Apple taglia del 40% stipendio di Tim Cook, ecco quanto guadagnerà

Apple taglia del 40% stipendio di Tim Cook, ecco quanto guadagnerà

Apple taglia lo stipendio di Tim Cook del 40%, ecco quanto il CEO guadagnerà

Apple ha tagliato del 40% lo stipendio dell’Amministratore Delegato Tim Cook, nell’ambito del piano di contenimento dei costi aziendali, vista la situazione delicata a livello macroeconomico e aziendale. Il Comitato per le remunerazioni della società ha approvato l’aggiustamento del compenso e ora il top manager guadagnerà “solo” 49 milioni di dollari, rispetto agli 84 milioni che erano stati previsti a chiusura dell’esercizio 2022. In realtà, lo stipendio base di Cook resta lo stesso di prima, ovvero 3 milioni di euro, con un bonus di 6 milioni. Ciò che invece si riduce fortemente è la componente in azioni, che passerà da 75 milioni dello scorso anno a 40 milioni di quest’anno.

Quest’ultima però è soggetta a variazioni. Nel 2022 infatti Cook è partito dall’obiettivo di 75 milioni, ma ha intascato complessivamente 99,4 milioni, di cui 83 milioni derivanti dal pacchetto azionario, 12 milioni di dollari da incentivi e 3 milioni dallo stipendio. Al pacchetto si aggiungono contributi per il piano pensionistico e la sicurezza, viaggi e aereo personali e incassi per le vacanze. Mentre nel 2021 il CEO aveva intascato 98,7 milioni di dollari. Quest’anno, la parte di azioni assegnata al manager in funzione delle performance salirà fino al 75%, rispetto al 50% del 2022.

 

Apple: Tim Cook rimane uno dei CEO più pagati a Wall Street

Apple ha dovuto cedere alle pressioni esercitate dagli azionisti istituzionali sui compensi percepiti da Tim Cook. La società di consulenza Institutional Shareholder Services aveva sollevato la questione che le azioni del sessantaduenne di Mobile, Alabama, avrebbero continuato a maturare dopo il pensionamento e che la metà dei premi era indipendente dalle performance aziendali.

Finora l’assemblea degli azionisti dell’azienda aveva sempre votato a favore dei compensi di Cook. Tuttavia, vi è stato nel tempo un calo dei consensi: lo scorso anno aveva approvato il piano compensi il 64% degli azionisti, ma nel 2020 il benestare era del 95%. Quest’anno le cose sono cambiate e alla fine si è deciso per una variazione del pacchetto retributivo. Lo stesso Cook ha sostenuto gli sforzi per ridurre la sua paga. Basti pensare che nel 2020 i compensi dell’amministratore valevano 14,8 milioni di dollari e nel 2022 sono arrivati a 99,4 milioni di dollari, ovvero quasi sette volte tanto.

Tim Cook rimane comunque uno dei manager meglio pagati a Wall Street. “Prendendo in considerazione le dimensioni, la portata e le prestazioni comparative di Apple, il Comitato per le retribuzioni intende anche posizionare l’obiettivo di compensazione annuale di Cook tra l’80 ° e il 90 ° percentile rispetto al nostro gruppo di pari primario per gli anni futuri”, ha detto Apple nel deposito presso la Securities and Exchange Commission. Secondo Forbes, il patrimonio di Tim Cook ammonta a 1,7 miliardi di dollari, il quale possiede 3,3 milioni di azioni della società.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *