Consulente finanziario: cosa fa e come si diventa - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Consulente finanziario: cosa fa e come si diventa

Accordo con un consulente finanziario

Essere una guida al servizio dei bisogni e degli interessi finanziari dei propri clienti. È questo, in poche parole, l’arduo ed essenziale ruolo che interpreta giorno dopo giorno la figura del consulente finanziario.

Introdotta in Italia ormai oltre dieci anni fa (precisamente nel 2007), in ottemperanza alla direttiva europea MiFID (che nel 2018 ha visto entrare in vigore la sua naturale evoluzione, ossia la MiFID 2), la figura del consulente finanziario riflette sempre più l’avvicinamento del piccolo investitore verso il grande mondo della finanza e il contestuale connubio che lega la cultura del risparmio a quella degli investimenti.
Tenendo conto che, secondo un report della Banca d’Italia, il 70% dei nostri connazionali non raggiunge un livello di conoscenze sufficienti sui temi legati alla finanza personale, al risparmio e agli investimenti, il consulente finanziario sta assumendo sempre di più un ruolo di guida nel panorama economico, soprattutto in un momento – come quello attuale – dove l’incertezza verso il futuro è il driver principali dei mercati e dell’economia. E la crescita dei depositi bancari, delle limitazioni all’attività lavorative e ai consumi, a causa del Covid-19, ne sono un esempio lampante.

 

Cosa fa il consulente finanziario

Fatta questa doverosa premessa, il consulente finanziario è un professionista che fornisce al suo cliente – come dice il suo stesso nome – consulenze in materia di investimenti e, contestualmente, lo aiuta nel realizzare un dettagliato e personalizzato piano finanziario che ovviamente tiene conto di tutte le sue esigenze: lavorative, familiari e personali.

Proprio per questo, oltre ad avere di base un’importante conoscenza finanziaria, il consulente finanziario deve, in qualsiasi momento, svolgere i seguenti compiti nell’esercizio della sua professione:

  • monitorare i trend di mercato
  • elaborare strategie finanziarie personalizzate
  • acquistare e vendere prodotti di investimento
  • cercare e analizzare dati per fornire consulenza ai clienti
  • acquistare e vendere prodotti finanziari per conto dei clienti
  • eseguire i report finanziari
  • sviluppare strategie commerciali efficaci

 

Inoltre, deve inderogabilmente mantenere la documentazione informatizzata (in modo tale che tutte le operazioni siano tracciabili e visibili) e ottenere il consenso del proprio cliente prima di effettuarne una qualsiasi. L’interesse economico del cliente è, infatti, il bene primario di ogni consulente finanziario.

 

Come si diventa consulente finanziario

Partendo dal presupposto che può lavorare in aziende, banche, o come libero professionista, il consulente finanziario per diventare tale deve sostenere, come per qualsiasi altra professione lavorativa, l’esame di abilitazione alla professione e la conseguente iscrizione all’Albo unico dei Consulenti Finanziari. Ma non è tutto.

Infatti, bisogna prima di tutto essere in possesso:

 

  • dei requisiti di onorabilità prescritti dal D.M. 11/11/98 n.472, tra cui, vi sono: non essere stati condannati a pene detentive per la trasgressione di leggi economico-finanziarie o non essere in condizioni di ineleggibilità
  • dei requisiti di professionalità individuati sempre dal D.M. 11/11/98 n.472: si deve possedere un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, rilasciato a seguito di corso di durata quinquennale ovvero quadriennale, integrato dal corso annuale previsto per legge, o un titolo di studio estero equipollente sulla base di una valutazione di equivalenza sostanziale a cura della Consob).

 

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *