Buy Now Pay Later: cos'è e come funziona questo metodo di pagamento

Buy Now Pay Later: cos’è e come funziona questo metodo di pagamento

Buy Now Pay Later: cos'è e come funziona questo metodo di pagamento

Negli ultimi anni molti punti di vendita hanno adottato la formula Buy Now Pay Later per concedere credito ai propri clienti nell’ambito degli acquisti effettuati. Finora tuttavia la cosa è stata perlopiù limitata alla grande distribuzione e ai negozi virtuali. Adesso invece sta iniziando a diffondersi presso i piccoli negozi fisici. Vediamo quindi di cosa si tratta e quali vantaggi apporta.

 

Buy Now Pay Later: cos’è e come funziona

Il Buy Now Pay Later, tradotto letteralmente “compra ora paghi dopo” consiste in una soluzione di pagamento dove viene concessa la possibilità agli acquirenti di un determinato prodotto o servizio di pagare a rate senza interessi. In buona sostanza si viene a creare un rapporto a 3: l’esercente che vende il prodotto e riceve l’intera somma di denaro al netto di una commissione; la società finanziaria che eroga il servizio BNPL che guadagna dalle commissioni applicate e si occupa dell’addebito delle rate; il cliente che acquista il prodotto ed esegue il pagamento rateale. 

A volte la prima rata si può iniziare a pagarla in via posticipata, ma di norma si versa un acconto all’atto dell’acquisto che corrisponde al 25% dell’importo complessivo. Il versamento può essere effettuato con bonifico o con assegno, dipende dalle condizioni stabilite dalla società che gestisce il servizio. 

Per concedere il credito non viene effettuata un’istruttoria delle condizioni finanziarie del cliente, anche perché la spesa non è normalmente esorbitante. Vengono però escluse dal credito quelle persone che sono segnalate a rischio, in quanto hanno una storia creditizia particolarmente compromessa. Quindi è necessario fornire i dati bancari e/o della carta di credito del cliente per immetterli nella piattaforma e attendere l’esito della richiesta di credito.  

E’ bene fare una distinzione a seconda che la formula riguardi una transazione effettuata online o attraverso un negozio fisico. Nel primo caso, il servizio BNPL può essere aggiunto ai metodi di pagamento del sito e-commerce e il cliente imposta il programma di rimborso delle rate direttamente dal PC o dal telefono. Quindi, tutto ciò che occorre è un account sulla piattaforma del gestore del servizio, un gestionale e un sito e-commerce.

Nel secondo caso, vi è una sede fisica nella quale la procedura utilizza il POS o il gestionale di cassa. Una delle modalità classiche è il PagoDIL, dove vi è un apposito terminale in cui il consumatore immette il suo bancomat, imposta i dati e la rateazione sullo schermo e in un attimo avrà il riscontro della richiesta. 

 

Buy Now Pay Later: vantaggi

Il servizio “compra ora paghi dopo” presenta vantaggi per tutti gli attori in causa. Ai commercianti permette di incrementare le vendite senza essere sottoposti a rischi. Infatti, se il cliente effettua il pagamento di una rata in ritardo paga delle penali e potrebbe essere inibito a usufruire di servizi simili in futuro, ma tutto questo riguarda il rapporto instaurato con la società BNPL e non intacca l’esercente. I consumatori hanno la possibilità di dilazionare i pagamenti degli acquisti effettuati senza corrispondere interessi e senza essere sottoposti a criteri particolari per accedere al credito. Le società che offrono il servizio invece trattengono una commissione all’incasso che è di norma più elevata rispetto a quella prevista per altre forme di pagamento, come quella con carta su POS.

 

Buy Now Pay Later: differenze con il credito al consumo

Il BNPL potrebbe essere accostato al credito al consumo, ma vi è una differenza sostanziale tra le 2 modalità. Il credito al consumo è una soluzione a breve termine concessa solo da banche e finanziarie autorizzate e legata a un reddito da lavoro dipendente, autonomo o da pensione che serve come garanzia. Il “compra ora paghi dopo” invece non ha alcun legame con le fonti di reddito percepite, ma viene concesso nell’ambito di un acquisto di un prodotto con una procedura molto snella e veloce.

 

Buy Now Pay Later: com’è la situazione attuale

Con l’arrivo della pandemia e la crisi economica che ha investito intere categorie di lavoratori, questo sistema di rateazione si è dimostrato molto valido e in forte espansione, con molte aziende che sono entrate nel mercato. Ovviamente colossi come PayPal, Visa, Amazon e Ikea sono stati coinvolti nell’offerta. 

Gli Stati Uniti sono il Paese dove le società BNPL stanno proliferando meglio, mentre l’Italia si colloca all’ottavo posto nel panorama internazionale. La gran parte delle opzioni BNPL viene proposta online, ma si sta facendo strada anche una certa presenza di negozi fisici che sfruttano QR code/barcode, link/codici via SMS o email e anche carte di pagamento emesse dai fornitori. 

La situazione quindi sembra in costante evoluzione, tuttavia vi sono alcuni punti regolamentari che andranno definiti. In primis occorrerà determinare quali licenze dovranno avere le società che erogano il servizio BNPL, ma anche quali saranno gli obblighi di vigilanza da parte delle Authority. E poi, sarà necessario trovare un equilibrio tra la pubblicità spinta che risulta dal lato dell’offerta per attrarre i clienti e il rischio a cui questi ultimi andranno incontro nel fare scelte poco consapevoli.

 

Post correlati

Le regole per la flat tax nel regime forfettario (anche al 5%)

Apple: la produzione di iPhone verrà ridotta quest’anno

Terra: avviato un nuovo piano per rilanciare la cripto Luna

USA: non solo i tassi più alti fanno diminuire la domanda di case

Danilo Iervolino: 10 cose da sapere sull’editore di BFC Media e L’Espresso

Lascia un commento