Danone: positivo outlook 2023, azioni verso nuovi massimi annuali? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Danone: positivo outlook 2023, azioni verso nuovi massimi annuali?

Danone: positivo outlook 2023, azioni verso nuovi massimi annuali?

In un contesto odierno di mercato difficile sulla Borsa di Parigi si mette in luce il titolo Danone, che sfrutta sia i dati trimestrali che l’outlook per l’anno in corso. Nello specifico il gruppo francese ha chiuso il periodo ottobre-dicembre 2022 con vendite superiori alle attese grazie all’aumento dei prezzi che hai mitigato l’impennata dei costi delle materie prime e dell’energia, che comunque hanno pesato sul margine operativo nell’anno passato.

Nel dettaglio, nel corso del quarto trimestre le vendite sono aumentate del 12% a 7,01 miliardi di euro, battendo le attese degli analisti a 6,96 miliardi di euro. Su questi numeri hanno impattato le buone performance dei settori Essential Dairy e Plant-based, Specialised Nutrition e Waters. Nell’intero 2022 le vendite sono sono salite da 24,28 miliardi di euro a 27,66 miliardi di euro, battendo il consensus posto a 27,55 miliardi di euro. Per quanto riguarda il margine operativo questo passa dal 13,7% del 2021 all’attuale 12,2%, in linea con le attese degli analisti.

In discesa è risultato l’utile netto da 1,92 miliardi di un anno prima agli attuali 959 milioni di euro, con un utile per azione quasi dimezzato da 2,94 euro a 1,48 euro. Su questi ultimi numeri pesano sia il ritiro di parte della attività in Russia che la costosa riorganizzazione interna . Nel corso della presentazione dei dati è stato anche rilasciato l’outlook sull’anno in corso, che prevede vendite  in crescita tra il 3% e il 5%, con un moderato miglioramento del margine operativo ricorrente. In scia a questi dati molte banche d’affari hanno reiterato un buy sull’azione, con target che variano tra i 55 e i 69 euro. Andiamo ora a vedere la risposta dell’azione in Borsa dopo questi numeri.

 

Azioni Danone: analisi tecnica e strategie operative

È una seduta all’insegna degli acquisti quella odierna per il titolo Danone, con i prezzi che si portano oltre le resistenze e top degli ultimi mesi situati in area 52,50 euro. Nel breve periodo una conferma sopra queste aree resistenziali non solo andrebbe a rafforzare quel trend partito il 13 ottobre dai 46,75-47 euro, ma aprirebbe le porte ad una prosecuzione degli acquisti in direzione dei 54,50-55 euro e successivamente verso i massimi dello scorso anno situati sui 58,50 euro. Nel caso in cui anche quest’ultimi livelli dovessero essere lasciati alle spalle, aumenterebbero le chance di ulteriori allunghi fin verso la soglia psicologica dei 60 euro.

Al contrario sarà solo con una discesa sotto i 51,50-51,30 euro che si innescherebbe una fase correttiva, con primi obiettivi ribassisti situati sui 50 euro e a seguire i 49,20-49,30 euro. Fondamentale sarà la tenuta di questi sostegni, per evitare un ulteriore indebolimento della struttura grafica dell’azione con possibili discese in direzione dei 48 euro e successivamente verso i minimi di ottobre 2022 situati sui 46,75 euro.

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *