Azioni Pirelli: l'outlook 2022 torna ad indebolire il titolo? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Pirelli: l’outlook 2022 torna ad indebolire il titolo?

Azioni Pirelli: l'outlook 2022 torna ad indebolire il titolo?

A Piazza Affari si arresta il recupero delle azioni Pirelli. In occasione della diffusione dei dati finanziari del 2021, la società della Bicocca ha aggiornato la view sia per quanto riguarda l’outlook del 2022 che la sua presenza in Russia, inevitabilmente impattata dalle ricadute della guerra Russia-Ucraina. Qui la società ha deciso di limitare le attività delle fabbriche nel Paese a quanto necessario per garantire il finanziamento degli stipendi e dei servizi sociali per i dipendenti.

 

Pirelli: dati finanziari del 2021 ed outlook 2022

Andiamo a vedere nello specifico i numeri dell’anno appena passato. Nell’anno appena trascorso la società dei pneumatici ha visto i ricavi salire dai 4,3 miliardi di euro del 2020 agli attuali 5,33 miliardi di euro e superiori al consensus posti a 5,23 miliardi di euro. Su questi numeri ha impattato un ottimo 4° trimestre che ha visto i ricavi a 1,35 miliardi di euro. Per quanto riguarda l’andamento dei volumi questi sono stati pari al 15,7%, sopra i target che erano fissati tra il 14-15%, grazie al segmento High Value.

Segnali positivi sia dal margine operativo lordo, che si porta dagli 893 milioni di euro del 2020 agli 1,21 miliardi di euro (con una marginalità che sale dal 20,7% al 22,7%) che dall’Ebit a 815 milioni di euro che si confronta con i 501,2 milioni di euro registrati 12 mesi prima. Infine il 2021 vede un utile netto salire 321,6 milioni di euro rispetto ai 42,7 milioni del 2020.

Per quanto riguarda l’outlook sul 2022 si prevedono ricavi compresi tra 5,6 e 5,7 miliardi di euro, mentre il margine Ebit adjusted è stimato fra circa 16% e circa 16,5%. Il flusso di cassa netto ante dividendi è atteso tra circa 450 milioni e circa 480 milioni di euro; la società ha comunque sottolineato che il rincaro delle materie prime dovrebbe spingere sia la redditività che la generazione di cassa nella parte bassa del range comunicato.

 

Azioni Pirelli: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere l’analisi grafica delle azioni Pirelli. Dopo essersi spinto ad inizio del 2022 verso i top di periodo in area 6,70-6,75 euro, il titolo ha innescato un forte trend correttivo con le quotazioni che il 7 marzo hanno toccato i minimi degli ultimi 16 mesi posti sotto la soglia dei 4 euro. Il rimbalzo partito da questi livelli, anche in scia al forte ipervenduto presente, si è scontrato a contatto con le prime resistenze situate sui 4,85-4,90 euro. Nel breve periodo una conferma sotto questi livelli dovrebbe far riprendere il trend discendente in atto in direzione dei 4,5 euro e a seguire 4,20-4,15 euro prima di un ritorno sui minimi di marzo 2022.

Al contrario un primo segnale di forza per le azioni Pirelli si avrebbe con il superamento dei 4,85-4,90 euro oltre i quali potremmo avere allunghi in direzione dei 5,30 euro e a seguire 5,50 euro. Solo con il break di quest’ultimi livelli il titolo metterebbe in un angolo la fase correttiva in essere proseguendo il suo recupero verso la soglia dei 6 euro.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *