Criptovalute: Goldman Sachs lancia le opzioni cripto - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Criptovalute: Goldman Sachs lancia le opzioni cripto

Criptovalute: Goldman Sachs lancia le opzioni crittografiche

Goldman Sachs cerca di intensificare la sua presenza nel mondo delle criptovalute attraverso l’offerta di opzioni crittografiche OTC che potrebbe lanciare nei prossimi mesi. Il progetto è ancora nella fase iniziale, sebbene se ne parli dalla scorsa estate, ma l’intenzione è quella di presentare questa opportunità ai detentori di valute digitali come hedge fund e miners per coprirsi dal rischio dell’alta volatilità del sottostante e aumentare i rendimenti.

Nel 2021 la banca d’affari americana ha aperto la negoziazione di contratti a termine non consegnabili alla scadenza su Bitcoin, riscontrando un certo interesse da parte degli investitori; per questo ha pensato che il mercato delle opzioni potesse essere il prossimo grande passo. Andrei Kazantsev, responsabile globale del trading di criptovalute di Goldman, ha affermato che l’istituto finanziario fornisce liquidità e si assume rischi per conto dei clienti al fine di facilitare operazioni più grandi.

 

Criptovalute: le opzioni di Goldman Sachs tra l’incertezza normativa

Per il momento Goldman Sachs è una delle poche banche a Wall Street nella fase iniziale di queste offerte, perché il settore non è ancora molto attivo nel mercato crittografico. A porre un freno è l’incertezza normativa inerente alle procedure interne di conformità e alle regole in rapporto alla clientela. Nei prossimi mesi si attende una vera regolamentazione, ma finora si procede a piccoli passi ed è per questo che le banche tendono a entrare con molta cautela in un mercato che sotto certi aspetti rappresenta un campo minato.

Il mercato delle opzioni poi è ancora in uno stato poco sviluppato, dominato essenzialmente da società critto-native come Genesis Global Trading Inc., Galaxy Digital Holdings Ltd. e GSR, con la presenza come fornitore di liquidità del gigante del trading tradizionale DRW Holdings LLC.

 

Criptovalute: Biden emette un ordine esecutivo

L’interesse di Goldman Sachs potrebbe però aprire una strada affinché altri colossi americani del settore si facciano avanti, pur con tutti i rischi del caso. In questo periodo storico le criptovalute potrebbero essere davanti a una svolta, soprattutto se riescono a resistere all’impatto terrificante della guerra Russia-Ucraina in corso e alle pressioni normative.

Nella giornata di ieri il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha emanato il primo ordine esecutivo sul tema, senza imporre alcun vincolo come si temeva. Viceversa l’inquilino alla Casa Bianca ha aperto una fase di studio in merito a rischi e benefici delle criptovalute, fissando alcune aree precise di indagine che riguardano soprattutto la protezione dei consumatori, le garanzie di stabilità finanziaria, la repressione delle attività illecite e il recupero di competitività.

La notizia è stata accolta positivamente dal mercato crittografico, con Bitcoin che si è spinto fino a oltre 42.000 dollari, salvo scivolare nella giornata di oggi al di sotto della soglia psicologica di 40.000 dollari sull’inasprirsi della situazione bellica nell’Est Europa.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *