Bitcoin: 3 grossi problemi nell’inserimento nei piani 401 (k)

Bitcoin: 3 grossi problemi nell’inserimento nei piani 401 (k)

L’idea di Fidelity Investments di includere Bitcoin nei piani pensionistici 401 (k) in USA ha destato grande scalpore, perché finora nessun fondo pensionistico si era spinto così avanti in maniera decisa. La strada però è tutt’altro che in discesa e già i gestori di fondi e contributi sono stati avvisati dal Dipartimento del Lavoro che saranno sottoposti a indagine per verificare se i loro programmi crittografici non contrastino con principi di sana e prudenza amministrazione…

Leggi tutto

Calpers: ecco cosa ha comprato e venduto il più grande fondo pensione USA

Calpers: ecco cosa ha comprato e venduto il più grande fondo pensione USA

Calpers ha reso noto gli acquisti e le vendite effettuate nel primo trimestre di quest’anno, in base a un modulo depositato presso la Securities and Exchange Commission. Il più grande fondo pensione americano si è caricato di azioni AMC, Advanced Micro Devices e Block, mentre ha tagliato il suo investimento in Netflix. Il sistema pensionistico dei dipendenti pubblici della California gestisce oggi 450 miliardi di dollari di asset, più di qualunque altra pensione pubblica degli…

Leggi tutto

Bitcoin nei piani 401 (k)? Ecco pro e contro

Bitcoin nei piani 401 (k)? Ecco pro e contro

Fidelity Investments sta per compiere un passo molto importante, ossia quello di offrire la possibilità di possedere Bitcoin nei conti pensionistici 401 (k). La cosa ha suscitato grande interesse nell’opinione pubblica, soprattutto alla luce del calibro dell’azienda finanziaria che sta sponsorizzando l’iniziativa. Fidelity infatti ha in gestione circa 2.700 miliardi di dollari negli asset del piano 401 (k). Ora darà come opzione a circa 23 mila datori di lavoro di aggiungere risorse digitali nei loro…

Leggi tutto

Bitcoin: Fidelity li aggiunge nei piani 401 (k), cosa significa per le criptovalute?

Bitcoin: Fidelity li aggiunge nei piani 401 (k), cosa significa per le criptovalute?

Fidelity ha annunciato che inserirà Bitcoin in alcuni piani 401 (k) che gestisce. Dave Gray, responsabile delle offerte e piattaforme pensionistiche dell’azienda finanziaria, ha affermato che Fidelity considera la tecnologia blockchain e le risorse digitali una parte molto importante del futuro del settore finanziario. Quindi presto i lavoratori dipendenti potranno avere a disposizione un modo per investire in Bitcoin attraverso conti digitali dedicati. Tali conti conterrebbero sia valute digitali che investimenti nel mercato monetario. Bitcoin…

Leggi tutto

Criptovalute: investimenti in crescita nei fondi pensione USA

Criptovalute: investimenti in crescita nei fondi pensione USA

Investire in criptovalute attraverso i conti pensionistici individuali o i piani 401 (k) sponsorizzati dall’azienda era un miraggio fino a poco tempo fa. La situazione si è cominciata a muovere quando nel luglio dello scorso anno ForUsAll, fornitore per i fondi 401(k), ha iniziato a collaborare con Coinbase per permettere ai lavoratori di investire fino al 5% dei loro contribuiti in alcune valute digitali come Bitcoin, Ethereum, Litecoin e altre.  David Ramirez, Chief Investment Officer…

Leggi tutto

I fondi pensione australiani in ritirata dalla Cina

I fondi pensione australiani in ritirata dalla Cina

I fondi pensione australiani sono in ritirata dalle azioni cinesi. Lo rivelano i dirigenti previdenziali, manifestando tutta la loro preoccupazione per la politica di prosperità comune portata avanti dal Presidente Xi Jinping. A loro giudizio, tutto ciò porterà solo a interferenze statali nel settore privato rischiando di distruggere aziende che per anni sono stati la colonna portante del Paese. A partire da luglio 2020 infatti le Autorithy di Pechino hanno iniziato una campagna repressiva estremamente…

Leggi tutto

Fondi pensione USA: l’inflazione fa aumentare i costi

Fondi pensione USA: l’inflazione fa aumentare i costi

L’inflazione quest’anno risulterà essere molto costosa per i fondi pensione americani. L’aumento dei prezzi infatti farà crescere gli assegni pensionistici da pagare ai pensionati. In base a uno studio effettuato dalla National Association of State Retirement Administrators, con un indice dei prezzi al consumo che è arrivato al 7,5%, alcuni fondi stanno aumentando le pensioni di oltre il 3% per la prima volta negli ultimi 10 anni.  Con un livello di inflazione molto basso per…

Leggi tutto

Fondi pensione: ecco quello che punta su NIO, Xpeng, Li Auto e Rivian

Fondi pensione: ecco quello che punta su NIO, Xpeng, Li Auto e Rivian

Fondi pensione particolarmente attivi a Wall Street. Il California State Teachers’ Retirement System, secondo fondo pensione più grande degli Stati Uniti, punta sulle auto elettriche e in particolare sulle azioni di NIO, Xpeng, Li Auto e Rivian Automotive. In un deposito normativo presso la Securities and Exchange Commission risulta infatti che sul finire del 2021 il sistema pensionistico degli insegnanti dello Stato della California ha praticamente triplicato i suoi investimenti nei titoli delle compagnie cinesi….

Leggi tutto

Fondi pensione USA: ora investono sul credito privato

Fondi pensione USA: ora investono sul credito privato

Negli ultimi tempi sta prendendo piede tra le scelte di portafoglio dei fondi pensione americani quella di investire nel credito privato. Per tanti anni i gestori hanno ridimensionato le obbligazioni, i prestiti bancari e altre forme di prestito quotati in Borsa, per via dello scarso ritorno degli investimenti in rapporto al rischio assunto. Per questa ragione ora hanno tentato la carta dell’allocazione privata con lo scopo di garantire un rendimento più attinente alle aspettative dei…

Leggi tutto

Investimenti: i fondi ora puntano sui mercati privati

Investimenti: i fondi ora puntano sui mercati privati

Dove allocare i propri investimenti in questa fase storica? Per i gestori dei fondi le scelte di investimento non sono molto facili in questo periodo. Le azioni hanno raggiunto valutazioni molto alte e, con la prospettiva di rialzo dei tassi d’interesse da parte delle Banche centrali, potrebbero pagare il costo opportunità rispetto alla detenzione di titoli a reddito fisso. Le obbligazioni però dal canto loro non sarebbero nemmeno una prima scelta. Fino a poco tempo…

Leggi tutto
1 2