Apple: in arrivo un nuovo chip per il Mac, ecco cosa sapere - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Apple: in arrivo un nuovo chip per il Mac, ecco cosa sapere

Apple: in arrivo un nuovo chip per il Mac, ecco cosa sapere

Il Mac di Apple avrà un chip di nuova generazione. Secondo alcune indiscrezioni il dispositivo, dotato di un processore M3 cinque mesi fa, avrà ora l’M4, disponibile in almeno tre varietà. Gli M3 non avevano portato grandi miglioramenti rispetto al modello precedente, il che ha pesato sulle vendite del Mac. Il lancio dei computer aggiornati potrebbe arrivare tra la fine del 2024 e l’inizio del 2025, con la gamma che prevede nuovi iMac, il MacBook Pro da 14 pollici di fascia bassa, il MacBook Pro da 14 a 16 pollici di fascia alta e il Mac mini. Tutti quanti avranno il nuovo chip.

Inoltre, nel corso dell’anno prossimo l’azienda starebbe pianificando altri aggiornamenti con il nuovo chip sul MacBook Air da 13 pollici e 15 pollici entro la primavera, sul Mac Studio, intorno alla metà dell’anno, e sul Mac Pro nel 2025. È probabile che alla conferenza annuale degli sviluppatori che si terrà a giugno Apple possa accennare alle modifiche in gestazione.

 

Apple: come sarà il nuovo chip M4

Il chip M4 ha tre versioni. Una entry-level denominata Donan, che sarà inserita nel MacBook Pro entry-level, nei nuovi MacBook Air e in una versione di fascia bassa del Mac mini. La seconda, di nome Brava, nei modelli più potenti come i MacBook Pro di fascia alta e in una versione più costosa del Mac mini. La terza avrà processori first-level chiamati Hidra, per Mac Pro di fascia alta.

L’azienda sta valutando anche di consentire ai Mac più avanzati di supportare fino a mezzo terabyte di memoria, dagli 1,5 terabyte che potevano essere raggiunti aggiungendo memoria pronta all’uso con i dispositivi precedenti che utilizzavano il processore Intel Corp. In realtà, con i chip interni di Apple, la memoria è più profondamente integrata nel processore principale, rendendo più difficile aggiungerne altre. La tecnologia dei chip propri nel Mac è stata portata nel 2020 dopo che per anni Apple ha fatto lo stesso per l’iPad e l’iPhone. Lo sforzo si è rivelato un successo dal momento che le prestazioni sono migliorate e la riprogettazione dei dispositivi Mac è risultata più semplice.

 

Il cambio di passo nell’intelligenza artificiale

Apple sta cercando di cambiare passo nel campo dell’intelligenza artificiale, dove è rimasta indietro rispetto ad altri colossi tecnologici come Microsoft e Google. I nuovi chip interni fanno parte di una spinta più ampia per integrare i prodotti con l’AI (Artificial Intelligence) attraverso l’aggiunta di nuove funzionalità. Molte di queste verranno presentate a giugno al grande evento sugli sviluppatori. A esserne interessati saranno tutti i dispositivi, compreso l’iPhone, su cui l’azienda pianifica aggiornamenti incentrati sull’AI già quest’anno. Gli investitori attendono trepidanti le novità sulla nuova tecnologia che ha spinto  in Borsa le azioni di altre big tech come Nvidia, Microsoft, Meta Platforms e Alphabet, penalizzando viceversa Apple.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *