Vaccini Covid: ecco quanto hanno guadagnato i CEO - Borsa e Finanza

Vaccini Covid: ecco quanto hanno guadagnato i CEO

Vaccini Covid: ecco quanto hanno guadagnato i CEO

Quanto hanno incassato i CEO dei produttori di vaccini Covid? Se la vendita dei vaccini ha permesso alle casa farmaceutiche di trarre indubbi benefici economici, anche i guadagni dei loro Amministratori Delegati sono lievitati in questi anni di pandemia. Ma andiamo a vedere chi ha visto crescere maggiormente lo stipendio.

I CEO di Pfizer, BioNTech e Moderna hanno accumulato oltre 100 milioni di dollari di stipendio e sono diventati miliardari grazie all’aumento delle azioni in Borsa delle rispettive società che guidano e nelle quali hanno delle partecipazioni. Ad esempio Stéphane Bancel di Moderna ha una quota del 7,8% nella società, che vale 5,4 miliardi di dollari. Mentre Ugur Sahin di BioNtech possiede una partecipazione del 17,1% nell’azienda, per un controvalore di 7,8 miliardi di dollari. 

In questi 24 mesi, le quotazioni di Pfizer sono cresciute di circa il 60% a Wall Street, quelle di BioNTech sono triplicate, mentre il titolo Moderna è addirittura quintuplicato di valore. Bancel ha capitalizzato l’incredibile aumento delle azioni in Borsa di Moderna, vendendo quote per 404 milioni di dollari. Lo stesso ha fatto Albert Bourla di Pfizer, che ha incassato 5,6 milioni di dollari con la vendita delle azioni dopo l’annuncio che il vaccino era efficace per oltre il 90% per combattere il Coronavirus. Sahin invece non ha effettuato vendite di rilievo.

 

Pfizer, BioNTech e Moderna: gli stipendi dei loro CEO

Al di là dell’aumento del patrimonio derivante dalla crescita delle azioni detenute, gli Amministratori Delegati hanno ricevuto aumenti importanti di stipendi durante la pandemia. Il più grande è stato quello di Albert Bourla di Pfizer, che ricevuto 45,3 milioni di dollari nel biennio 2020-2021, rispetto ai 27,7 milioni di dollari in quello 2018-2019. Sahin ha ottenuto una retribuzione di 30,8 milioni di dollari nel 2020-2021, in netto aumento in confronto agli 8,5 milioni di dollari del 2018-2019. 

Lo stipendio di Bancel invece è diminuito durante la pandemia, diventando di 31,1 milioni di dollari nel 2020-2021 da 67,5 milioni di dollari del 2018-2019. La ragione è dovuta al fatto che il CEO di Moderna ha ricevuto un bonus una tantum di 58,6 milioni di dollari in stock option, dopo l’IPO della società nel 2018. Facendo il totale, i 3 capi degli sviluppatori del vaccino anti Covid-19 hanno visto una busta paga infoltita a 107,2 milioni di dollari nell’ultimo biennio, rispetto ai 103,7 milioni di quello precedente.

 

Retribuzioni CEO: polemiche dagli attivisti

Gli stipendi da sogno da parte dei CEO di Pfizer, BioNTech e Moderna hanno sollevato polemiche da parte di alcuni attivisti, che hanno accusato le aziende di trarre ingiustamente profitto da una pandemia e di non utilizzare le stesse risorse per consentire ai Paesi più poveri di accedere ai vaccini anti Covid-19 a basso costo. Particolarmente duro è stato Steve Knievel, sostenitore dell’accesso ai farmaci presso Public Citizen, un think tank progressista, che ha affermato che le guide di queste aziende hanno costruito una fortuna basata su un modello di business di monopolio. 

In realtà, tutta l’industria farmaceutica ha fatto quadrato intorno alle decisioni delle aziende di aumentare i compensi per i loro dirigenti. John Murphy, chief policy officer di Bio, un gruppo commerciale del settore, ha riferito come grazie al loro duro lavoro sia stato possibile un vaccino in tempi record e oggi sufficiente per raggiungere qualsiasi angolo del pianeta. Giocoforza, i premi sono più che giustificati dagli sforzi straordinari dei leader aziendali durante la pandemia.

 

Post correlati

Coinbase: Cathie Wood non perde la fiducia e accumula azioni

Stripe: cos’è e come funziona la piattaforma per inviare e ricevere pagamenti

McDonald’s lascia la Russia: a Wall Street cosa fare con titolo?

Space economy: ecco 4 azioni su cui puntare

CNH Industrial: trimestre batte le stime, cosa fare in Borsa con azioni?

Lascia un commento