Azioni Telecom Italia: cosa fare in Borsa dopo trattativa in esclusiva con Kkr? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Telecom Italia: cosa fare in Borsa dopo trattativa in esclusiva con Kkr?

Azioni Telecom Italia: cosa fare in Borsa dopo trattativa in esclusiva con Kkr?

Cosa fare adesso in Borsa con le azioni Telecom Italia? Dopo aver concluso l’esame delle offerte non vincolanti per la rete Netco, l’ex monopolista ha concesso un periodo di esclusiva al fondo Kkr. Il cda ha dato mandato all’amministratore delegato per avviare la negoziazione e arrivare a un’offerta vincolante da presentare nel più breve tempo possibile e comunque non oltre il 30 settembre. La società ricorda “che l’eventuale operazione avente ad oggetto la dismissione di Netco resta soggetta all’ottenimento, fra l’altro, delle autorizzazioni di legge, incluse quelle afferenti il processo di Golden Power e quelle Antitrust”.

Sul finale, quindi, gli amministratori di Telecom Italia si ricompattano e prendono la decisione di negoziare, in esclusiva con Kkr, “all’unanimità”. Lo precisa una nota al termine della riunione che ha esaminato le offerte arrivate dal fondo americano e da Cdp-Macquarie. Il mandato è per una “negoziazione migliorativa” che punta “nel più breve tempo possibile compatibilmente con la complessità dell’operazione” ad avere un’offerta “definitiva e vincolante” e a spuntare “i migliori termini e condizioni, nonché di convenire il perimetro, le modalità e i tempi per l’esecuzione dell’attività di due diligence confirmatoria richiamata nella stessa offerta di Kkr”.

 

Azioni Telecom Italia: quotazioni in fase di pullback sostenute da media mobile a 25

A Piazza Affari il titolo Telecom Italia sembra essere impostato al rialzo nel breve termine, nonostante la performance negativa registrata nelle ultime sedute. Dopo il recente superamento dell’importante indicatore Supertrend, infatti, le quotazioni sono in leggera fase di ritracciamento, da considerarsi assolutamente fisiologica. Tanto che comunque si sono appoggiate alla media mobile a 25 che ne supporta l’impostazione rialzista di fondo.

Anche l’intricata vicenda legata alla rete fissa sembra essersi sbloccata. Complicata più per il comportamento degli attori protagonisti che per la questione in sé. D’altro canto si sapeva, è solo un banalissimo problema di soldi. Tutta questa nuova situazione, in definitiva, dovrebbe rivitalizzare l’azione, che negli ultimi due mesi è rimasta congestionata tra i livelli 0,2435 e 0,2824, ipotizzando in un suo imminente rialzo. Percorso di positività che comunque sarà piuttosto lento e lastricato di falsi segnali.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 0,2650 con target nell’intorno degli 0,2757 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 0,2558 con obiettivo molto vicino al livello 0,2450. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Parabolic Sar mentre l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 49.

 


L’andamento di breve termine del titolo TELECOM ITALIA

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *