Tour de France 2022: ecco tutti i premi per chi vince la Grande Boucle

Tour de France 2022: ecco tutti i premi per chi vince la Grande Boucle

Tour de France 2022: ecco tutti i premi per chi vince la Grande Boucle

Partenza il 1° luglio da Copenaghen con una cronometro di 13 chilometri, sconfinamenti in Belgio e in Svizzera prima dell’epilogo del 24 luglio con la classica passerella sugli Champs Élysées a Parigi, pietre alla quinta frazione, le Alpi prima dei Pirenei, cinque arrivi in salita, 22 squadre, i ritorni dell’Alpe d’Huez e del Col du Granon, 23 Gran Premi della Montagna complessivi per un totale di 21 tappe e 3.328 chilometri. Sono i numeri del Tour de France 2022, la corsa più attesa dell’anno che vede tra i corridori presenti il due volte campione in carica Tadej Pogačar, lo sfidante (e connazionale sloveno) Primož Roglič, il danese Jonas Vingegaard, il colombiano Nairo Quintana e la crème de la crème del ciclismo internazionale.

La 109° edizione della Grande Boucle è seguita dal rinnovato Tour de France femminile che si corre dal 24 al 31 luglio. Dopo il Tour de la CEE Féminin, il Tour Cycliste Féminin e la Grande Boucle Féminine Internationale andati in scena dal 1992 al 2009, la corsa rosa torna in versione riveduta e corretta: la direttrice è Marion Rousse e l’organizzazione è dell’Amaury Sport Organisation, la stessa società che allestisce il Tour maschile. Il Tour de France Femmes avec Zwift è la corsa più ricca del calendario femminile: l’A.S.O. mette in palio un montepremi di 250.000 euro con un premio di 50.000 euro per la vincitrice. Il confronto con i colleghi uomini, tuttavia, resta impietoso: il montepremi del Tour de France Femmes è dieci volte inferiore a quello della Grande Boucle maschile. Ma quanto vale il Tour e quanto guadagna chi chiude la gara in maglia gialla?

 

Il montepremi del Tour de France

Il Tour de France è la corsa a tappe più rimunerativa della stagione, molto di più del Giro d’Italia e degli altri grandi Giri europei. Sono in tanti a chiedersi quanto e cosa guadagnano i vincitori: ebbene, nel 2022, in aumento rispetto al 2021, il montepremi è di 2.295.850 euro. A garantire questa cifra mostruosa sono soprattutto i partner e le comunità locali che ospitano le tappe della competizione. I cinque principali sono LCL (il Crédit Lyonnais), E.Leclerc, Škoda, Continental e Krys. Le emittenti ufficiali sono France Tv Sport ed Eurovision Services.

I partner dell’evento includono Vittel, Santini, Orange, il Département des Hauts-de-Seine, Century 21, NTT, Tissot, AG2R La Mondiale, Antargaz, Shimano, Lastminute.com, Strava e Named Sport. Insieme ai supporter Haribo e X-Tra Total, i fornitori ufficiali sono Cochonou, Puget, Le Gaulois, Jules, Tourtel Twist, Yamaha, Senseo, Banane de Guadeloupe & Martinique, Logis Hotels, FDJ, Sodexo, Adecco, Domitys, Bostik, AkzoNobel e Lesieur.

I ricavi stimati complessivi della corsa ammontano a 150 milioni di euro, un volume d’affari legato principalmente a diritti televisivi e sponsorizzazioni. In totale sono 36 le reti che trasmettono il Tour in diretta in tutto il mondo. Soltanto in Francia l’accordo tra l’A.S.O. e France Tv per i diritti domestici, valido fino al 2025, vale circa 25 milioni all’anno. È invece di 10 milioni annui la cifra che l’organizzazione incassa dalla partnership cominciata quattro anni fa con la banca LCL, il cui logo campeggia sia sulla maglia gialla maschile che su quella femminile.

 

Quanto guadagna chi vince il Tour de France

Come detto, il montepremi della Grande Boucle è di 2,3 milioni di euro. Soltanto il premio del vincitore del Tour de France è di 500.000 euro. Al secondo classificato vanno 200.000 euro e al terzo 100.000 euro. I premi della classifica finale arrivano fino al 160° posto perché è usanza della corsa francese onorare con 1.000 euro tutti i corridori che riescono a portare a termine la corsa per intero.

 

  • 500.000 al primo classificato
  • 200.000 al secondo
  • 100.000 euro al terzo
  • 70.000 euro al quarto
  • 50.000 euro al quinto
  • 23.000 euro al sesto
  • 11.500 euro al settimo
  • 7.600 euro all’ottavo
  • 4.500 euro al nono
  • 3.800 euro al decimo
  • 3.000 euro all’undicesimo
  • 2.700 euro al dodicesimo
  • 2.500 euro al tredicesimo
  • 2.100 euro al quattordicesimo
  • 2.000 euro al quindicesimo
  • 1.500 euro al sedicesimo
  • 1.300 euro al diciassettesimo
  • 1.200 euro al diciottesimo
  • 1.100 euro al diciannovesimo
  • 1.000 euro dal ventesimo al 160° in classifica

 

Ovviamente c’è sempre da tenere a mente che nel ciclismo i corridori non sono i destinatari unici ed esclusivi delle vincite: i premi sono distribuiti in parti uguali tra tutti i ciclisti del team, i dirigenti di squadra e i componenti dello staff tecnico e medico. Inoltre ogni squadra al via riceve un rimborso di 51.243 euro a copertura delle spese.

 

Premi del Tour de France

Per ogni giorno di maglia gialla indossata, il corridore riceve un bonus di 500 euro. Per la maglia verde (il vincitore della classifica a punti) e la maglia a pois (il vincitore della classifica scalatori) sono previsti 25.000 euro a testa nella classifica finale e 300 euro al giorno per chi indossa queste due maglie. La classifica finale di “points” e “grimpeur” premia fino all’ottavo posto.

 

  • 25.000 euro ai vincitori di maglia verde e di maglia a pois
  • 15.000 euro ai secondi classificati
  • 10.000 euro ai terzi
  • 4.000 euro ai quarti
  • 3.500 euro ai quinti
  • 3.000 euro ai sesti
  • 2.500 euro ai settimi
  • 2.000 euro agli ottavi

 

La maglia bianca (il vincitore della classifica giovani) porta a casa 20.000 euro. La classifica “jeune” finale premia fino al quarto posto, mentre il benefit quotidiano per chi la indossa ogni giorno è di 500 euro.

 

  • 20.000 euro al vincitore della maglia bianca
  • 15.000 euro al secondo classificato
  • 10.000 euro al terzo
  • 5.000 euro al quarto

 

Il numero rosso (il vincitore del Premio combattività) vince 20.000 euro (il premio al “super-combatif” è unico nella classifica finale) e chi tiene addosso il numero rosso ad ogni tappa guadagna 2.000 euro giornalieri. Il numero giallo (il primo team nella classifica a squadre) vale invece 50.000 euro e grazie a un montepremi finale di 120.000 euro premia cinque squadre. A questo vanno aggiunti i 2.800 euro giornalieri assegnati alla “meilleure équipe”.

 

  • 50.000 euro al numero giallo della classifica a squadre
  • 30.000 euro alla seconda squadra
  • 20.000 euro alla terza squadra
  • 12.000 euro alla quarta squadra
  • 8.000 euro alla quinta squadra

 

Ogni sprint intermedio vale 1.500 euro per chi arriva per primo al traguardo volante, 1.000 euro vanno al secondo arrivato e 500 euro al terzo. I prix sulle côte variano a seconda della categoria. I GPM hors-categorie (i Gran Premi della Montagna fuori categoria, ossia i passi alpini o pirenaici più storici, prestigiosi e difficili) rendono 800 euro al primo arrivato, 450 euro al secondo e 300 euro al terzo. Il Gran Premio della Montagna di 1° categoria assegna 650 euro al primo arrivato, 400 euro al secondo e 150 euro al terzo; il GPM di 2° categoria vale 500 euro per il primo arrivato e 250 euro per il secondo; i GPM di e di 4° categoria fanno guadagnare ai soli vincitori rispettivamente 300 e 200 euro.

Ci sono infine due premi speciali da 5.000 euro ciascuno: il Souvenir Jacques Goddet per chi arriva per primo sui 2.115 metri del Tourmalet e il Souvenir Henri Desgrange per il corridore che transita prima degli altri sul punto più alto del Tour, nell’edizione 2022 i 2.624 metri di un mostro sacro come il Col du Galibier.

 

Quanto guadagna chi vince una tappa al Tour

I vincitori di ogni singola tappa guadagnano 11.000 euro. Al secondo classificato di ogni tappa vanno 5.500 euro, il terzo strappa invece 2.800 euro. I premi di tappa arrivano fino alla ventesima posizione per un totale di 28.650 euro a tappa.

 

  • 11.000 euro al primo classificato di ogni tappa
  • 5.500 euro al secondo
  • 2.800 euro al terzo
  • 1.500 euro al quarto
  • 830 euro al quinto
  • 780 euro al sesto
  • 730 euro al settimo
  • 670 euro all’ottavo
  • 650 euro al nono
  • 600 euro al decimo
  • 540 euro all’undicesimo
  • 470 euro al dodicesimo
  • 440 euro al tredicesimo
  • 340 euro al quattordicesimo
  • 300 euro dal quindicesimo al ventesimo posto

 

Come se non fossero sufficienti queste gigantesche “récompenses”, l’A.S.O. ha aggiunto alla lista dei partner pure Netflix. L’ufficio stampa del colosso dello streaming fa sapere che durante l’edizione numero 109 del Tour verrà girata una docu-serie (in 8 episodi da 45 minuti ciascuno) che verrà inserita nel 2023 all’interno del catalogo della piattaforma dalla grande N. Le squadre coinvolte sono AG2R Citroën, Alpecin-Fenix, BORA-Hansgrohe, EF Education-EasyPost, Groupama-FDJ, Ineos Grenadiers, Jumbo-Visma e Quick-Step Alpha Vinyl. Manca (a sorpresa) l’UAE Emirates di Tadej Pogačar, il vincitore degli ultimi due Tour e ciclista più pagato al mondo (almeno secondo la classifica stilata dal quotidiano belga Het Nieuwsblad) con un ingaggio da 6 milioni di euro a stagione fino al 2027, uno stipendio più alto dei 5,5 milioni di Chris Froome e Peter Sagan.

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

NAVIGAZIONE ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

VIDEO

La seconda puntata della nuova settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo