Acea chiude la partita Asm Terni, cosa fare con l’azione in Borsa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Acea chiude la partita Asm Terni, cosa fare con l’azione in Borsa?

Un automobile di servizio di Acea e dipendenti della multiutiliy al lavoro su un canale

Si chiude la partita sulla multiutility integrata umbra che vede protagoniste Asm Terni, Acea e il Comune di Terni: “A seguito del perfezionamento di questo accordo, la partecipazione di Acea nel capitale sociale di Asm Terni sale al 45% e l’utility umbra acquisisce il 20% del capitale di Orvieto Ambiente, la società spin-off di Acea Ambiente. Si rafforza così la prima multiutility integrata umbra, una realtà industriale attiva nel settore idrico, nella gestione dei rifiuti, nella produzione di energia elettrica e nella distribuzione e vendita di elettricità e gas”. Adesso il Consiglio comunale dovrà esprimersi sulla nuova composizione societaria. Mirko Menecali, presidente di Asm Terni ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti della conclusione di questo percorso attraverso il quale si è dato vita alla costituzione di una importante realtà industriale che mi pregio di presiedere, che è stata, è e sarà motivo di orgoglio per tutti i cittadini ternani”.

 

Azioni Acea: quotazioni superano Supertrend ma trovano resistenza di area 13,50

Le azioni Acea sembrano essere impostate al rialzo nel breve termine, nonostante la performance negativa registrata nella seduta di ieri (-0,67%). Dopo un’apertura al di sotto della chiusura precedente, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 13,21, per poi rimbalzare leggermente nel corso del pomeriggio fino a chiudere a quota 13,33.

Dopo il minimo toccato lo scorso 13 marzo sul livello 12,06 l’azione ha ripreso a salire all’interno di un canale ascendente costituito da una precisa serie di massimi e minimi crescenti, fino a riuscire a superare anche l’importante indicatore Supertrend a quota 13,34. Da quel momento, però, Acea ha perso slancio innescando un movimento laterale (cinque sedute) che fatica a superare la resistenza statica posta nell’intorno dei 13,50 euro. Probabilmente questa indecisione durerà ancora qualche giornata, occasione per entrare sul titolo per sfruttare il consolidato trend con l’inevitabile breakout rialzista.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 13,50 con target nell’intorno dei 13,78 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 13,14 con obiettivo molto vicino al livello 12,79. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra della media mobile a 25 mentre l’indicatore Parabolic Sar è diventato ribassista giovedì scorso. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 54.


L’andamento di breve termine del titolo ACEA

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *