Blackstone: crollo degli utili del 41% nel 4Q, pesa il calo di Breit - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Blackstone: crollo degli utili del 41% nel 4Q, pesa il calo di Breit

Blackstone: crollo degli utili del 41% nel 4Q, pesa il calo di Breit

Blackstone ha riportato un forte calo dei profitti nel quarto trimestre 2022. I suoi utili basati su commissioni sono stati colpiti da una diminuzione delle prestazioni di Breit, il suo fondo di investimento immobiliare da 69 miliardi di dollari che contribuisce al 17% dei guadagni, e dal peggioramento delle condizioni economiche generali. Il colosso del private equity ha fatto fatica ad arginare le richieste di rimborso dal fondo, nonostante avesse limitato i prelievi degli investitori a dicembre. Questi hanno intensificato i prelevamenti in quanto preoccupati dallo stato di salute a lungo termine del mercato immobiliare.

Negli ultimi anni, Breit ha generato un flusso importante di ricavi sotto forma di commissioni, per effetto di decine di miliardi di dollari di assets che il fondo ha attratto. Questo è stato creato per offrire agli investitori danarosi un’esposizione verso proprietà immobiliari commerciali con sede a New York. Dalla scorsa estate, però, sono iniziati i prelievi e ciò ha comportato più di un problema per Blackstone, che potrebbe avviare un cambiamento nella struttura di portafoglio relativamente agli assets su cui investe.

 

Blackstone: crollo dell’utile trimestrale

I risultati del quarto trimestre di Blackstone sono allarmanti, in quanto registrano un tonfo del 42% a 1,1 miliardi di dollari degli utili relativi alle commissioni. Il calo è stato condizionato dal crollo delle commissioni di incentivazione, ovvero di quei profitti che l’azienda realizza dopo aver raggiunto un certo livello di rendimento per gli investitori. Gli utili distribuibili, che rappresentano la liquidità utilizzata per pagare i dividendi agli azionisti, sono scesi a 1,3 miliardi di dollari, rispetto ai 2,3 miliardi dello stesso periodo del 2021. Mentre gli stessi utili per azione sono di 1,07 dollari, oltre la stima media degli analisti di 95 centesimi.

Il guadagno netto dalla vendita di assets è diminuito del 55% a 366,9 milioni di dollari, mentre nell’ultimo quarto dell’anno precedente si era collocato a 817,5 milioni di dollari. I ricavi netti sono ammontati a 6,8 miliardi di dollari. Blackstone ha inoltre speso 18,7 miliardi di dollari in nuove acquisizioni, ha raccolto 43,1 miliardi di dollari di nuovo capitale e ha trattenuto 186,6 miliardi di dollari di capitale non speso. Il trimestre è stato chiuso con 974,7 miliardi di dollari di assets totali. L’azienda ha dichiarato un dividendo trimestrale di 91 centesimi per azione.

Anche la performance trimestrale dei fondi di Blackstone è stata sotto pressione, per effetto delle forti turbolenze nei mercati finanziari. I fondi immobiliari core si sono deprezzati dell’1,5%, i fondi secondari dell’1,8%, mentre i fondi di private equity e private credit hanno guadagnato rispettivamente il 3,8% e il 2,4%. Se si fa il raffronto con quanto ha realizzato l’indice S&P 500 nel quarto trimestre (+7,08%), si ha la misura della sottoperformance dei fondi Blackstone.

 

La reazione delle azioni a Wall Street 

Le azioni Blackstone hanno reagito bene alla Borsa americana a seguito della pubblicazione della trimestrale, salendo del 3% a 91,55 dollari nelle prime ore di negoziazione. Il titolo del colosso del private equity ha realizzato una performance negativa del 42,66% lo scorso anno, mentre in queste prime settimane del 2023 è in salita del 23,64%, sovraperformando il mercato. Infatti, l’indice S&P 500 nel mese di gennaio ha guadagnato finora circa il 5%.

 

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *