STM: nel 4° trimestre ricavi oltre le attese ma titolo crolla in Borsa

STM: nel 4° trimestre ricavi oltre le attese ma titolo crolla in Borsa

STM: nel 4° trimestre ricavi oltre le attese ma titolo crolla in Borsa

STM ha pubblicato i dati preliminari 2021. La guidance fornita dal gruppo a ottobre era di 3,40 miliardi di dollari, con un aumento del 6,3%. Il Ceo Chery: l’anno appena terminato con fatturato di 12,76 miliardi, +24,9% sul 2020 grazie a una forte performance in tutti i mercati.

 

STM ha pubblicato venerdì scorso prima dell’avvio delle contrattazioni alcuni dati preliminari del quarto trimestre 2021. In dettaglio il gruppo ha annunciato che i ricavi netti non certificati per il quarto trimestre chiuso il 31 dicembre sono superiori all’intervallo delle guidance aziendali fornito il 28 ottobre. I ricavi netti del trimestre sono stati di 3,56 miliardi di dollari, in aumento dell’11,2% su base trimestrale e di 140 punti base al di sopra della fascia alta del range segnalato dalla società. La stima era che i ricavi netti del quarto trimestre fossero di 3,40 miliardi di dollari, con un aumento del 6,3%, più o meno 350 punti base.

“Abbiamo chiuso il quarto trimestre con ricavi netti al di sopra dell’intervallo di previsione e con un margine lordo pari o leggermente al di sopra della fascia alta della forchetta stimata per un andamento migliore del previsto in un mercato dinamico. I nostri ricavi per l’esercizio 2021 hanno raggiunto 12,76 miliardi, un aumento del 24,9% rispetto al 2020, che riflette una forte performance in tutti i mercati finali a cui ci rivolgiamo”, ha affermato Jean-Marc Chery, presidente e ceo di STM Microelectronics.

Citi (neutral e prezzo obiettivo di 45 euro confermati) ricorda che la società aveva indicato per il quarto trimestre un margine lordo del 43%, +/-200 punti base, indicando quindi che potrebbe attestarsi al 45%, oltre il consenso del 42,9%, e in netto aumento dal 40,5% e dal 41,6% dei livelli del secondo e del terzo trimestre 2021″. La società terrà una conference call per discutere i risultati finanziari del quarto trimestre e dell’intero anno 2021 e le prospettive aziendali il 27 gennaio alle 9:30.

Banca Akros dopo i dati ha alzato il giudizio da neutral ad accumulate confermando il prezzo obiettivo di 46 euro sottolineando che i 3,56 miliardi di ricavi trimestrali sono in rialzo del 9,9% su base annua e che i 12,76 miliardi per il 2021 si confrontano con 12,61 miliardi del consenso. “Crediamo che un ambiente più favorevole sul fronte dei prezzi e sul fronte del mix di prodotti abbia sostenuto i risultati. Il margine lordo dovrebbe attestarsi al 45%, un livello record per STM. I dati confermano i trend forti del settore che a fatica soddisfa la domanda boom. Alziamo la raccomandazione ad accumulate in attesa di ulteriori revisioni delle stime in occasione della comunicazione ufficiale dei dati 2021”, sottolinea Banca Akros.

Infine fa eco Equita Sim, che conferma il giudizio hold con prezzo obiettivo di 44 euro. “Nella dichiarazione, il ceo Chery ha indicato che il gross margin è stato pari o leggermente superiore all’estremità del range di outlook, il che implica un numero record di almeno il 45% rispetto alla guidance del 43%. La società, inoltre, sta per riportare una guidance sul capex 2022, mentre quella sulle vendite verrà normalmente rilasciata in aprile. Il titolo è attualmente scambiato con un rapporto prezzo/utili 2022-2023 di 20-18 volte in linea con l’indice dei semiconduttori, Sox, contro un premio storico del 6%”.

 

Analisi grafica azioni: pattern Bearish Engulfing amplifica la discesa

Il titolo STM sembra essere impostato al ribasso nel breve termine, anche grazie alla performance molto negativa registrata nella seduta di ieri (-4,53%). Dopo un’apertura (giustamente) al di sopra della chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 42,180, andando a chiudere non lontano a quota 42,375.

La resistenza posta sul livello 45 euro, e rappresentata dall’indicatore Supertrend daily, sembra al momento davvero invalicabile tant’è che il successivo movimento dei corsi ha permesso al mercato di creare un pattern grafico denominato Bearish Engulfing, indicante una generalizzata intenzione di vendere da parte degli operatori. Pressione negativa che dovrebbe perdurare per tutta la settimana in corso.

L’impostazione grafica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sotto sia dell’indicatore Supertrend che della media mobile a 25, mentre l’indicatore Parabolic Sar è diventato rialzista da poco. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 46. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 45,100 con target nell’intorno dei 46 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 42,180 con obiettivo molto vicino al livello 41,330.

 


L’andamento di breve termine del titolo STM

Post correlati

Le regole per la flat tax nel regime forfettario (anche al 5%)

IPO: FCA propone nuove regole per attrarre fintech e startup

Nvidia: delude l’outlook dei prossimi mesi. Nuovi target al ribasso?

Apple: la produzione di iPhone verrà ridotta quest’anno

Terra: avviato un nuovo piano per rilanciare la cripto Luna