Vianini, approvato aumento capitale fino a 60 milioni: cosa fare in Borsa con l’azione? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Vianini, approvato aumento capitale fino a 60 milioni: cosa fare in Borsa con l’azione?

Una vista esterna di Palazzo Mezzanotte a Milano, sede della Borsa Italiana

L’Assemblea straordinaria di Vianini si è riunita a Roma per deliberare su due importanti questioni. In primo luogo, si è deciso di eliminare l’indicazione del valore nominale delle azioni ordinarie (Azioni senza valore nominale: cosa sono e cosa comportano) e di modificare di conseguenza l’articolo 5 dello Statuto sociale mentre, in secondo luogo, si è deliberato di aumentare il capitale sociale mediante l’emissione di nuove azioni ordinarie, fino a un massimo di 60 milioni di euro, inclusi eventuali sovrapprezzi. Questo aumento di capitale sarà offerto in opzione agli aventi diritto. L’Assemblea ha conferito al Consiglio di amministrazione il potere di definire le modalità, i termini e le condizioni di questo aumento di capitale. Si prevede che l’offerta delle nuove azioni possa essere avviata nel corso dei primi mesi del 2024, previa ottenimento delle autorizzazioni necessarie dalle autorità competenti.

 

 

Vianini, le quotazioni superano il Supertrend e puntano a quota 1 euro

Il titolo Vianini sembra essere impostato al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance positiva registrata nella seduta di venerdì (+1,74%). Dopo un’apertura ad di sopra della chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno dapprima intrapreso un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 0,845, per poi invertire drasticamente la rotta fino a raggiungere un massimo a quota 0,875, coincidente esattamente con il prezzo di chiusura.

Dopo l’area di massimi toccati lo scorso maggio in prossimità del livello 1,250, l’azione ha iniziato lentamente a scendere posizionandosi al di sotto di una evidente trendline discendente, lineare e perdurante, senza mai effettuare alcun rimbalzo degno di nota. Tutto questo fino al minimo del 22 novembre a quota 0,736, visto che da quel momento i corsi hanno arrestato la propria negatività cominciando a lateralizzare all’interno di una stretta congestione che andava interpretata come una fase di accumulazione. Successivamente, infatti, Vianini ha approcciato un timido rimbalzo, prima superando il livello superiore del movimento orizzontale a 0,850 e proprio venerdì andando anche oltre l’importante indicatore Supertrend. Ora le premesse per una ritrovata positività ci sono tutte e se l’inversione di tendenza sarà confermata in queste prime sedute dell’anno, ci sono buone probabilità che venga presto raggiunta la resistenza posta sul livello 1 euro (soglia psicologica).

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 0,875 con target nell’intorno degli 0,933 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 0,845 con obiettivo molto vicino al livello 0,800. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra sia dell’indicatore Parabolic Sar che della media mobile a 25. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 57.


L’andamento di breve termine del titolo VIANINI

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *