Criptovalute: Ripple lancia un fondo per Giappone e Corea - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Criptovalute: Ripple lancia un fondo per Giappone e Corea

Criptovalute: Ripple lancia un fondo per Giappone e Corea, ecco di cosa si tratta

Ripple ha lanciato l’XRPL Japan and Korea Fund. Secondo quanto dichiarato dalla società che ha creato la criptovaluta XRP, il fondo per il Giappone e la Corea si pone come obiettivo quello di innovare XRP Ledger, la blockchain pubblica open source per le aziende che serve per facilitare i pagamenti transfrontalieri in tempo reale.

La società ha sottolineato che il denaro raccolto servirà a supportare “le partnership aziendali, le sovvenzioni per gli sviluppatori, gli investimenti nelle startup e la crescita della comunità”. Tra l’altro, XRP Ledger sarà utilizzato per l’emissione di NFT ufficiali per l’Expo 2025 a Osaka, in Giappone. Gli NFT, acronimo di Non Fungible Token, sono oggetti unici nel mondo virtuale – archiviati e verificati utilizzando la tecnologia blockchain – che identificano un’opera d’arte, un audio, un video e altri beni di proprietà.

 

Ripple: perché punta sull’Asia

Ripple scommette sulla regione asiatica mentre negli Stati Uniti si trova ad affrontare un ambiente normativo ostile. Per anni l’azienda è stata in causa con la Securities and Exchange Commission USA, dopo essere stata accusata di violare la legge con XRP, che vendeva come token e invece avrebbe dovuto registrare come titolo presso la SEC.

A ottobre dello scorso anno, tuttavia, l’authority presieduta da Gary Gensler ha ritirato le accuse contro Bradley Kent Garlinghouse e Chris Larsen, rispettivamente amministratore delegato e co-fondatore di Ripple.

La situazione negli Stati Uniti comunque non è chiara, pertanto la società preferisce puntare su aree in cui si trova maggiormente a proprio agio per sviluppare il business. “Il lancio di questo fondo è una testimonianza della forte convinzione di Ripple nel potenziale del Giappone e della Corea del Sud come hub regionali fondamentali per l’innovazione blockchain”, ha dichiarato Emi Yoshikawa, vicepresidente delle iniziative strategiche di Ripple.

In realtà la presenza in Asia della società è di lunga data. Nel 2016 ha stabilito una joint venture (SBI Ripple Asia) con la società giapponese di servizi finanziari SBI Holdings, con l’obiettivo di promuovere le soluzioni di pagamento nella regione. A ottobre scorso ha ottenuto una licenza completa per operare a Singapore. Mentre ad aprile 2024 ha stretto una collaborazione con la società di consulenza con sede a Tokyo, Hashkey DX, per portare le soluzioni blockchain di XRP Ledger sul mercato giapponese. Più nello specifico, Hashkey DX, che ha alle spalle una storia di successo nello sviluppo delle soluzioni finanziarie per la catena di fornitura basate su blockchain in Cina, utilizza le caratteristiche di XRPL come tracciabilità aziendale, velocità di liquidazione rapida, bassi costi e scalabilità per avvantaggiare le imprese del Sol Levante. Da questo ne nasce una crescente adozione, sfruttando il potenziale della tecnologia blockchain nel settore finanziario tradizionale e nelle catene di fornitura a livello globale.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *