BPER punta a Carige e Sondrio, in Borsa attenti al titolo

BPER punta a Carige e Sondrio, in Borsa attenti al titolo

BPER punta a Carige e Sondrio, in Borsa attenti al titolo

Titoli in volata dopo che martedì Bper ha lanciato una proposta per rilevare la banca ligure. Kepler oggi alza del 25% il prezzo obiettivo sul gruppo modenese, guidato da Montani, ex ad di Carige, spiegando che l’M&A non finirà qui.

 

Martedì sera il Cda di BPER Banca, partecipata al 19% da Unipol, ha presentato un’offerta non vincolante al Fondo interbancario di tutela dei depositi per rilevare l’88,3% di Carige, compresa la quota dell’8,3% di Cassa centrale banca. L’offerta decade se entro lunedì 20 dicembre il Fitd non concede a BPER un periodo di esclusiva e non viene firmato entro fine anno un memorandum of understanding vincolante che preveda l’obbligo delle parti di sottoscrivere un contratto definitivo di acquisizione entro il 31 gennaio 2022.

I requisiti richiesti da BPER per l’operazione assomigliano a quelli avanzati mesi fa da Unicredit per rilevare un perimetro di Mps. Ovvero la neutralità rispetto all’attuale posizione patrimoniale dell’istituto modenese (Cet al 13,7% registrato a settembre), miglioramento dell’asset quality del gruppo che si verrebbe a creare con un Npe ratio di BPER al 5,6%, e di Carige al 5%, nonché un significativo accrescimento dell’utile per azione a partire dal 2023.

BPER ha richiesto al Fitd un versamento in conto capitale in Carige, prima del closing, per poter spesare gli oneri di integrazione, il derisking sull’intero portafoglio di Carige (622 milioni di Npe lordi) ed eventuali oneri derivanti dalla risoluzione anticipata di alcuni accordi commerciali e operativi (con Amissima e Creditis, stimati in circa 210 milioni). Al closing, BPER acquisirà la partecipazione dell’88,3% per 1 euro, mentre riconoscerà agli altri azionisti (11,7% del capitale) 0,8 euro (+31% rispetto alla chiusura di martedì) per 70 milioni di euro complessivi.

Kepler Cheuvreux (rating hold, target price 2 euro) vede “una logica positiva nell’operazione”, dal momento che non vi è alcuna sovrapposizione importante tra le reti delle due banche e BPER potrebbe “aumentare il suo patrimonio di circa il 15% a oltre 150 miliardi di euro dagli attuali 134 miliardi, il suo utile per azione di oltre il 20% quando sarà operativo” dopo le sinergie stimate dagli analisti per 200 milioni di euro. Kepler oggi alza in tal senso il prezzo obiettivo su BPER del 25% da 2 a 2,5 euro. Il track record di integrazione della banca modenese dopo operazioni di M&A è positivo, ricordano gli specialisti, quindi il rischio di esecuzione resta “contenuto, anche tenendo conto del fatto che l’amministratore delegato di BPER, Piero Montani, è stato anche l’ad di Carige nel periodo 2013-17”.

Kepler a questo punto ritiene che un accordo con Carige non escluderebbe un’operazione straordinaria sulla Popolare di Sondrio (dove Unipol ha il 9,5%), “rendendo più lontano un accordo con Banco Bpm”. Kepler sottolinea che il Fitd avrà bisogno di “rilevanti contributi delle banche italiane per ricapitalizzare Carige, di cui oltre il 20% da Intesa, il 10% da Unicredit, il 5% da Banco Bpm, e il 4% dalla stessa BPER”.

KBW (outperform, target price 2,5 euro), invece, ricorda che Carige ha una “lunga storia di perdite, ma è sotto il controllo del Fitd dal 2019, ha un Npe ratio basso, mentre BPER sta offrendo 71 milioni di euro per un perimetro con circa 2 miliardi di euro di capitale e 12,4 miliardi di euro di prestiti interamente finanziati dai depositi della clientela”.

 

 

Azioni BPER Banca: pattern Bearish Engulfing preludio a prossimi ribassi in Borsa

Il titolo BPER Banca sembra essere impostato al ribasso nel breve termine, anche grazie alla performance molto negativa registrata nella seduta di ieri. Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 1,7790, coincidente con il prezzo di chiusura. Tale andamento ha permesso al mercato di creare un pattern grafico denominato Bearish Engulfing, indicante una spiccata propensione dei prezzi a scendere ulteriormente. Situazione che potrebbe avvenire già nelle prossime giornate. Nel frattempo, la performance realizzata nell’immediato dal titolo dopo l’annuncio dell’operazione Carige (+6,08%) si è assottigliata all’1,57%, ossia quasi del tutto riassorbita.

L’impostazione grafica, comunque, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati rialzisti da poco. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 49. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 1,8820 con target nell’intorno di 1,9390 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 1,7740 con obiettivo molto vicino al livello 1,7250.

 


L’andamento di breve termine del titolo BPER Banca

Post correlati

Enel: 100 milioni di impatto da extraprofitti, cosa fare con le azioni?

Vodafone: balza l’utile netto, azioni pronte a volare?

Azioni value: ecco come hanno preso il sopravvento sui titoli growth

DiaSorin: analisti apprezzano accordo con Brahms, cosa fare con azioni?

Coinbase: Cathie Wood non perde la fiducia e accumula azioni