Università: quali sono le migliori 10 al mondo - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Università: quali sono le migliori 10 al mondo

Un gruppo di neolaureati

Quali sono le università migliori al mondo? Difficile stabilirlo con esattezza. Ogni anno network e società di consulenza, analisi dei dati e ricerca educativa stilano classifiche chi si basano su una molteplicità di criteri: la fama e la tradizione degli atenei, la reputazione accademica e aziendale, la qualità dei servizi erogati e del corpo docente, le strutture disponibili, le borse di studio, il livello di internazionalizzazione, comunicazione e occupabilità.

 

Le 10 università migliori al mondo: ecco quali sono

È problematico affidarsi alle numerose liste delle migliori università internazionali che circolano online, visto che spesso e volentieri forniscono risposte divergenti proprio a causa dei parametri scelti per compilarle. La classifica che segue prende in considerazione i risultati dell’edizione 2024 del QS World University Rankings, pubblicato su Top Universities e considerato il più importante e prestigioso ranking universitario del mondo. Questa classifica è consultata da decine di milioni di studentesse e studenti e ormai è accreditata come uno strumento valido e attendibile per chi deve scegliere dove studiare dopo il diploma.

 

Massachusetts Institute of Technology (MIT)

Fondato nel 1861 ma aperto nel 1865, il MIT di Boston è una delle più importanti università di ricerca del mondo. Si trova a Cambridge, nel Massachusetts, è organizzato in cinque scuole e un college per un totale di 30 dipartimenti e centinaia di corsi di laurea. Al MIT hanno studiato personalità come Katharine McCormick, Buzz Aldrin, Ilene S. Gordon, Richard Feynman, Robin Chase, Kofi Annan, Robert Langer, Jonah Peretti, Shirley Ann Jackson e Andrea Wong. Il punteggio assegnato da QS è di 100: il MIT conferma così il primo posto già ottenuto nel 2023. Maggiori informazioni come le modalità di selezione e i costi sono disponibili in questo articolo.

 

University of Cambridge

Nata nel 1209, la gloriosa università britannica è forse l’ateneo più ambito da migliaia di giovani di tutto il mondo. Con sede nella cittadina facilmente raggiungibile dall’aeroporto di Stansted, è formata da 29 college che offrono oltre 30 corsi di laurea su più di 65 aree tematiche. A Cambridge hanno studiato 121 vincitori del Premio Nobel (da Bertrand Russell a Didier Queloz) e personaggi del calibro di Isaac Newton, Charles Darwin, John Maynard Keynes, Ludwig Wittgenstein, Muhammad Iqbal, Virginia Woolf e Stephen Hawking. Rispetto al 2023, l’università inglese conferma il secondo posto nel ranking di QS con uno score di 99,2. L’approfondimento con i requisiti per l’ammissione e il costo della retta si trova in quest’analisi.

 

University of Oxford

L’università della City of Dreaming Spires, fondata ufficialmente nel 1231, migliora di una posizione il suo ranking nella classifica QS 2024, scavalcando Stanford e piazzandosi sul gradino più basso del podio con uno score di 98,9. A Oxford ci sono 39 college indipendenti, 5 PPH e un insieme di dipartimenti accademici organizzati in 4 facoltà per centinaia di corsi di laurea. Tra i nomi più celebri che l’ateneo può vantare nel suo storico figurano 70 Nobel e personalità del calibro di John Locke, Thomas Hobbes, Oscar Wilde, Dorothy Hodgkin, Aung San Suu Kyi, Indira Gandhi, Tim Berners-Lee, Margaret Thatcher, Tony Blair e Rishi Sunak. Il procedimento e i test d’ammissione con i requisiti economici sono elencati in questa guida.

 

Harvard University

Una delle otto scuole della Ivy League, il rinomato ateneo con sede a Cambridge nel Massachussets, nato nel 1636, conquista il quarto posto nel QS World University Rankings 2024 con il punteggio di 98,3, +1 posizione rispetto al 2023. Forte di 48 premi Pulitzer, 10 vincitori dell’Oscar e svariati Nobel tra i suoi studenti, tra cui spiccano T. S. Eliot, Franklin D. Roosevelt, John F. Kennedy, Leonard Bernstein, Ben Bernanke, Barack Obama, Bill Gates e Mark Zuckerberg, Harvard conta 10 facoltà e 13 scuole per un’offerta di corsi di laurea davvero ricca e completa. Quanto costa la retta e come entrare è spiegato in questo articolo.

 

Stanford University

Nata in California nel 1885, Stanford è famosa negli States come l’università “sforna fenomeni”: tra i suoi ex alunni più famosi ci sono 22 vincitori di Nobel (da Douglass North a Carolyn Bertozzi), 5 premi Pulitzer e personalità del calibro di Herbert Hoover, John Steinbeck, Larry Page, Sergey Brin e Reed Hastings. L’ateneo conta sette scuole specializzate e numerosi programmi accademici per un totale di 67 corsi di laurea. Nel 2024 ha perso due posizioni rispetto al 2023 nella classifica QS: è quinta con il punteggio di 98,1. In questo approfondimento le modalità di selezione e il costo delle tasse.

 

Imperial College London

Stabile al sesto posto nel ranking QS del 2024 con uno score di 97,8 c’è l’ateneo londinese fondato ufficialmente nel 1907, capace di primeggiare nei quozienti di innovazione, reputazione e qualità dei servizi. Con 4 facoltà (ingegneria, medicina, scienze naturali e business) sviluppate su diverse aree di studi, dipartimenti e centri interdisciplinari, il college inglese ha avuto tra i suoi alunni parecchi Nobel e personaggi come H. G. Wells, Alexander Fleming, Abdus Salam, Rajiv Gandhi, Ralph Robins, Sally Davies e Martin Hairer. Il processo di selezione all’ICL è estremamente rigido: le modalità di accesso e i costi sono elencati in questo speciale.

 

ETH Zurich

Le prime dieci posizioni del QS World University Rankings sono occupate interamente da università britanniche e statunitensi: l’unica eccezione è il Politecnico federale di Zurigo. La migliore università d’Europa passa dal nono posto del 2023 al settimo del 2024 con un punteggio di 93,3. Nato nel 1855, l’istituto elvetico è anche uno dei più importanti centri di ricerca al mondo e sviluppa i suoi corsi di laurea su sei aree: architettura e ingegneria civile, scienze ingegneristiche, scienze naturali e matematica, scienze naturali orientate ai sistemi e politica pubblica. Ben 22 Nobel hanno studiato e insegnato al Poli, da Albert Einstein e Peter Debye a Kurt Wüthrich e Max Frisch. Come accedere all’ETH è indicato in questo approfondimento.

 

National University of Singapore (NUS)

L’unica università asiatica nella classifica di QS è l’ateneo di Singapore, fondato nel 1905 su impulso dell’imprenditore e attivista Tan Jiak Kim e dal 1980 un centro d’eccellenza nella formazione e nelle attività di ricerca. Dall’undicesimo posto del 2023 la NUS balza all’ottavo del 2024 grazie ad uno score di 92,7. L’offerta didattica è strutturata in 16 college, scuole e facoltà per centinaia di lauree triennali, magistrali e specialistiche. A Singapore si sono laureati premier come Lee Kuan Yew e Goh Chok Tong, l’ex direttrice dell’OMS Margaret Chan, lo storico Wang Gungwu, l’ex CEO della Borsa di Singapore Chew Choon Seng e tanti altri.

 

UCL

Nata nel 1826 e famosa nel Regno Unito come alternativa laica a Oxford e Cambridge, l’UCL di Londra perde una posizione nel ranking QS: dall’ottavo posto del 2023 passa al nono del 2024 con un punteggio di 92,4. Nonostante il calo, la University College London rimane un must per i suoi corsi di laurea (424 undergraduate e 545 graduate, spalmati su undici facoltà) e per gli alunni eccellenti tra Nobel come Francis Crick, Otto Hahn e Peter Higgs e politici quali Lord Herschell, Jomo Kenyatta e Hugh Gaitskell. Il meccanismo di selezione e il budget per studiare al college sono analizzati in questo approfondimento.

 

University of California, Berkeley (UCB)

Università pubblica numero uno al mondo fondata nel 1868, Berkeley chiude la Top 10 di QS del 2024 con uno score di 90,4: una progressione impressionante rispetto agli 82,7 punti e il 27esimo posto del 2023. Grazie a 184 programmi e dipartimenti accademici organizzati in 14 college e scuole e 350 corsi di laurea, l’ateneo californiano è anche leader globale per la sostenibilità oltre che punto d’eccellenza per la ricerca in fisica, chimica, medicina, economia e informatica. Tra i suoi professori conta 94 Nobel e alunni famosi come Steven Chu, Zulfikar Ali Bhutto, Pedro Nel Ospina Vázquez, Eric Schmidt, Steve Wozniak, Gregory Peck e Natalie Coughlin. I requisiti per l’ammissione, i test e il costo della retta sono presenti in questo approfondimento.

Riepilogando, ecco la classifica delle 10 università migliori al mondo emerse dal QS World University Rankings 2024:

 

  1. Massachusetts Institute of Technology (MIT)
  2. University of Cambridge
  3. University of Oxford
  4. Harvard University
  5. Stanford University
  6. Imperial College London
  7. ETH Zurich
  8. National University of Singapore (NUS)
  9. UCL (University College London)
  10. University of California, Berkeley (UCB)

 

Fuori dalla Top 10 si piazzano dall’undicesimo al ventesimo posto la University of Chicago, la University of Pennsylvania di Philadelphia, la Cornell University di Ithaca nello stato di New York, la University of Melbourne con sede a Parkville, il Caltech (California Institute of Technology) di Pasadena, l’Università Yale di New Haven nel Connecticut, l’Università di Pechino, l’Università di Princeton nel New Jersey, la UNSW (University of New South Wales) di Sydney e la University of Sydney.

AUTORE

Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *