatori che si sviluppa il gioco inventato da Sorare.

 

Come si gioca a Sorare?

Come nel fantacalcio classico, i fantallenatori partecipano a diversi tornei formando una squadra ideale. La differenza principale rispetto al passato è che i partecipanti schierano cinque calciatori con card sotto forma di NFT (carte uniche perché appunto schedate nella blockchain) e ottengono punti non solo in base alle prestazioni dei loro beniamini in campo. Alla somma di voti, gol e assist, un algoritmo aggiunge ad ogni “figurina” una serie di bonus relativi a determinati parametri: l’esperienza del calciatore, la rarità della card e il suo valore specifico.

Gli utenti di Sorare possono acquistare, vendere e scambiare carte sul marketplace aperto della piattaforma. Ogni giocatore sa chi possiede una determinata carta in uno specifico momento: questo meccanismo aumenta e protegge la rarità della card e garantisce una maggiore assicurazione ai partecipanti ai tornei. Come detto, i punti di ciascun calciatore vengono assegnati in base alle sue performance effettive durante le partite e secondo una scala specificata dai gestori delle leghe: i punteggi vanno da 0 a 100 e si basano sui dati tecnici di OPTA, partner ufficiale di Sorare. Il vincitore è ovviamente quello che fa più punti nella classifica finale.

I premi sono nuove carte (a discrezione dell’organizzatore del torneo) o ricompense in criptovalute Ether. Nel secondo caso, l’importo è fissato indipendentemente dal valore dell’Ether in moneta legale. I premi vengono trasferiti automaticamente nel wallet del vincitore e non possono in nessun caso essere consegnati a un altro indirizzo.

 

Cosa serve per giocare?

Per cominciare, l’utente deve avere almeno 18 anni ed essere iscritto con un account unico a Sorare. Nel creare un profilo si devono specificare un avatar, il nome della squadra, le proprie squadre preferite e, a scelta, un logo. Per partecipare all’SO5 e ai tornei che “contano”, bisogna possedere almeno cinque card collezionabili, tra cui un portiere, un difensore, un centrocampista e un attaccante. Ogni carta può essere utilizzata per la composizione di una sola squadra: la stessa card non può quindi comporre due squadre diverse. Chi si iscrive tramite un link di presentazione riceve in omaggio una carta rara dopo le cinque comprate all’asta.

Una volta completato il tutorial di esercitazione e fondato il proprio club, l’utente riceve il primo pacchetto di carte digitali che potranno essere utilizzate per partecipare alla Rookie League riservata ai principianti. Le “beginner card” non sono basate su criptovalute e dunque non possono essere vendute, scambiate o acquistate sul mercato aperto. Sono carte cosiddette “comuni”. Per ampliare la propria collezione e rendere la squadra più competitiva, si deve passare all’acquisto di carte uniche sul marketplace. Le carte Sorare sono NFT con una disponibilità limitata per ogni stagione.

 

Quanto costa giocare a Sorare

Dipende: è possibile giocare a Sorare in modo completamente gratuito tenendo le carte comuni oppure fare un passo ulteriore acquistando Ethereum (o ricevendoli in premio vincendo i tornei) da investire nella compravendita delle carte. Si possono acquistare ETH direttamente su Sorare con carta di credito o debito oppure attraverso i crypto wallet. Ogni card è un vero e proprio NFT che corrisponde a un token registrato nella blockchain: la carta è unica e non può essere duplicata. È la sua rarità ad aumentarne il valore. Diventando proprietario di una determinata card, si decide a quale prezzo venderla. È questo il meccanismo base di Sorare.

L’iscrizione a tutti i tornei con montepremi è gratuita ma la regola d’ingaggio è aver comprato carte rare. L’acquisto varia a seconda del valore della card: mediamente i prezzi oscillano attorno ai 30 euro. Ci sono casi estremi come in tutte le aste: la carta 7/10 della stagione 2020-21 di Robert Lewandowski è venduta a 21.538,14 euro. Per non parlare delle carte uniche dell’attaccante polacco o delle carte da collezione di Diego Armando Maradona. La carta del giovane bomber norvegese Erling Haaland è diventata la più costosa di Sorare: ha raggiunto il valore di 265 ETH, corrispondente a 613.000 euro. Quindi giocare a Sorare può essere un passatempo senza impegno economico oppure un investimento molto dispendioso, rischioso e remunerativo: è il giocatore a decidere se e quanto spendere. Considerando un valore medio di 30 euro a card, la cifra minima per cominciare a giocare investendo è di 150 euro.

Le carte di Robert Lewandowski su Sorare
Le carte più “preziose” di Robert Lewandowski su Sorare

 

Squadre, giocatori e campionati di Sorare

Sorare ha chiuso accordi con 248 squadre di 43 leghe diverse, incluse Liga, Bundesliga, Ligue 1 e Serie A, ma ci sono nuovi club e campionati in arrivo ogni settimana. I giocatori sono quelli che fanno parte delle rose delle squadre che hanno siglato collaborazioni con la start-up francese. Ci sono alcune clamorose eccezioni: ad esempio non fanno parte del network di Sorare tutte le squadre di Premier League, che ha lanciato una gara d’appalto che dovrebbe superare i 434 milioni di sterline per scegliere i propri partner NFT. Nella rete ci sono il Liverpool e il West Ham, ma mancano Manchester City e Manchester United, Chelsea, Tottenham e Arsenal. Le squadre italiane di Serie A su Sorare sono Milan, Inter, Napoli, Juventus, Lazio, Roma, Verona, Udinese, Sampdoria, Spezia, Salernitana e Monza. In Serie B ci sono Cagliari e Genoa.

Esistono diversi tipi di campionati di Sorare a seconda della disponibilità delle carte che compongono le squadre. Le card sono di quattro tipi:

 

  • Limited: 1.000 per stagione, sfondo giallo
  • Rare: 100 per stagione, sfondo rosso
  • Super rare: 10 per stagione, sfondo azzurro
  • Unique: 1 per stagione, sfondo marrone

 

Quindi esistono 1.111 carte per ogni calciatore per ogni singola stagione. Ogni card riporta i dati statistici relativi al giocatore e alla singola carta come la provenienza e il prezzo in ETH e in euro.

I partecipanti possono iscriversi ad un torneo a loro scelta (ma ogni lega impone dei requisiti da soddisfare per parteciparvi) presentando una squadra di cinque card che rappresentano cinque giocatori diversi (un portiere e quattro di movimento) e indicando un capitano. I tornei principali sono questi:

 

  • Global All-Star: comprende diverse divisioni dove è possibile giocare con qualsiasi combinazione di carte (limited, rare o super rare)
  • Champion Europe e Champion Asia: per i principali campionati europei e asiatici (K-League e J-League)
  • Regional: la lega delle divisioni continentali che fa riferimento a Europa, America o Asia
  • Rookie League: per i neofiti che giocano con carte comuni
  • Training League: un campionato d’allenamento dove si può giocare con qualsiasi combinazione di carte
  • Under 23: le card devono essere esclusivamente di calciatori la cui età reale è pari o inferiore ai 23 anni
  • Weekly Challenges: tornei una tantum composti da sfide settimanali con qualsiasi tipo di carta

 

Per comprare carte bisogna selezionare la voce “Carte nuove” nel menu “Mercato” in alto a sinistra (l’asta è gestita dal sistema: la base è 0.01 ETH per le carte rare, 0.1 ETH per le super rare e 1 ETH per quelle uniche) oppure muoversi nel mercato secondario (il “Manager Sales”) acquistando direttamente dai venditori. Per vendere carte all’asta si deve andare alla sezione “Calciomercato”.

Il market di Sorare
Il “calciomercato” di Sorare

Come guadagnare col fantacalcio online

Con Sorare si riescono a guadagnare somme significative vincendo i tornei più importanti (superare i 250 punti nel Global All Star D4 frutta 2 centesimi di ETH), invitando altre persone a registrarsi al gioco e facendo trading con le carte. Seguendo il calciomercato e analizzandone le tendenze, conoscendo le prospettive di crescita o di svalutazione di un calciatore, investendo su prospetti interessanti o su giocatori infortunati ma pronti al rientro, la compravendita delle card può garantire ottimi profitti.

Una delle strategie più diffuse, come nel “vecchio” fantacalcio, è quella di fare il talent scout: acquistare carte di calciatori giovani e promettenti e rivenderle tempo dopo a prezzi superiori se la scommessa è riuscita e il talento è sbocciato. Ci sono moltissimi casi di carte limited (quelle in 1.000 pezzi) comprate da utenti a poche decine di euro e rivendute a diverse centinaia.

I rischi, facendo investimenti in criptovalute che possono essere estremamente volatili, sono dietro l’angolo. Proprio per questo molti giocatori preferiscono tenere d’occhio il mercato degli ETH (e vendere le card quando Ethereum si deprezza per arricchire il portafoglio in vista di un futuro apprezzamento) piuttosto che dati, statistiche e valutazioni economiche di piattaforme come Transfermarkt.

Come prelevare criptovalute da Sorare

Per prelevare Ethereum da Sorare e riconvertire in euro i premi accumulati o i ricavi della compravendita di carte, l’opzione più semplice è inviare gli ETH a un exchange di criptovalute (ce ne sono moltissimi come Binance, Bittrex e Coinbase), convertirli in euro flat all’interno dell’exchange e spostarli al conto bancario.

È invece possibile depositare Ethereum su Sorare con i portafogli di criptovaluta e il plug-in di MetaMask, con carta di debito o di credito e bonifico bancario (la commissione di transazione è del 10%) oppure con l’applicazione Ramp incorporata in Sorare, che finanzia direttamente il proprio account con carta di credito e debito, conto bancario o altre modalità di pagamento digitale collegate all’app. Ramp prevede commissioni del gas fisse e non calcolate in percentuale all’acquisto.

Trucchi e consigli

Ci sono numerose dritte che i giocatori più esperti e smaliziati forniscono a chi vuole cominciare a fare affari con il fantacalcio di Sorare, una società che sta rivoluzionando questo gioco e che secondo la holding SoftBank oggi vale la bellezza di 4 miliardi e mezzo di dollari, attraendo partner importanti come Gerard Piqué e Oliver Bierhoff, Serena Williams e Antoine Griezmann.

I giocatori da comprare (e quanto investire)

Come nel fantacalcio classico ma da una prospettiva globale, scegliere i giocatori da comprare su Sorare si basa su una combinazione di diversi fattori. Una strategia è andare a caccia di giovani prospetti, basandosi sulle qualità specifiche dei singoli ma anche sull’apprezzamento che potrebbero avere in futuro, magari con l’approssimarsi di eventi internazionali quali i Mondiali o i tornei continentali. Un’altra modalità è muoversi in anticipo nella fase di pre-campionato, analizzando nel dettaglio le rose delle squadre che hanno stretto accordi con Sorare per scovare i calciatori con il miglior rapporto qualità-prezzo.

Quanto investire dipende proprio da questi fattori. Transfermarkt è ormai un punto di riferimento per gli addetti ai lavori: fornisce un eccellente database di informazioni sia in termini di performance che di valutazioni dei cartellini presenti e future. Il fattore fondamentale quando si acquista una card su Sorare è l’età del calciatore: più sono giovani e (salvo eccezioni) meno si spende, più la scommessa si rivelerà vinta e più si potrà aumentare il valore della carta e rivederla accumulando una significativa plusvalenza. Resta comunque difficile stabilire quanto dovrebbe costare un giocatore e quanto investire sul suo acquisto. Le tre regole fondamentali da tenere sempre a mente sono: il valore del calciatore (e della squadra in cui gioca, di club e nazionale), l’utilità che ha la card nel gioco e la collezionabilità della carta (come per le figurine da collezione) anche al di fuori di Sorare.

Come vendere i giocatori

Come detto, per vendere le carte dei giocatori all’asta si deve andare alla sezione “Calciomercato” di Sorare. Qui ci sono tantissimi “fantapresidenti” che mettono in vendita le loro carte e il compratore può fare un’offerta per accaparrarsele. Chi vuole mettere una card sul mercato deve cliccare sulla carta nella galleria e generare l’inserzione indicando il prezzo finale che l’acquirente dovrà corrispondere per assicurarsi il calciatore. L’asta dura 48 ore. Se non c’è un’offerta, la carta resta nella rosa del venditore. Il sistema consiglia di inserire sempre un prezzo minimo standard per evitare l’assalto di manager che tentano la fortuna con offerte troppo basse.

C’è pure la possibilità di fare un’offerta diretta (di acquisto o di scambio) per una carta non in vendita: il detentore della card valuta la proposta e decide se accettarla o rifiutarla. In generale è meglio vendere i giocatori prima dell’inizio della stagione e subito dopo l’inizio delle soste (sono le fasi in cui le carte guadagnano più valore perché i calciatori ottengono punti maggiori) e in un tempo utile ad inserire un giocatore in formazione per la prossima giornata di campionato: chi ha un calciatore che si è appena infortunato avrà necessità di rimpiazzarlo in tempo per la sfida successiva. Senza mai dimenticare il valore della criptovaluta, ovvero l’aumento o la diminuzione di ETH.

Ottenere carte gratis

Si ottiene una carta gratis da Sorare in diversi modi. Il più semplice è iscriversi ai tornei casuali e ottenere altre carte comuni o limitate se si vince il torneo. Una seconda modalità è completare gli obiettivi stabiliti dalla piattaforma nella fase successiva all’iscrizione. Un altro modo per conquistare card è partecipare ai mini-giochi dei siti partner di Sorare che mettono in palio carte comuni e limitate a seconda dei risultati ottenuti. Infine c’è la classica funzione “Invita un amico“: ogni volta che una persona presentata accetta di iscriversi a Sorare e acquista cinque carte all’asta, chi ha invitato il neoiscritto strappa una nuova card.

SorareData

Le prestazioni dei calciatori e quindi i valori delle card di Sorare sono determinati da una serie di parametri tecnici. Per non farsi trovare impreparati, specie sui giocatori di campionati meno conosciuti, gli utenti possono consultare SorareData, il portale strutturato appositamente per Sorare e strumento fondamentale per cercare informazioni sui calciatori, sul marketplace e sugli altri manager.

Il servizio fornisce statistiche generali dei calciatori (età, ruolo, squadre, gol, assist, cartellini, media punti, numero di carte disponibili sul mercato e andamento dei prezzi) e soprattutto archivia tutte le transazioni di carte con i prezzi finali delle aste e sul mercato secondario. Se si tiene d’occhio un giocatore e una card, SorareData permette di generare una “watchlist” che invia all’utente notifiche sui movimenti relativi a quel calciatore o a una determinata carta. Il database ha pure lanciato la sezione “Play” con dei tornei aggiuntivi a quelli di Sorare: leghe private più piccole o campionati regionali per fare pratica e allenarsi in vista dell’SO5.

Questo database serve soprattutto quando non si ha idea del valore specifico che può avere una card e occorre conoscere una cifra orientativa da sottoporre agli offerenti se si intende venderla. SorareData visualizza la migliore offerta di mercato in quel momento (il prezzo medio di vendita è relativo agli ultimi tre giorni) e garantisce così un parametro attendibile di valutazione.

 

AUTORE

Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.