Azioni Deliveroo: possibile una ripresa degli acquisti con i conti del 2023? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Deliveroo: possibile una ripresa degli acquisti con i conti del 2023?

Nell'immagine, tre rider su biciclette e motorini per le strade di Londra effettuano consegne per Deliveroo

Tra in movimento oggi alla Borsa di Londra ci sono le azioni Deliveroo, in scia ai risultati del 2023 comunicati dalla società nelle scorse ore. Il gruppo delle consegne di cibo a domicilio ha chiuso l’anno passato con un fatturato in crescita dagli 1,975 miliardi di sterline del 2022 a 2,03 miliardi e una perdita netta in riduzione a 31,8 milioni di sterline rispetto al passivo di 294 milioni di sterline dell’anno precedente, facendo meglio delle attese degli analisti. Nel corso dell’anno passato il valore lordo delle transazioni è aumentato del 3,1% a 7,06 miliardi di sterline, mentre l’utile rettificato prima delle imposte si è attestato a 85,4 milioni di sterline, rispetto d una perdita di 45 milioni di sterline.

Durante la presentazione dei dati l’amministratore delegato Will Shu ha dichiarato di aspettarsi per l’anno in corso un margine operativo lordo rettificato compreso tra 110 e 130 milioni di sterline e un flusso di cassa positivo, dopo averlo portato nell’anno passato a -38 milioni di sterline rispetto ai -243 milioni di sterline dell’anno precedente.

 

Azioni Deliveroo: analisi tecnica e strategie operative

Dopo la pubblicazione della trimestrale le azioni Deliveroo stanno vivendo una seduta all’insegna della volatilità, con i corsi che dopo essere scesi sui minimi di periodo in area 108 centesimi, passano di mano nei pressi di quota 118. Nel breve periodo fondamentale rimane la tenuta dei minimi odierni, onde evitare una continuazione del trend discendente partito lo scorso mese di novembre da 149,5 e che avrebbe come prossimi target prima la soglia psicologica dei 100 centesimi e successivamente i minimi dello scorso mese di giugno situati a 97 .

Al contrario, per avere un segnale di forza le quotazioni dovrebbero spingersi sopra le prime resistenze di breve poste nei pressi dei 123 centesimi, oltre i quali l’azione si aprirebbe la strada per un recupero in direzione di 130-131 e successivamente verso i massimi dell’anno in corso situati a 138. Dal punto di vista operativo il superamento di queste aree resistenziali aumenterebbe le chance per il titolo di veder proseguire il suo recupero in direzione dei massimi del 2023 posizionati vicino alla soglia dei 150 pence.

 

DISCLAIMER

Le analisi in oggetto non sono state sponsorizzate dall’emittente o dall’intermediario menzionato. Le informazioni contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. BORSAEFINANZA SRL non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subite a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti nelle analisi di borsaefinanza.it. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sui siti degli emittenti ed ottenere una consulenza professionale. Qui è possibile trovare le informazioni sul produttore dell’analisi.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *