Azioni Snam: nuovi rialzi in vista dopo dati del primo trimestre? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Snam: nuovi rialzi in vista dopo dati del primo trimestre?

Azioni Snam: nuovi rialzi in vista dopo dati del primo trimestre?

A Piazza Affari quella odierna è una giornata contrassegnata da acquisti per le azioni Snam. In una giornata cauta per la Borsa di Milano, il titolo della società beneficia dei dati trimestrali presentati prima dell’apertura delle contrattazioni. In un contesto che rimane volatile e con tassi di interesse in aumento, nei primi tre mesi del 2023 l’operatore italiano di reti del gas ha visto i ricavi attestarsi a 912 milioni di euro, in aumento del 13% rispetto al primo trimestre del 2022. Grazie al contributo del business legato alla transizione energetica i ricavi si portano a 597 milioni di euro, registrando una crescita dell’1,5% rispetto ai primo tre mesi dell’anno passato. Con gli investimenti che risultano in aumento del 4,7% a 313 milioni di euro, l’utile netto adjusted del gruppo vede un calo del 7,4% a 301 milioni di euro principalmente dovuto sia alla riduzione dell’utile operativo che all’aumento degli oneri finanziari netti.

In discesa dell’1,1% a 372 milioni di euro risulta anche l’utile operativo adjusted, mentre il debito è in salita di 950 milioni di euro rispetto alla fine dello scorso anno, portandosi a 12,87 miliardi di euro. Su quest’ultimo dato impatta sia il pagamento dell’acconto sul dividendo del 2023 ma anche gli investimenti in nuove partecipazioni.

In scia ai dati del primo trimestre, la società ha confermato gli obiettivi finanziari per il 2023. Questi prevedono investimenti in crescita del 10% a 2,1 miliardi di euro, di cui 1,9 miliardi di euro in ambito si infrastruttura gas e 200 milioni di euro in ambito di transizione energetica. Per quanto riguarda l’utile netto adjusted dovrebbe portarsi sugli 1,1 miliardi di euro, con un livello di debito netto compreso nel range 15-15,5 miliardi di euro. Da sottolineare infine che nei primi mesi dell’anno in corso, a seguito dell’operazione di acquisizione conclusa nel 2022, si stanno completando le operazioni per la messa in esercizio del rigassificatore di Piombino che avrà una capacità di rigassificazione pari a 5 miliardi di metri cubi di gas annui.

 

Azioni Snam: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere come si sta comportando l’azione dopo queste notizie. E’ una seduta al momento in leggero territorio positivo quella odierna per il titolo Snam, che prosegue in questo modo quel trend ascendente innescatosi nell’ottobre scorso dalla soglia dei 4 euro. Nel breve termine le attese sono per un test sulle prossime resistenze poste in area 5,20 euro, oltre i quali si avrebbe un rafforzamento del quadro grafico con possibile estensione dei guadagni in direzione dei 5,25-5,26 euro e successivamente verso i 5,40 euro. Nel caso in cui anche queste aree dovessero essere superate, aumenterebbero le possibilità per l’azione di andare a mettere sotto pressione i massimi del 2022 posti sui 5,6 euro. In questo contesto eventuali prese di beneficio che riportassero i corsi verso i 4,90 euro, dove troviamo sia l’indicatore del Supertrend daily che la trendline rialzista che parte dai minimi di ottobre 2022, verrebbero viste come delle possibili occasioni di acquisto.

Al contrario la perdita dei 4,90 euro potrebbe aprire le porte ad una fase correttiva più profonda, che avrebbe come primo obiettivo i 4,75 euro, dove troviamo la media mobile di lungo periodo, e a seguire i 4,55-4,60 euro. Dal punto di vista operativo una discesa sotto quest’ultimi livelli andrebbe ad indebolire pericolosamente la struttura grafica, con possibile nuove discese verso i 4,25 euro e a seguire in direzione dei minimi di periodo situati sulla soglia dei 4 euro.

 

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *