Wells Fargo: trimestrale contrastante, il titolo affonda a Wall Street - Borsa e Finanza

Wells Fargo: trimestrale contrastante, il titolo affonda a Wall Street

Wells Fargo: trimestrale contrastante, il titolo affonda a Wall Street

Wells Fargo cade a Wall Street facendo registrare un calo del 3,8%, dopo che ha riportato risultati in chiaroscuro nel primo trimestre del 2022. Nel complesso la banca d’affari americana ha confermato una tendenza che sta prendendo piega in questa stagione degli utili dove aleggia il sospetto che i guadagni saranno più deboli rispetto a un anno fa, quando l’economia statunitense si stava riprendendo da un periodo burrascoso dettato dalla pandemia.

La prima a confermare questo sospetto è stata JP Morgan, che ha fatto registrare un calo del 42% degli utili; Wells Fargo non ha contribuito a migliorare l’umore. Questo potrebbe essere poco ben augurante per il resto dell’anno, dove la guerra Russia-Ucraina sarà protagonista e impatterà sulla situazione economico-finanziaria del sistema bancario a livello internazionale.

 

Wells Fargo: i numeri della trimestrale

Osservando i dati rilasciati dall’azienda con riferimento ai primi 3 mesi dell’anno, si ricava un utile rettificato di 0,88 dollari, superiore alle previsioni degli analisti di 0,81 dollari. Rispetto a un anno fa, l’utile è sceso del 20% a 3,67 miliardi di dollari. Il fatturato invece è stato lievemente al di sotto delle aspettative: 17,6 vs 17,8 miliardi di dollari. I ricavi sono diminuiti del 5% se si fa un paragone con lo stesso periodo del 2021. Ad aver sofferto sono stati i segmenti consumer banking e lending, corporate e investment banking. Con riferimento al segmento delle banche commerciali dell’istituto, i ricavi sono aumentati del 12% annuo, facendo meglio del mercato in generale che ha riportato una crescita media dell’8%.

Il margine d’interesse dell’istituto bancario è cresciuto del 5% a 9,2 miliardi di dollari, grazie a un livello più basso degli ammortamenti dei premi su titoli garantiti da ipoteca, alla diminuzione dell’indebitamento a lungo termine che ha fatto scendere l’entità degli oneri passivi e all’aumento dei prestiti. Le indennità di perdite su crediti sono diminuite di 1,1 miliardi. Per quanto riguarda la parte di reddito non determinata da interessi, vi è stato un calo del 14% dovuto alla discesa del reddito bancario ipotecario. Wells Fargo ha comunicato di aver implementato un piano di buyback di 110,1 milioni di azioni, pari a 6 miliardi di dollari, nel primo trimestre 2022.

 

Wells Fargo: rischi al ribasso da Fed e guerra Russia-Ucraina

Wells Fargo potrebbe essere uno dei grandi beneficiari dell’aumento dei tassi d’interesse che saranno eseguiti dalla Federal Reserve durante il corso del 2022, poiché vedrebbe accrescere il reddito da interessi che applica su mutui e finanziamenti. L’Amministratore Delegato Charlie Scharf ha dichiarato che la banca trarrà vantaggio dall’aumento dei tassi che andrà a compensare un aumento delle perdite su crediti.

Il CEO della banca ha evidenziato come l’istituto abbia una forte posizione patrimoniale e una base di spesa più bassa, il che crea maggiori possibilità d’investimento. Tuttavia, ha precisato come le misure necessarie per calmare l’inflazione da parte della Fed ridurranno la crescita economica, con la guerra Russia-Ucraina che aggiungerà ulteriori rischi al ribasso. Un pericolo potrebbe venire dal rallentamento della domanda di mutui, perché tassi più alti significa che le persone accendono meno prestiti per comprare una casa. Già questo si è fatto sentire nel primo trimestre dell’anno, con un calo dei mutui del 33% rispetto allo scorso anno.

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

Post correlati

Tiger Global: ecco quanto ha perso con il crollo delle azioni tech

Stablecoin: quali sono le 10 più importanti

Enel: 100 milioni di impatto da extraprofitti, cosa fare con le azioni?

Grano: ecco chi oltre l’India ha imposto divieto di export

Bitcoin: 3 grossi problemi nell’inserimento nei piani 401 (k)

Lascia un commento