Bitcoin: nuovo record storico, crescono i portafogli milionari - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Bitcoin: nuovo record storico, crescono i portafogli milionari

Bitcoin: nuovo record storico, crescono i portafogli milionari

Bitcoin ha raggiunto un record di 72.700 dollari nelle ultime 24 ore. La forza della principale criptovaluta è alimentata dal fiume di denaro che si è riversato sugli ETF spot a seguito dell’approvazione da parte della Securities and Exchange Commission l’11 gennaio scorso. Secondo i dati del London Stock Exchange Group, nella settimana fino all’8 marzo i flussi hanno raggiunto quasi 2 miliardi di dollari. A spianare la strada a Bitcoin è anche l’halving, l’evento che si manifesta ogni quattro anni e che comporta il dimezzamento dell’estrazione di monete. L’appuntamento sarà ad aprile e, stando alla storia passata, fino ad allora e nei mesi successivi i prezzi dovrebbero aumentare.

A inizio settimana un altro catalizzatore per il Bitcoin è arrivato dalla Financial Conduct Authority (FCA), l’autorità di regolamentazione finanziaria britannica che consentirà agli exchange riconosciuti di lanciare gli Exchange Traded Notes (ETN) crittografici, ovvero prodotti negoziati in Borsa su criptovalute. La FCA ha chiarito che tali strumenti saranno disponibili solo per gli investitori professionali come le società di investimento e gli istituti di credito autorizzati a operare nei mercati finanziari, in quanto gli ETN sono molto rischiosi e potrebbero danneggiare gli investitori retail. Tuttavia si tratta di una mossa significativa, perché sopraggiunge da un regolatore normalmente molto severo in tema di attività rischiose.

 

Bitcoin: 1.500 nuovi portafogli milionari al giorno

Il nuovo record di Bitcoin sta rendendo felici molti investitori. Secondo i dati forniti dalla società di analisi di criptovalute Kaiko, la grande ascesa della valuta digitale sta creando “circa 1.500 nuovi portafogli milionari al giorno“. Chiaramente gli indirizzi digitali sulla blockchain sono anonimi, quindi non è possibile distinguere se siano controllati da individui o società. Tuttavia la rete è pubblica e non controllata da intermediari centralizzati, quindi si può rilevare il numero di monete detenute nei singoli portafogli.

Il ritmo di creazione di nuovi wallet milionari è però più contenuto rispetto a quanto accaduto durante il rally 2021 quando Bitcoin raggiunse il record di allora di 68.990 dollari. All’epoca ogni giorno venivano creati oltre 4.000 portafogli da almeno un milione di dollari. Il motivo della differenza, secondo Kaiko, è da ricondurre al fatto che oggi i grandi investitori stanno conservando le partecipazioni presso le società di custodia piuttosto che nei wallet personali.

 

I miner festeggiano

A brindare al rally di Bitcoin sono anche i miner, i cui guadagni la scorsa settimana hanno raggiunto il picco storico. Secondo i dati di CryptoQuant, le entrate giornaliere il 7 marzo sono arrivate a 78,6 milioni di dollari, battendo il record dell’aprile 2021. Secondo quanto riportato da Bloomberg, nel periodo considerato, 13 delle principali società minerarie hanno effettuato ordini per oltre 1 miliardo di dollari di computer specializzati, fiduciosi che la domanda sul mercato sarebbe stata in continua salita.

“La recente impennata del valore di Bitcoin sottolinea la notevole forza e resilienza della principale criptovaluta. Questo risultato non solo segna una pietra miliare significativa, ma riflette anche la continua fiducia e domanda nel mercato” hanno dichiarato gli analisti di Bitfinex in una nota di ricerca.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *