Bitcoin: 3 grossi problemi nell'inserimento nei piani 401 (k)

Bitcoin: 3 grossi problemi nell’inserimento nei piani 401 (k)

Bitcoin: 3 grossi problemi nell'inserimento nei piani 401 (k)

L’idea di Fidelity Investments di includere Bitcoin nei piani pensionistici 401 (k) in USA ha destato grande scalpore, perché finora nessun fondo pensionistico si era spinto così avanti in maniera decisa. La strada però è tutt’altro che in discesa e già i gestori di fondi e contributi sono stati avvisati dal Dipartimento del Lavoro che saranno sottoposti a indagine per verificare se i loro programmi crittografici non contrastino con principi di sana e prudenza amministrazione del denaro dei lavoratori.

Ad ogni modo, l’iniziativa di Fidelity non arriva in un momento di grande euforia nel mondo delle criptovalute. I crolli che sono avvenuti in questi mesi hanno destabilizzato un intero settore e solo la scorsa settimana sono stati bruciati oltre 200 miliardi di capitalizzazione. Bitcoin, che è la criptovaluta a essere introdotta nei fondi pensione USA, ha iniziato l’anno con un prezzo di 47.000 dollari e ora si ritrova a poco sopra i 30.000 dollari. Ma pochi giorni fa era sceso sotto quota 26.000 dollari, nel pieno del trambusto scatenato dal naufragio di alcune stablecoin.

 

Bitcoin: ecco perché il piano di Fidelity potrebbe fallire

Sicuramente il piano di Fidelity arriva in un momento pessimo, ma gli esperti di criptovalute e investimenti segnalano a prescindere 3 grandi problematiche a cui si va incontro inserendo Bitcoin come opzione d’investimento dei contributi dei lavoratori. La prima consiste nell’assenza di diversificazione crittografica. La parte d’investimento che riguarda le criptovalute è concentrata su Bitcoin e non offre altre possibilità. Questo non è l’ideale, a giudizio di Matt Hougan, chief investment officer di Bitwise Asset Management. L’esperto ritiene che l’approccio migliore sarebbe quello di possedere un indice diversificato e regolarmente ribilanciato per adattarsi all’evoluzione del mercato. David Ramirez, chief investment officer presso ForUsAll, fornitore di servizi cripto di 401 (k), sottolinea che la piattaforma fornisce l’accesso a una selezione diversificata di valute digitali adottate in via istituzionale.

La seconda problematica riguarda la dimensione dell’allocazione di Bitcoin, che ha un limite del 20%. Questa è una quota che dalla maggior parte dei consulenti finanziari sarebbe giudicata poco ragionevole. Adam Bergman, fondatore e CEO di IRA Financial Group, custode di piani pensionistici che permette l’investimento in una gamma di criptovalute, ha affermato che in una situazione in cui un datore di lavoro ha precise responsabilità fiduciarie nei confronti dei lavoratori, una quota del 20% è piuttosto alta per la maggior parte degli investitori. Tuttavia, Bergman considera i benefici di detenere criptovalute in un portafoglio pensionistico maggiori rispetto ai rischi intercorsi, sebbene l’esposizione debba essere contenuta. Secondo la maggior parte dei risparmiatori in pensione, la cifra dovrebbe racchiudersi in un intervallo 1%-5%. E infatti ForUsAll ha offerto nei suoi piani 401 (k) l’opzione del 5% di allocazione crittografica, nonostante Ramirez non veda nulla di sbagliato elevare il limite a un livello più alto.

La terza problematica concerne il respingimento normativo, per cui Bergman è del parere che i datori di lavoro potrebbero non essere così propensi a favorire gli investimenti crittografici nei piani pensionistici. A suo avviso non saranno molte le istituzioni finanziarie o società di intermediazione che forniranno le criptovalute come opzioni di investimento per i loro clienti del piano 401 (k), a meno che non ci sia una rinascita delle valute digitali, con i prezzi che torneranno alti alimentando l’euforia generale.

 

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

NAVIGAZIONE ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

VIDEO

La prima puntata della nuova settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo