Azioni Generali: cosa fare dopo l'acquisto del 100% di Generali China - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Generali: cosa fare dopo l’acquisto del 100% di Generali China

La sede spagnola di Assicurazioni Generali

Nuovo colpo di mercato per Generali. La compagnia triestina guidata da Philippe Donnet si rafforza in Cina nel ramo danni, diventando azionista del 100% di Generali China Insurance Company Limited. Il Leone ha acquistato il 51% del gruppo di Pechino da China National Petroleum Corporation per un corrispettivo di circa 99 milioni di euro.

Generali China Insurance Company Limited (Gci) è una joint venture creata nel 2009 (sulla base della collaborazione già esistente nel ramo vita) fra l’assicurazione italiana e il colosso petrolifero del Dragone che a inizio novembre aveva annunciato di voler dismettere la propria quota. Come rivelato da MF-Milano Finanza, la dismissione era stata messa nel mirino dal Leone che aveva presentato poi un’offerta.

L’acquisizione, spiega una nota del gruppo di Donnet, rappresenta un investimento strategico a lungo termine per sviluppare in Cina un business danni interamente di proprietà, consentendo a Generali di rafforzarsi con una quota sempre maggiore nel crescente mercato cinese. Generali e Cnpc Capital (la controllata del gruppo petrolifero che aveva in pancia la partecipazione nelle joint-venture) rimarranno partner in Generali China Life Insurance Company, la compagnia attiva nel segmento vita creata nel 2002.

“A chiusura dell’operazione – prosegue la nota del Leone – Generali diventerà il primo operatore straniero ad acquisire la partecipazione di controllo di una compagnia danni da un unico ente statale in Cina, esclusivamente attraverso una procedura di asta pubblica obbligatoria”. Come unico azionista di Gci il gruppo triestino, concludono da Generali, “prevede di espandere la propria rete distributiva in Cina; fare leva sugli investimenti cinesi verso la neutralità carbonica per espandere l’offerta di soluzioni assicurative con componenti Esg, facendo emergere i profili distintivi di Generali su questo mercato; sfruttare il know-how globale, regionale e locale del gruppo per migliorare la strategia di distribuzione di Gci”.

 

Azioni Generali superano di slancio la resistenza in area 20 euro

Quotate all’interno del paniere FTSE Mib, le azioni Generali sono decisamente impostate al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance molto positiva registrata nella seduta di ieri (+1,44%). Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 20,57, per poi andare a chiudere sul finale non distante a quota 20,43.

Dopo il minimo toccato lo scorso 20 ottobre sul livello 17,980 l’azione ha invertito drasticamente la propria rotta posizionandosi al di sopra di una ben delineata trendline ascendente, pur effettuando i consueti e fisiologici pullback. Il tutto fino alla giornata di ieri quando è avvenuto anche il breakout della resistenza posta a quota 20 (soglia psicologica) e corrispondente ai precedenti massimi relativi di metà settembre, che ha permesso ai corsi di raggiungere subito e di slancio anche la resistenza successiva posta in area 20,50.

La struttura grafica è sicuramente positiva e non sono presenti segnali di inversione, ma è pur vero che l’oscillatore RSI si trova ora nella sua fase di “ipercomprato” nell’intorno del livello 79. Quindi, pur confermando la convenienza di acquistare Generali, si potrebbe pensare di approfittare di un eventuale ritracciamento delle quotazioni per poter entrare sul mercato a prezzi più convenienti, magari tra qualche seduta. Comperare oggi sui massimi, infatti, appare troppo rischioso.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 20,57 con target nell’intorno dei 21 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte alla violazione di quota 20,04 con obiettivo molto vicino al livello 19,50. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i corsi stazionare al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati rialzisti a inizio dicembre. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal.


L’andamento di breve termine del titolo GENERALI

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *