Azioni Netflix: quali obiettivi al rialzo dopo l'ottima trimestrale? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Netflix: quali obiettivi al rialzo dopo l’ottima trimestrale?

Azioni Netflix: quali obiettivi al rialzo dopo l'ottima trimestrale?

A Wall Street si preannuncia un’apertura all’insegna dell’euforia per le azioni Netflix, con il titolo che andrà a festeggiare gli ottimi dati del terzo trimestre comunicati dalla società nella serata di ieri. Nello specifico il gigante dello streaming, grazie al mix di abbonati in crescita e aumento dei prezzi in alcuni paesi, ha visto il periodo luglio-settembre dell’anno in corso chiudersi con un fatturato in salita del 7,8% a 8,54 miliardi di dollari, nonostante lo sciopero di autori e attori abbia portato per mesi alla paralisi dell’intero settore.

Nel periodo l’utile netto è aumento del 20% rispetto allo stesso periodo del 2022, con abbonati in aumento di quasi l’11% a 247 milioni. Nel dettaglio, nell’ultimo trimestre le nuove sottoscrizioni sono state 8,8 milioni, mentre nello stesso periodo dell’anno precedente erano arrivate a 2,4 milioni. Per quanto riguarda gli abbonamenti a fare da traino è stato quello più scontato da 6,99 dollari al mese, che prevede l’inserimento della pubblicità. Ricordiamo anche che oltreoceano l’abbonamento premium, ovvero senza pubblicità, è stato aumentato di 3 dollari al mese e la stessa sorte toccherà agli abbonamenti che verranno sottoscritti in Europa. Infine, per quanto riguarda l’utile per azione, è passato dai 3,10 dollari di 12 mesi fa agli attuali 3,73 dollari, battendo le attese che erano poste a 3,50 dollari per azione.

Nel corso della presentazione dei dati la società ha detto di aspettarsi un ultimo trimestre meno positivo, con un utile per azione che dovrebbe attestarsi a 2,15 dollari per azione rispetto ai 2,23 dollari precedenti e un fatturato a 8,69 miliardi di dollari rispetto agli 8,75 miliardi di dollari. Per quanto riguarda l’intero 2023 il margine operativo dovrebbe attestarsi al 20%, nella fascia alta del range comunicato in precedenza e posto tra il 18-20%, mentre la previsione di free cash flow è stata alzata a 6,5 miliardi di dollari dai precedenti 5 milioni di dollari.

 

Azioni Netflix: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo a vedere ora le attese sulle azioni Netflix. Si prospetta un’apertura con un guadagno in doppia cifra per il titolo Netflix, con le quotazioni che dovrebbero avvicinarsi in questo modo alla soglia psicologica dei 400 dollari. Nel breve termine il superamento di queste aree resistenziali, dove troviamo la media mobile a 50 giorni, dovrebbe spingere i corsi a mettere sotto pressione la trendline discendente, quella innescatasi dai massimi annuali toccati nel mese di luglio in area 475-480 euro, che transita ne pressi dei 415 dollari. Dal punto di vista operativo la violazione di questi livelli andrebbe da una parte a migliorare la struttura grafica del titolo e dall’altra aprirebbe le porte a una continuazione del recupero prima verso i 450 dollari e in seguito in direzione dei massimi annuali.

Al contrario il mancato superamento dei 400 dollari potrebbe essere sfruttato per aprire posizioni ribassiste che avrebbero come primo obiettivo i 375 dollari, nei cui pressi transita la media mobile di lungo periodo, e in seguito i 365 dollari, dove troviamo la trendline ascendente che parte di minimi di luglio 2022. Nel caso in cui si dovesse assistere ad una discesa sotto tali supporti, aumenterebbero le chance per il titolo Netflix di andare a rivedere i minimi toccati nella giornata di ieri in area 344-345 dollari, che rappresentano i minimi degli ultimi 5 mesi.

 

DISCLAIMER

Le analisi in oggetto non sono state sponsorizzate dall’emittente o dall’intermediario menzionato. Le informazioni contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. BORSAEFINANZA SRL non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subite a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti nelle analisi di borsaefinanza.it. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sui siti degli emittenti ed ottenere una consulenza professionale. Qui è possibile trovare le informazioni sul produttore dell’analisi.

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *