Notizie su Spread - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Spread

In queste pagine di Borsa&Finanza trovi maggiori informazioni sullo spread, sul suo andamento e su come influenza alcune scelte economiche in campo italiano e internazionale.

Letteralmente “spread” significa “divario” e in genere si usa per indicare la differenza tra due valori. In economia si ricorre a questo termine per indicare il differenziale a tra i tassi d’interesse offerti sui propri titoli di Stato da due Paesi, o anche il divario esistente tra il tasso di interesse offerto sulle obbligazioni con scadenza nel breve e quelle con scadenza nel lungo termine.

Negli ultimi anni, a partire dalla “crisi del debito” del 2011/2012, il differenziale più famoso è osservato è quello tra i Buoni del Tesoro (BTP) italiani con scadenza a 10 anni e i corrispondenti titoli di Stato tedeschi (i Bund). Questi ultimi vengono presi come termine di paragone in quanto, all’interno dell’Unione Europea, la Germania è considerata il Paese più stabile e con il minore grado di rischio. Ed è proprio lo spread che indica la differente rischiosità dell’uno o dell’altro Paese e il suo stato di salute: se il tasso di interesse offerto è alto, infatti, è probabile che i titoli di Stato corrispondenti siano meno sicuri (e viceversa).

Il valore dello spread è una determinazione del mercato e di chi vi investe, che richiede minore o maggiore compensazione, in termini di rendimento, se il rischio è maggiore. Più nel dettaglio, il calcolo dello spread viene fatto seguendo la formula (Tasso di interesse percentuale italiano – tasso di interesse percentuale tedesco) * 100.

Il primo ministro francese Emmanuel Macron
Idea di Investimento

Il grande azzardo di Emmanuel Macron

Il terremoto elettorale europeo ha avuto il suo epicentro in Francia. Le elezioni anticipate chiamate da Emmanuel Macron rischiano di premiare il Front National di Marine Le Pen con rischi