Università San Raffaele Roma: quanto costa la retta e come iscriversi - Borsa&Finanza

Università San Raffaele Roma: quanto costa la retta e come iscriversi

L'Università Telematica San Raffaele Roma

Istituita l’8 maggio 2006, l’Università San Raffaele Roma è l’ateneo telematico che con Pegaso e Mercatorum fa parte del network di Multiversity, il primo gruppo in Italia nel settore della Digital Education. Controllata dal fondo inglese CVC e presieduta da Luciano Violante, Multiversity vuole creare un ponte tra sapere accademico e cultura digitale, puntando sul connubio tra formazione e innovazione. Prima tra le università telematiche italiane per la ricerca, l’Unitel San Raffaele ha tre sedi: Roma, Milano e Catania. Ma come funziona l’immatricolazione e quanto costa studiare all’UniRoma 5?

 

Le modalità di selezione all’Università San Raffaele Roma

Da qualche anno, insieme agli atenei tradizionali, il Ministero dell’università e della ricerca riconosce legalmente le università telematiche, istituti che erogano corsi in e-learning per tutti e tre i cicli della formazione superiore. A differenza delle università tradizionali, sia pubbliche che private, le telematiche non prevedono un test d’ammissione da superare. Nel caso della San Raffaele di Roma, l’iscrizione avviene online nel giro di pochi minuti.

Non c’è una selezione: basta sostenere una verifica non selettiva che consiste in un test di controllo delle conoscenze, composto da domande di cultura generale, logica e relative al corso scelto. Non è necessario ottenere un risultato ottimale: in caso di punteggio non sufficiente, vengono assegnati degli obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da assolvere durante il primo anno accademico partecipando alle attività didattiche integrative. Il quiz avviene in un’aula virtuale, è costituito da dieci domande a risposta multipla e può essere sostenuto in qualsiasi momento. Assicurato l’esito positivo, il candidato potrà iscriversi direttamente al corso di studio.

 

UniRoma 5, come funziona l’iscrizione

Per iscriversi all’Università Telematica San Raffaele, basta andare sul sito ufficiale dell’ateneo e registrarsi nell’apposita pagina, inserendo i dati personali, il recapito e-mail e scegliendo una password. Al termine della registrazione si riceve una e-mail con le credenziali da utilizzare per accedere ai servizi e immatricolarsi ai corsi di studio. I documenti necessari sono:

 

  • un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • la tessera sanitaria;
  • l’autocertificazione del titolo di studio;
  • copia del pagamento di prima rata e tassa regionale;
  • il contratto con lo studente firmato.

 

Sia l’autocertificazione che il contratto sono disponibili sul sito dell’ateneo. Naturalmente qualora uno o più dati sull’autocertificazione risultassero falsi o errati, l’università si riserva il diritto di modificare o annullare l’immatricolazione e il candidato incappa nelle sanzioni penali previste dalla normativa vigente. Quanto al contratto, serve a regolare l’adesione ai servizi erogati dall’istituto e a definire le eventuali modalità di risoluzione del rapporto tra studente e ateneo.

 

I corsi di laurea presenti

L’Unitel San Raffaele prevede complessivamente sette corsi di laurea. Quelli di durata triennale sono in:

 

  • Moda e design industriale;
  • Scienze dell’alimentazione e gastronomia;
  • Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione;
  • Scienze motorie.

 

I corsi di laurea magistrale, di durata biennale, sono in:

 

  • Management e consulenza aziendale;
  • Scienze della nutrizione umana;
  • Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate.

 

A quest’offerta si affiancano i Master (di I livello e II livello), i corsi di perfezionamento e i corsi singoli e di formazione, riservati a studentesse e studenti anche laureati e iscritti a corsi di studio presso università estere. In aggiunta, è attivo il servizio tirocini per favorire il contatto e l’incontro fra l’università, gli studenti, i laureati e le aziende interessate alla creazione di tirocini e stage.

 

Il costo annuo della retta

Il costo della retta all’Università San Raffaele Roma è di 3.400 euro all’anno accademico. L’importo può essere versato in un’unica soluzione oppure in 4 o 8 rate da 425 euro. Per i nuovi iscritti, la prima rata va versata all’atto dell’immatricolazione/iscrizione insieme alla tassa regionale per il diritto allo studio universitario nel Lazio da 140 euro.

I 3.400 euro all’anno fanno riferimento all’iscrizione con la formula online: per quella all inclusive, con la disponibilità del canale di ECP (i cosiddetti E-learning Center Point: poli formativi e didattici su tutto il territorio nazionale che garantiscono l’orientamento e l’assistenza in tutte le fasi didattiche), si sale a 4.000 euro, ad esempio per il corso di laurea in Moda e design industriale e quello in Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione indirizzo calcio.

Per gli studenti disabili e per quelli iscritti ad associazioni, sindacati o enti convenzionati con l’università, sono previste particolari agevolazioni economiche. Le borse di studio valgono anche negli atenei digitali: Multiversity ha un accordo con il Gruppo 24 Ore per Sole 24 Ore Formazione, un programma di grants per Master in Healthcare & Management sanitario, Gestione dei crediti non performing, Digital marketing, e-commerce & CRM, CFO prospects, Cybersecurity e ESG & strategie di sostenibilità.

 

Gli altri costi da sostenere

Il vantaggio dell’università telematica è che permette di studiare comodamente da casa, senza doversi spostare per frequentare i corsi e fare il fuorisede o il pendolare in una città come Roma, dove il costo della vita è meno caro rispetto ad altre grandi capitali europee ma comunque dispendioso, specie con le recenti fiammate dell’inflazione. L’unico obbligo in presenza avviene per svolgere gli esami e la discussione della tesi, che contempla una tassa di laurea da 200 euro da pagare all’atto della presentazione della domanda di laurea.

L’Università Telematica San Raffaele ha tre sedi istituzionali: la principale a Roma in via di Val Cannuta (in zona Aurelio), a Milano in via Francesco Daverio e a Catania in via Milano. L’ateneo è molto flessibile e prevede un maggior numero di appelli per gli esami, con la possibilità di sostenere gli esami nelle sedi decentrate presenti su tutto il territorio nazionale. Ad oggi si contano 16 sedi decentrate ad Andria, Assisi, Bologna, Cosenza, Firenze, Frattamaggiore, Imperia, Macerata, Napoli, Palermo, Pescara, Potenza, Torino, Trieste, Velletri e Verona, ma l’elenco è in costante ampliamento. Oltre ai viaggi e agli spostamenti per gli esami, quindi, le spese extra sono molto limitate.

AUTORE

Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *