Commerzbank: utili al top di 15 anni, distribuirà 1 miliardo di euro - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Commerzbank: utili al top di 15 anni, distribuirà 1 miliardo di euro

Commerzbank: utile 2023 più alto di 15 anni, dividendi e buyback a € 1 miliardo

Le azioni Commerzbank salgono di oltre 4 punti percentuali alla Borsa di Francoforte nella mattinata di oggi, dopo la presentazione dei conti annuali da parte della banca tedesca. Il colosso finanziario ha riportato il più grande utile netto degli ultimi 15 anni, grazie al livello persistentemente alto dei tassi di interesse che ha favorito la redditività da interessi. Grazie ai risultati conseguiti, Commerzbank ha deciso di remunerare agli azionisti con circa 1 miliardo di euro tra dividendi e buyback, in linea con l’obiettivo di restituire il 50% dell’utile conseguito ai suoi stakeholder. Inoltre, l’azienda di credito con sede a Francoforte sul Meno ha presentato una guidance robusta per l’anno in corso.

“Commerzbank ha avuto un ottimo anno finanziario 2023. Abbiamo raggiunto gli obiettivi chiave della nostra ‘Strategia 2024’ prima del previsto e in alcuni settori li abbiamo persino superati. Su questa base otterremo un ulteriore aumento dell’utile netto nell’anno in corso”, ha dichiarato l’amministratore delegato Manfred Knof. L’a.d. ha inoltre sottolineato come ora la banca punti alla diversificazione: “Gli obiettivi che ci siamo posti con la nostra strategia 2027 sono ambiziosi, ma raggiungibili. Ecco perché ora stiamo procedendo a pieno ritmo con l’implementazione. Vogliamo ampliare la nostra base di ricavi e quindi diventare meno dipendenti dal reddito netto da interessi”.

 

Commerzbank: i risultati nel dettaglio

Nell’esercizio 2023, Commerzbank ha realizzato ricavi per 10,46 miliardi di euro, in crescita del 10,6% rispetto ai 9,46 miliardi del 2022. Nello specifico, le entrate da interessi netti sono ammontate a 8,37 miliardi di euro e le commissioni nette a 3,39 miliardi di euro. A queste vanno sottratte altre poste per complessivi -1,29 miliardi. Con riferimento al quarto trimestre, il fatturato netto è stato di 2,41 miliardi, in crescita del 2% su base annua. Di questa cifra, il margine di interesse è risultato di 2,13 miliardi, segnando un balzo dell’8,5% anno su anno e risultando migliore delle attese degli analisti a 2,08 miliardi.

L’utile netto annuale ha fatto un salto di 55 punti percentuali, passando da 1,44 miliardi del 2022 a 2,22 miliardi nel 2023. Il consensus stimava guadagni per 2,19 miliardi di euro. La brillante performance di Commerzbank è stata possibile grazie a una “rigorosa disciplina dei costi”, che ha portato a una riduzione degli stessi a 6,42 miliardi di euro rispetto ai 6,49 miliardi del 2022. La banca ha comunicato che “l’elevata pressione inflazionistica, nonché le spese per compensazioni contro l’inflazione e i maggiori accantonamenti per retribuzioni variabili dovuti al buon risultato sono stati parzialmente compensati da una gestione attiva dei costi”. Giocoforza, il rapporto costi-ricavi si è ridotto in un anno dal 69% al 61%. Sotto il profilo della solidità patrimoniale, il CET1 ratio è migliorato nel corso dell’anno attestandosi al 14,7%, collocandosi ampiamente al di sopra del requisito minimo regolamentare.

 

Commerzbank: la guidance

La banca ha sottolineato come il rallentamento economico che perdurerà per tutto il 2024 rappresenti una sfida da superare. Tuttavia, l’istituto è fiducioso di riuscire ad attuare il suo piano strategico fino al 2027. Al riguardo, Commerzbank per l’esercizio in corso punta a un utile netto superiore a quello 2023, con margini di interesse di circa 7,9 miliardi di euro (ridotti per via di un previsto taglio dei tassi da parte della Banca centrale europea) e commissioni nette in aumento del 4%. Inoltre, la banca conta di portare il rapporto costi-ricavi al 60%. Il CET1 ratio dovrebbe essere superiore al 14% a causa del rendimento del capitale pianificato e della crescita degli attivi ponderati per il rischio.

 

Dividendi e buyback

Come accennato, Commerzbank prevede di riservare agli azionisti circa 1 miliardo di euro, di cui 600 milioni derivanti dall’attuale programma di riacquisto di azioni proprie. Il consiglio di amministrazione proporrà all’assemblea degli azionisti un dividendo di 35 centesimi per azione che, sulla base dell’ultimo prezzo di chiusura delle azioni Commerzbank in Borsa (mercoledì) a 10,48 euro, corrisponde a un rendimento del 3,33%. La banca punta a un pay-out ratio di oltre il 70% per l’anno finanziario 2024, ma non superiore al risultato netto dopo la deduzione dei pagamenti delle cedole AT1.

“L’anno scorso abbiamo continuato ad aumentare significativamente la redditività della banca. Ora dobbiamo consolidare la fiducia che ci siamo guadagnati sul mercato dei capitali”, ha dichiarato il direttore finanziario Bettina Orlopp. “Vogliamo essere un investimento interessante e continueremo a concentrarci su una combinazione di pagamenti di dividendi e riacquisti di azioni, questi ultimi soggetti all’approvazione della Banca centrale europea e dell’Agenzia di regolamentazione finanziaria tedesca”.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *