Azioni MFE: cosa fare in Borsa tra dati trimestrali e no Opa ProsiebenSat1? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni MFE: cosa fare in Borsa tra dati trimestrali e no Opa ProsiebenSat1?

Azioni MFE: cosa fare in Borsa tra dati trimestrali e no Opa ProsiebenSat1?

Tra le azioni che nella seduta odierna si stanno mettendo in luce a Piazza Affari troviamo MFE, che brinda ai conti annuali comunicati dal Gruppo poco prima dell’apertura delle contrattazioni. In un quadro geopolitico ancora instabile, l’azienda ha visto l’anno passato chiudere con numeri superiori alle stime che erano state comunicate in precedenza. Nello specifico nel corso del 2023 i ricavi sono cresciuti dello 0,3% a 2,81 miliardi di euro, con un utile netto che registra un aumento del 17,7% a 217,5 milioni di euro. A contribuire a queste performance positive troviamo in particolar modo la pubblicità, che nel corso dell’anno passato ha visto un aumento dello 0,9%, mentre nel corso dell’ultimo trimestre questa ha vista una crescita di quasi l’8%. Questo trend è confermato anche nel primo trimestre dell’anno in corso, con la raccolta che dovrebbe superare il target del 5% comunicato in precedenza.

Nel corso dell’anno passato l’Ebit passa dai 280,1 milioni di euro del 2022 agli attuali 302,3 milioni di euro, mentre la posizione finanziaria netta rimane invariata rispetto all’anno precedente a -738,2 milioni di euro. Numeri positivi arrivano anche dal Free Cash Flow che si attesta a 279,6 milioni di euro. Grazie a questi numeri il dividendo passa dagli 0,05 euro del 2022 agli attuali 0,25 euro.

Per quanto riguarda l’outlook sull’anno in corso il Gruppo prevede un risultato operativo, un risultato netto e una generazione di cassa consolidati decisamente positivi, la cui entità dipenderà principalmente dal livello della raccolta pubblicitaria sui mezzi propri gestiti. Infine nel corso della presentazione dei dati il Ceo del Gruppo, Pier Silvio Berlusconi, ha posto l’accento sia sull’importanza della fusione per incorporazione della controllata spagnola ma anche sull’incremento della partecipazione al 27,3% in ProsiebneSat1. Proprio su quest’ultima sono state escluse al momento eventuali operazioni straordinarie, mettendo in un angolo i rumors di un’Opa che erano circolati qualche giorno fa.

 

Azioni MFE: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere come si sta comportando l’azione a Piazza Affari. Con volumi superiori alla media giornaliera mensile, è una seduta all’insegna degli acquisti per il titolo MFE con i prezzi che si spingono sui top di periodo in area 2,61 euro. Dal punto di vista operativo una conferma delle quotazioni sopra i 2,6 euro, dovrebbe far proseguire il movimento rialzista prima verso i 2,7 euro ed in seguito in direzione dei massimi del 2023 situati nei pressi dei 2,85 euro. Nel caso in cui anche tali aree resistenziali dovessero essere lasciate alle spalle, si avrebbe un miglioramento del quadro grafico con possibili allunghi in direzione dei top del 2022 posizionati in area 3,05 euro. In questo contesto positivo eventuali correzioni verso i 2,15-2,10 euro, dove troviamo l’indicatore giornaliero del Supertrend, potrebbero rappresentare delle buy opportunity.

Al contrario la perdita di questi sostegni dovrebbe aprire le porte ad una correzione più profonda, il cui primo obiettivo è situato sulla soglia dei 2 euro ed in seguito gli 1,91-1,90 euro. Nel caso in cui quest’ultimi livelli dovessero essere violati, si avrebbe una continuazione delle vendite in direzione degli 1,78 euro e successivamente verso i minimi del 2023 in area 1,65 euro. Fondamentale, nel caso si realizzasse tale view, sarebbe la tenuta di quest’ultimi supporti, per evitare un ulteriore indebolimento del quadro grafico fin verso il bottom del 2022 situato nei pressi degli 1,40 euro.

 

 

 

DISCLAIMER

Le analisi in oggetto non sono state sponsorizzate dall’emittente o dall’intermediario menzionato. Le informazioni contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. BORSAEFINANZA SRL non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subite a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti nelle analisi di borsaefinanza.it. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sui siti degli emittenti ed ottenere una consulenza professionale. Qui è possibile trovare le informazioni sul produttore dell’analisi.

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *