Azioni Tesla crollano in Borsa dopo trimestrale, delude l'outlook 2023 - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Tesla crollano in Borsa dopo trimestrale, delude l’outlook 2023

Tesla: l'outlook 2023 delude nella chiamata agli utili, le azioni crollano

Ieri sera le azioni Tesla sono crollate del 6,07% nell’after hours di Wall Street dopo la pubblicazione dei conti trimestrali dell’azienda. La casa automobilistica di Palo Alto ha prodotto utili più bassi del 24% rispetto allo scorso anno, il che ha acceso una spia rossa in merito alla politica della società di ridurre il prezzo delle auto. Quest’anno Tesla ha attuato ben sei tagli ai prezzi riguardo il crossover Model Y e la Model 3 a trazione posteriore, di fronte a un calo della domanda. Tutto ciò è servito per aumentare le vendite, ma ha ridotto i margini, il che alla fine ha pesato sul risultato finale. L’azienda ha sottolineato che un contributo importante al decremento degli utili l’hanno dato anche la sottoutilizzazione delle nuove fabbriche, i maggiori costi delle materie prime e della logistica, nonché i minori introiti derivanti dai crediti ambientali.

 

Azioni Tesla: i dati trimestrali nel dettaglio

Nei tre mesi che vanno da gennaio a febbraio, Tesla ha riportato un utile netto pari a 2,51 miliardi di dollari, in calo del 24% rispetto allo stesso periodo del 2022. Gli utili per azione sono risultati di 85 centesimi, in linea con la stima media degli analisti di Refinitiv. Il core business di Tesla determinato dalle vendite di auto ha prodotto ricavi per 19,96 miliardi di dollari, in aumento del 18% su base annua.

Un autentico boom l’hanno avuto i ricavi derivanti dai sistemi di accumulo di energia, quali la batteria di backup domestica Powerwall e le maxi-batterie di immagazzinaggio soprattutto per le energie rinnovabili Megapack. I ricavi della divisione Tesla Energy infatti sono aumentati del 148% anno su anno a 1,53 miliardi di dollari. Mentre le entrate derivanti dai crediti normativi sono risultate di 521 milioni di dollari, in calo rispetto ai 679 milioni di dollari del primo trimestre dello scorso anno.

 

Outlook 2023 con luci e ombre

L’outlook per il 2023 non ha convinto del tutto gli investitori. Tesla prevede di produrre 1,8 milioni di veicoli, o forse anche 2 milioni di veicoli quest’anno. Per raggiungere tale risultato l’azienda ha intenzione di costruire una nuova fabbrica a Monterrey, in Messico. Inoltre, programma di creare uno stabilimento a Shanghai, in Cina, per i grandi sistemi di accumulo di energia basati su batterie agli ioni di litio.

Tuttavia, l’amministratore delegato Elon Musk ha riferito di voler più preservare la quota di mercato che raggiungere la redditività aziendale, in un ambiente macroeconomico che si preannuncia incerto. L’imprenditore miliardario ha detto che si aspettava “12 mesi di tempo tempestoso nell’economia”, avvertendo che “ogni volta che la Federal Reserve aumenta i tassi d’interesse, ciò equivale a un incremento del prezzo di un’auto”. Secondo Musk, le persone posticipano “grandi nuovi acquisti di capitale come una nuova auto quando l’economia mostra incertezze”. Tutto questo potrebbe essere il preludio a un’altra serie di tagli ai prezzi dei modelli Y e 3, in aggiunta a quelli già effettuati quest’anno.

Musk ha parlato anche del Cybertruck, su cui gli investitori attendevano aggiornamenti con trepidazione. Sulla base delle sue dichiarazioni, Tesla sta costruendo versioni alfa del pick-up elettrico su una linea pilota. Le prime consegne dovrebbero arrivare nel terzo trimestre del 2023. Per quanto riguarda la guida autonoma, il CEO aziendale ha annunciato che probabilmente quest’anno verrà lanciata la tecnologia completa e ciò “genererà profitti significativi che compenseranno parte della pressione sui margini che Tesla sta affrontando a causa di tagli aggressivi dei prezzi”.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *