Brunello Cucinelli entra nell'indice FTSE Mib, ecco cosa cambia - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Brunello Cucinelli entra nell’indice FTSE Mib, ecco cosa cambia

Brunello Cucinelli entra nell'indice FTSE Mib, ecco cosa cambia

Gli investitori hanno salutato l’ingresso di Brunello Cucinelli nell’indice FTSE Mib vendendo le azioni oggi alla Borsa di Milano. Il titolo è arrivato a perdere fino all’1% dall’avvio delle contrattazioni dopo essere balzato nell’ultima parte della passata settimana. A 11 anni dal debutto a Piazza Affari, il prestigioso produttore di abbigliamento di alta gamma umbro ha raggiunto un obiettivo importante, entrare tra i 40 titoli più capitalizzati  di Borsa Italiana.

Il percorso dell’azienda in Borsa è stato sontuoso. Dai minimi a 23,80 euro di marzo 2020, durante la pandemia, le azioni hanno intrapreso un rally che le ha portate fino a un picco di 95 euro esattamente 3 anni più tardi. La chiusura di venerdì scorso ha registrato una quotazione di 85,50 euro, il che si traduce in un guadagno da inizio anno del 22,43% per una capitalizzazione di 5,76 miliardi di euro. Con l’entrata tra le “grandi” di Palazzo Mezzanotte, Brunello Cucinelli si unisce a Moncler, l’altro marchio di moda presente nel principale indice borsistico milanese. “È un risultato importantissimo e di grande prestigio che ci rende molto orgogliosi” ha dichiarato Brunello Cucinelli, presidente esecutivo e direttore creativo della casa di moda.

 

Brunello Cucinelli: quanto hanno guadagnato gli investitori

Chi ha dato fiducia a Brunello Cucinelli comprando le azioni fin dal suo esordio in Borsa ha fatto un affare. Dalla chiusura del primo giorno della sua quotazione a 11,60 euro, il titolo ha moltiplicato il suo valore del 637% all’ultima chiusura della scorsa settimana. Quindi, chi aveva comprato 1.000 azioni 11 anni fa investendo 11.600 euro, oggi si ritroverebbe in portafoglio un valore di 85.500 euro. Non solo. Bisogna anche tener conto dei dividendi maturati. Negli ultimi due anni la società ha deciso di distribuire una cedola di 0,42 euro per azione con riferimento al 2021 e di 0,65 euro per il 2022.

 

FTSE Mib: ecco chi sono ora le azioni che compongono l’indice

A far posto a Brunello Cucinelli nell’indice FTSE Mib è CNH Industrial, che quest’anno ha perso in Borsa il 29,87%. Il gruppo industriale italo-statunitense si prepara al delisting, che diventerà effettivo il 2 gennaio 2024, con l’ultimo giorno di quotazione del titolo che sarà il 29 dicembre. L’azienda ha deciso di concentrarsi sul mercato azionario americano. Dopo il rimpasto, quindi, ecco di seguito quali sono i 40 componenti del benchmark italiano:

 

  • A2A
  • Amplifon
  • Assicurazioni Generali
  • Azimut
  • Banca Generali
  • Banca Mediolanum
  • Banco BPM
  • Banca MPS
  • BPER Banca
  • Brunello Cucinelli
  • Campari
  • DiaSorin
  • Enel
  • ENI
  • ERG
  • Ferrari NV
  • FinecoBank
  • Hera
  • Interpump Group
  • Intesa Sanpaolo
  • Inwit
  • Italgas
  • Iveco NV
  • Leonardo
  • Mediobanca
  • Moncler
  • Nexi
  • Pirelli & C
  • Poste Italiane
  • Prysmian
  • Recordati
  • Saipem
  • Snam Rete
  • Stellantis NV
  • STMicroelectronics
  • Telecom Italia
  • Tenaris
  • Terna
  • UniCredit
  • Unipol Gruppo

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *