Vittorio Feltri: l'antifascismo senza fascisti mi fa ridere

VITTORIO FELTRI: L’ANTIFASCISMO SENZA FASCISTI MI FA RIDERE

feltri

Faccia a faccia con Vittorio Feltri. Intervista su Le Fonti Tv di Manuela Donghi

 

Nuovo faccia a faccia con Vittorio Feltri su Le Fonti Tv. Ancora una volta è stata una chiacchierata a 360 gradi quella con la giornalista Manuela Donghi. Gli argomenti di più stretta attualità sono stati i temi affrontati. Qui sotto i passaggi principali.

 

Vecchia sarà Lilli Gruber, che è in menopausa da 20 anni

“Libero ha pubblicato un articolo su Lilli Gruber scritto da una donna, Costanza Cavalli. Siccome la Gruber sa parlare ma non sa leggere ha pensato che lo avessi scritto io, nonostante ci fosse una firma corpo 14, quindi o è cieca o non capisce quello che legge. Lei mi ha attaccato in modo sessista dicendo che sono in andropausa grave, ignorando che l’andropausa non è una patologia ma un fatto naturale che vivono tutti quelli che hanno la fortuna di invecchiare perchè l’unico modo per non invecchiare è morire giovani e io questa scelta non l’ho fatta. E le donne, dal canto loro, hanno la menopausa. Ma siccome lei è in menopausa da 20 anni non può dare a me del malato di andropausa. Io ho risposto in modo sessista ma è stata lei a offendere me immotivatamente visto che non ero io l’autore dell’articolo”

A Greta Thumberg darei due ceffoni per rispedirla a scuola

“Se avessi una figlia come Greta un paio di ceffoni glieli darei per rimandarla a scuola perchè lei non va a scuola e chi non va a scuola non può arrogarsi il diritto di fare la professoressina. Un tempo la mortalità infantile era molto alta e l’età media era 50 anni. Oggi si vive molto più a lungo, io stesso ho 76 anni e lavoro come quando ne avevo 40, pur avendo fumato e bevuto. Se l’inquinamento avesse fatto tutti i danni che si descrivono, dovevamo stare peggio rispetto a 50 anni fa invece stiamo molto meglio. Quindi è la prova che sono tutte fesserie quelle che dicono i cretini ecologisti”.

Ricevo più insulti io di Liliana Segre

“Spiace moltissimo che una signora di 90 anni come Liliana Segre, che ha subito quello che ha subito, venga insultata. Però non è vero che sono 200 insulti al giorno ma semmai 200 all’anno, quindi non mi sembra una manifestazione così grave. Certo, i cretini ci sono sempre, soprattutto sui social che ormai sono palestre libere dove ciascuno dice la propria stupidaggine e viene preso sul serio. Quanti insulti ricevo io? Il più generoso dice che devo morire, ma io me ne sbatto totalmente. Io non fingo indifferenza, io sono indifferente”.

L’antifascismo senza fascisti mi fa ridere

“Tutti si proclamano antifascisti, ma non è difficile visto che i fascisti non esistono più. Se andiamo a vedere gli ultimi risultati elettorali, CasaPound, che è l’unica formazione fascista che abbiamo in Italia, ha preso lo 0,4%. Quindi non possiamo dire che è una formazione minacciosa, anzi è inesistente. Quindi tutto questo sforzo per essere antifascisti in assenza di nemico mi fa ridere”.

Voto ai 16enni? Ma se non sanno neanche leggere il giornale

“Dicono che abbiamo la più bella Costituzione al mondo, a me non piace ma di fatto c’è. Quindi è incostituzionale stabilire l’età massima per il voto, semmai c’è quella minima che ha un senso, perchè la maturità la si conquista con gli anni, prima 21 ora 18. Ma abbassare il limite a 16 anni è una fesseria perchè i 16enni, come risultata dalle statistiche, non sono nemmeno in grado di decriptare un testo o un articolo di giornale mentre magari una persona di 75 o 80 anni, che ha letto giornali per tutta la vita, magari capisce meglio la situazione”.

 

Qui sotto l’intervista integrale a Vittorio Feltri:

Post correlati

Liquidità: nei fondi mai così alta da attacco a Torri Gemelle

Investv: focus su inflazione e banche italiane

Bitcoin: 3 grossi problemi nell’inserimento nei piani 401 (k)

Azioni value: ecco come hanno preso il sopravvento sui titoli growth

Investv: focus sul settore petrolifero

Lascia un commento