CVC: a novembre sbarca alla Borsa di Amsterdam, ecco cosa sapere - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

CVC: a novembre sbarca alla Borsa di Amsterdam, ecco cosa sapere

CVC: a novembre sbarca alla Borsa di Amsterdam, ecco cosa sapere

La società di private equity CVC Capital Partners si quoterà alla Borsa di Amsterdam. Secondo alcune indiscrezioni, l’azienda sta valutando di diventare pubblica già nel mese di novembre ma molto dipenderà dalle condizioni di mercato. In realtà ancora una decisione definitiva non è stata presa. CVC Capital Partners è stata valutata circa 15 miliardi di dollari nel 2021, allorché Blue Owl Capital ne ha acquisito una quota di minoranza. A luglio del 2023 ha affermato di aver raccolto 26 miliardi di euro per il fondo di buyout più grande del mondo e ha progettato nuove aree di diversificazione del business prima di procedere con l’avvicinamento alla Borsa.

Al riguardo, questo mese CVC ha annunciato l’espansione nel dealmaking, acquisendo la quota di maggioranza della società di infrastrutture per le transazioni finanziarie DIF Capital Partners per 1 miliardo di euro. L’operazione ha apportato attività in gestione per 16 miliardi di euro, oltre che 225 dipendenti tra Europa, Nord America e Australia. Con questo accordo, CVC ha aumentato le masse gestite a circa 177 miliardi di euro, consolidando la sua posizione come una delle più grandi società di private equity in Europa.

 

CVC: cosa significa la quotazione in Borsa per il mercato delle IPO

Un’IPO di CVC segnerebbe un passo storico per il settore del private equity in quanto rappresenterebbe una delle più grandi quotazioni mai avvenute nel Vecchio continente in questo ambito. Soprattutto arriverebbe mentre i principali investitori istituzionali sono sempre più concentrati nelle maggiori società di private equity. Tra l’altro, l’IPO incoraggerebbe altre aziende in Europa a diventare pubbliche, ponendo termine a un periodo in cui le società sono state riluttanti a quotarsi a causa di tassi d’interesse elevati e timori recessivi. Ora le condizioni di mercato sembrano più serene e le probabilità di insuccesso si sono ridotte.

In Europa, alcune aziende facenti parte del portafoglio di CVC si stanno candidando a un’offerta pubblica iniziale. Tra le principali DKV Mobility, piattaforma B2B leader in Europa per i pagamenti e soluzioni on the road e Douglas, il rivenditore di profumi tedesco. Negli Stati Uniti i segnali di risveglio delle IPO sono al momento più marcati. La scorsa settimana ha debuttato con successo il progettista dei chip britannico Arm Holdings; mentre ieri ha fatto il suo esordio la società di consegna di beni alimentari online Instacart, le cui azioni al primo giorno di negoziazione sono salite del 12%. Oggi sarà il turno di Klaviyo, azienda tecnologica con sede a Boston che fornisce una piattaforma di automazione del marketing via e-mail ed SMS.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *