Crisi bancaria USA: il più grande fondo pensione svedese licenzia l'ad - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Crisi bancaria USA: il più grande fondo pensione svedese licenzia l’ad

Crisi bancaria USA: il più grande fondo pensione svedese Alecta licenzia il CEO

La crisi bancaria USA ha mietuto un’altra vittima: Magnus Billing è stato costretto a dimettersi da amministratore delegato di Alecta, il più grande fondo pensione svedese. Il Consiglio di amministrazione della società ha deciso che questa era la decisione più giusta dopo che il fondo ha perso quasi 2 miliardi di dollari a causa degli investimenti sbagliati sulle banche statunitensi fallite o moribonde. “Le perdite hanno gravemente danneggiato la fiducia nella gestione patrimoniale di Alecta” ha dichiarato la società in una nota, proseguendo: “Il Consiglio di amministrazione ha concluso che il fondo ha bisogno di una nuova leadership per attuare i cambiamenti necessari all’interno della gestione patrimoniale e ristabilire la fiducia”.

Gli investimenti su SVB Financial Group, Signature Bank e First Republic Bank sono risultate fatali a Billing, entrato nel fondo nel 2016. Ancora di più perché nessun altro fondo pensione aveva investito su queste tre banche allo stesso modo in cui lo ha fatto Alecta. SVB Financial Group è la società madre della banca fallita SVB e si è affidata al Chapter 11 della legge fallimentare USA, Signature Bank ha dichiarato default mentre First Republic è ancora pericolante dopo un intervento di soccorso di 11 grandi banche USA che le hanno depositato cumulativamente 30 miliardi di dollari per far fronte al deflusso dei depositi. Alecta ha affermato di aver venduto la sua partecipazione in First Republic in perdita, mentre non spera di recuperare alcunché dagli investimenti nelle altre due banche.

Il ruolo di Billing sarà ricoperto ad interim  da Katatarina Thorslund, in precedenza vice amministratrice delegata, mentre è già iniziata la ricerca di un nuovo leader . Il rimpasto coinvolge anche la posizione di responsabile delle azioni, con il membro del Cda Ann Grevelius che prenderà il posto di Liselott Ledin, messa in congedo dal fondo la scorsa settimana.

 

Alecta: quanto pesa la crisi bancaria USA 

Alecta è un fondo pensione che gestisce 1.200 miliardi di corone svedesi, pari a 115 miliardi di dollari USA. Le partecipazioni nelle banche statunitensi decotte risalgono al 2016, quando è stata aperta una posizione in Signature Bank. Nel 2019 sono state aggiunte SVB e First Republic, incrementando la quota successivamente al punto che, a dicembre 2022, Alecta risultava il più grande investitore in questi ultimi due istituti finanziari, nonché il sesto più grande detentore di quote Signature.

Billing aveva ammesso che l’acquisto delle azioni statunitensi era stato un grande fallimento. Tuttavia aveva anche cercato di ridimensionare l’importanza delle operazioni durante la crisi bancaria USA, sottolineando come le perdite ammontassero a meno del 2% delle masse gestite. Ma ciò non è bastato per contenere le critiche da parte dell’Organizzazione nazionale svedese dei pensionati, che ha rimarcato il fatto che il denaro perso sono soldi tolti ai pensionati.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *