Azioni Lufthansa pronte al recupero dopo via libera Ue a fusione con Ita - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Lufthansa pronte al recupero dopo via libera Ue a fusione con Ita

Un aereo Lufthansa poco dopo il decollo

La Commissione europea ha approvato le nozze tra Ita e Lufthansa. Il via libera all’operazione, come preannunciato, prevede condizioni a tutela della concorrenza nello scalo di Milano-Linate, sulle rotte di corto raggio tra l’Italia e l’Europa centrale, e sui lunghi collegamenti tra Fiumicino e il Nord America con l’apertura alle compagnie rivali.

Il colosso dei cieli tedesco acquisirà dall’azionista Mef una quota del 41% di Ita attraverso un aumento di capitale di 325 milioni di euro, per poi salire in una seconda fase – entro il 2033 – al 100% della newco sorta dalle ceneri di Alitalia per un investimento totale di 829 milioni.

L’approvazione dell’operazione, evidenzia la Commissione europea in una nota, “è condizionata al pieno rispetto dei rimedi offerti da Lufthansa e dal Mef”. Inoltre, sottolinea l’antitrust Ue, sebbene Ita stia ottenendo buoni risultati oggi, la sua sostenibilità a lungo termine come vettore autonomo sarebbe rimasta altamente incerta in assenza dell’acquisizione da parte della compagnia guidata da Carsten Spohr.

L’intesa – approvata ai sensi del regolamento Ue sulle fusioni – prevede sacrifici da parte delle due compagnie per rispondere alle preoccupazioni antitrust sui tre fronti considerati critici: una quota di mercato troppo ampia a Milano-Linate, una situazione di monopolio su alcune rotte di corto raggio tra Italia e Germania, Austria, Svizzera e Belgio, e la riduzione della concorrenza nei lunghi collegamenti tra Fiumicino e il Nord America. Tutte minacce, nella visione dell’Ue, alla qualità dei servizi offerta ai cittadini e soprattutto alla stabilità dei prezzi che rischierebbero di diventare insostenibili.

Forti del via libera di Bruxelles – e dell’influenza della joint venture transoceanica che Lufthansa forma con le sorelle nordamericane United e Canada Airlines e che vedrà Ita fare il suo ingresso – Roma e Francoforte avranno tempo fino a novembre per siglare le intese con le compagnie concorrenti.

Azioni Lufthansa: le quotazioni arrestano la lunga discesa 

Quotate sul mercato tedesco Xetra, le azioni Lufthansa sembrano essere impostato al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance molto positiva registrata nella seduta di ieri. Dopo un’apertura al di sopra della chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 5,946, per poi andare a chiudere sul finale non distante a quota 5,930.

Dopo il massimo toccato lo scorso 6 dicembre 2023 sul livello 8,586, l’azione ha drasticamente invertito la propria rotta con un perdurante movimento ribassista che si è mantenuto sempre al di sotto di una ben inclinata trendline discendente, pur effettuando nel frattempo ingannevoli rimbalzi mai durati più di due settimane. Tant’è che la scorsa settimana l’oscillatore RSI si è posizionato più volte nell’area di ipervenduto sotto la soglia 30.

Ora la discesa sembra essersi arrestata in prossimità del supporto presente sul livello 5,600 e i corsi stanno tentando l’ennesimo recupero con una configurazione a U di stampo rialzista, che però dovrà essere confermato con il definitivo superamento dell’importante indicatore Supertrend a quota 6,090.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 5,946 con target nell’intorno dei 6,200 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 5,754 con obiettivo molto vicino al livello 5,500. L’impostazione algoritmica, comunque, vede i prezzi stazionare ancora al di sotto sia dell’indicatore Parabolic Sar che della media mobile a 25. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal.


L’andamento di breve termine del titolo LUFTHANSA

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *